GP2 La nuova Formula 2 prende forma

di 03 dicembre 2015, 15:00 190 visualizzazioni
GP2 | La nuova Formula 2 prende forma

Il Consiglio Mondiale della FIA di Parigi ha diramato buona parte della nebbia ancora addensata sulla terza vita della Formula 2. L'idea della Federazione Internazionale, concretizzata anche nel sistema di Superlicenza a punti, è quella di creare una scala di categorie per giungere alla più importante, che è appunto la Formula 1. La Formula 4 (il primo "step") è nata ufficialmente nel 2014, a livello nazionale e la Formula 3 (il secondo gradino) ha già il suo campionato europeo, mancava dunque l'ultimo passo verso la categoria principale.

Nel 2005, la GP2 Series ha sostituito la Formula 3000 internazionale che sin dal 1985 aveva costituito l'accesso più immediato alla Formula 1. La nuova serie cadetta ha lanciato 28 piloti in Formula 1, tra cui Hamilton, Rosberg, Hülkenberg, Grosjean, Pérez e Maldonado, ma ora sembra essere un concetto superato, anche perché la Dallara con cui si corre l'attuale GP2 è la stessa dal 2011, eccezion fatta per l'introduzione del DRS.

Si tratta di un ritorno al passato, perché se si torna indietro nel tempo si può considerare la Formula 2 originale come "nonna" della GP2 Series. Infatti, l'antesignano della sopracitata Formula 3000 è proprio il campionato europeo di Formula 2 disputatosi tra il 1967 ed il 1984. Tra i tanti vincitori dello stesso, un carnet di piloti eccezionale: Ickx, Regazzoni, Peterson, Depailler, Laffite, Arnoux. Tutti i campioni di Formula 2 e Formula 3000 hanno però un cattivo denominatore comune: nessuno di loro ha mai vinto poi il Mondiale di Formula 1. Solo Lewis Hamilton, vincitore della GP2 nel 2006, è stato poi trionfatore anche nella categoria regina.

La seconda vita della Formula 2 è durata la miseria di quattro anni, con risultati decisamente scarsi. Promossa dalla FIA in collaborazione con la Motorsport Vision (organizzazione che fa capo proprio al penultimo campione europeo di categoria, Jonathan Palmer), dopo il buon responso iniziale dato anche dalla concomitanza con gli appuntamenti del WTCC (nel 2009 e 2010) la nuova Formula 2 è precipitata rapidamente nel baratro con altre due stagioni povere di veri talenti in grado di emergere. Si ricorda comunque il titolo vinto da Mirko Bortolotti nel 2011, il terzo italiano dopo Bruno Giacomelli (1978) e Corrado Fabi (1982).

Non si sa né come né quando, ma la Formula 2 3.0 sarà molto probabilmente sostituta a tutti gli effetti della GP2, poiché la FIA nella persona di Jean Todt cercherà di raggiungere un accordo con Bruno Michel, attuale CEO della categoria cadetta.

Immagine copertina: gp2series.com


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.