GP2 Silverstone: Haryanto vince gara-2 davanti a Marciello

di 05 luglio 2015, 12:08 83 visualizzazioni
GP2 Silverstone: Haryanto vince gara-2 davanti a Marciello

Per la terza volta in cinque appuntamenti, Rio Haryanto vince la gara-2 della GP2 Series. Anche a Silverstone, come a Sakhir e a Spielberg, l'indonesiano del team Campos ha chiuso davanti a tutti la gara domenicale, quest'oggi precedendo Raffaele Marciello e Pierre Gasly. Una gara molto combattuta specie nelle posizioni di immediato rincalzo, con una lotta serrata per il quinto posto finale che ha visto Nick Yelloly avere alla fine la meglio.

Classifica leggermente variata, quella di gara-1, dopo la riunione dei commissari: Arthur Pic penalizzato di venti secondi per il contatto con Pic, Oliver Rowland invece penalizzato di cinque per avere oltrepassato i limiti della pista negli ultimi giri. Dalla pole in gara-2 parte pertanto Rio Haryanto, davanti a Yelloly e Marciello.

Ed è uno start molto buono, quello di Haryanto, mentre Yelloly si mostra parecchio indeciso, perdendo tre posizioni a vantaggio di Marciello, Gasly e Lynn. Primo giro disastroso anche per Stoffel Vandoorne, che dal sesto posto si ritrova nono alle spalle anche di Rossi, Sirotkin e de Jong. Protagonista negativo è ancora Sergio Canamasas, stavolta però senza colpe per l'errato tentativo di sorpasso da parte di Norman Nato, che lo manda in testacoda.

Alexander Rossi passa nuovamente all'attacco e dopo avere avuto ragione di Yelloly al primo giro supera anche Lynn all'esterno della Copse durante il secondo passaggio. Lo statunitense tuttavia oltrepassa la linea bianca e viene pertanto penalizzato di cinque secondi.

Invariate le prime quattro posizioni, subito dietro Lynn deve difendersi dagli attacchi di Yelloly, poi Sirotkin e Vandoorne, che al quinto giro ha la meglio su de Jong.

Rimonta anche Oliver Rowland, che dal decimo posto in griglia dopo una partenza non eccezionale recupera a suon di decimi su Vandoorne, autore invece di una gara sottotono nonostante si debba precisare che ieri il belga ha lamentato problemi al motore negli ultimi giri di gara-1. Protagonista è anche Jordan King, partito ventiduesimo ma già attorno alla top ten a metà gara.

Il degrado delle gomme dure sembra colpire Lynn, che al sedicesimo giro viene attaccato prepotentemente da Yelloly. Ma il pilota della Hilmer lascia uno spiraglio a Sirotkin alle sue spalle, che ne approfitta subito. Due tornate dopo, Rowland concretizza la sua rimonta su Vandoorne, strappandogli l'ottava posizione alla curva Loop, la più lenta del tracciato.

Negli ultimi due passaggi, oltre a Lynn, crolla anche lo stesso Sirotkin. Un invito a nozze per Yelloly, che scavalca entrambi con discreta facilità, mentre il russo della Rapax non riesce a resistere nemmeno a Rowland, che ottiene così un buon settimo posto al debutto nella categoria (ricordiamo che Rowland è leader in campionato nella Formula Renault 3.5).

Haryanto transita per primo sotto la bandiera a scacchi, con Marciello nuovamente secondo dopo Montecarlo, poi Gasly, Rossi (ininfluente la penalità), Yelloly, Lynn, Rowland e Sirotkin, mentre Vandoorne chiude fuori dalla zona punti in nona piazza, resistendo per poco al ritorno di King.

Cambia comunque poco nella classifica generale, con Vandoorne indiscusso leader a 170 punti, Rossi inseguitore a 105 e Haryanto risalito a 91. Nonostante il doppio zero rimediato da Matsushita, ART Grand Prix mantiene il comando nella classifica squadre, con 199 punti contro i 123 della Racing Engineering e i 112 della Campos.

Prossimo appuntamento previsto per il weekend del 26 luglio, all'Hungaroring.

Classifica di gara:

gbrgara2

Classifica generale:

generalegbr

Immagine copertina: gp2series.com


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.