GP2 Monza: Rossi tiene aperti i giochi

di 05 settembre 2015, 18:22
GP2 Monza: Rossi tiene aperti i giochi

Secondo successo della stagione per Alexander Rossi, che con la vittoria nella prima manche della GP2 a Monza tiene aperti, seppur di pochissimo, i giochi per la conquista del titolo. Lo statunitense della Racing Engineering è stato uno dei pochi a partire su gomme medie, approfittando poi dei numerosi incidenti che hanno coinvolto i piloti che si trovavano dinanzi a lui. Vanno comunque ribaditi i meriti di Rossi, che ha avuto la meglio nel duello con Stoffel Vandoorne, che si è dovuto così accontentare della piazza d'onore.

Una gara che si era avviata nel segno del team DAMS, ma che si è conclusa nel peggiore dei modi per la squadra francese. Pierre Gasly, scattato in pole e leader della corsa fino al pit stop obbligatorio, è stato costretto al ritiro da un problema alla trasmissione; Alexander Lynn invece, dopo un'incertezza dei suoi meccanici nel fissaggio della ruota posteriore destra, ha terminato la sua gara contro Sergey Sirotkin. Il russo si era portato al comando dopo i problemi di Gasly ma Lynn, nel tentativo di difendersi da Vandoorne, ha forzato esageratamente la staccata alla Prima Variante centrando l'incolpevole pilota della Rapax.

La gara si è quindi decisa tra Vandoorne e Rossi, con lo statunitense che dopo diversi tentativi ha affondato l'attacco decisivo al ventiquattresimo dei trenta giri in programma, prendendo poi un margine di sicurezza che gli ha assicurato il terzo successo in carriera in GP2. Per la Racing Engineering si tratta invece della vittoria numero ventidue nella serie cadetta, quinta a Monza (record assoluto).

Il podio è stato completato da un eccezionale Mitch Evans: il neozelandese, retrocesso a fondo schieramento per un'irregolarità nella pressione dei pneumatici (stessa sanzione inflitta, peraltro, a Sergio Canamasas), si è lanciato in una furiosa rimonta che si è conclusa con il secondo terzo posto consecutivo. Il verdetto del campo aveva collocato al terzo posto Norman Nato, ma il francese della Arden è stato penalizzato di cinque secondi per avere violato il limite di velocità in corsia box.

Buon quarto è risultato quindi Richie Stanaway, davanti ad Artem Markelov, partito diciannovesimo. Alle spalle di Nato, sesto, si è piazzato Arthur Pic (vittima di un vistoso problema ai freni quando si trovava terzo), seguito da King, Vişoiu e Binder a completare la zona punti. Proprio con King si è scontrato, durante il primo giro, Raffaele Marciello, solo quindicesimo sotto la bandiera a scacchi.

Incidente, senza conseguenze, per il rookie Meindert van Buuren, che ha demolito la sua Dallara della MP Motorsport all'uscita della Ascari durante il quarto giro causando l'uscita della Safety Car.

In virtù di questi risultati, sarà impossibile per Vandoorne chiudere i conti già domani, ma il Gran Premio di Russia sarà verosimilmente decisivo per l'assegnazione del titolo 2015, come fu già l'anno scorso nel caso di Jolyon Palmer.

Il via di gara-2 sarà dato domani alle 10:35, sempre in diretta su SkySport F1.

Risultati:

gara1gp2

Immagine copertina: gp2series.com


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.