GP2 Hungaroring: è il turno di Nobuharu Matsushita

di 26 luglio 2015, 12:08
GP2 Hungaroring: è il turno di Nobuharu Matsushita

Nobuharu Matsushita coglie il primo successo in GP2 nella sprint race dell'Hungaroring, sesto round della stagione 2015. Il Giappone aveva vinto prima d'ora una sola gara nella serie europea, precisamente con Kamui Kobayashi a Barcellona nel 2008, che si aggiunge alle altre quattro conquistate dallo stesso collaudatore della Toyota nel campionato asiatico. Alla doppietta della DAMS di ieri pomeriggio, ha risposto prontamente la ART Grand Prix con Stoffel Vandoorne piazzatosi alle spalle del compagno di squadra, mentre Sergey Sirotkin ha completato nuovamente il podio.

Una gara giocata sul risparmio delle gomme. Matsushita sfrutta al massimo la pole position conquistata con l'ottavo posto di ieri, mentre Raffaele Marciello non è impeccabile alla partenza, scivolando al quarto posto dietro a Vandoorne e Sirotkin. Buono spunto anche per Haryanto, che mantiene Gasly alle sue spalle e supera King, autore invece di uno start non eccelso. La migliore partenza però è senz'altro quella di Sergio Canamasas, partito venticinquesimo e undicesimo al termine del primo giro.

Problemi per Alexander Lynn dopo la vittoria di ieri: il britannico viene superato da Norman Nato nelle primissime battute e successivamente viene abbandonato dalle gomme, che invece permettono un'ottima rimonta a Robert Vişoiu. Il romeno della Rapax, dopo un serrato duello con Canamasas ha ragione proprio di Lynn e King; si ritrova poi nella scia di Nato, arrivando a scalzare anche Gasly negli ultimi giri.

Posizioni invariate, invece, in testa alla corsa con Matsushita che allunga su Vandoorne, mentre Sirotkin cerca ripetutamente di scavalcare il belga per guadagnare qualche punto in classifica, invano. Marciello invece difende con successo la quarta posizione dall'assalto di Haryanto, stavolta fuori dalla lotta per il successo nella sprint race (che quest'anno ha vinto in ben tre occasioni).

Con un diciannovesimo posto si conclude il terribile weekend di Alexander Rossi. Lo statunitense della Racing Engineering non ha trovato feeling con le coperture medie ed è stato costretto ad un pit stop per montare quelle morbide. Piazzamento finale arrivato, per giunta, grazie ad una penalità di cinque secondi inflitta a Sean Gelael, che ha oltrepassato il cordolo alla curva 4, traendone vantaggio. Crollo anche per quanto concerne Canamasas, che dopo l'ottima partenza chiude solo sedicesimo.

Stoffel Vandoorne potrà quindi godersi la pausa estiva, forte di 85 punti di vantaggio su Rio Haryanto. Si preannuncia invece calda la lotta per la seconda posizione, con l'indonesiano del team Campos che precede Rossi di quattro lunghezze e Sirotkin di sei. Settima posizione invece per Marciello, con 58 punti. ART Grand Prix indiscussa leader tra i team con 242 punti, seguita dalla DAMS a 146.

Il prossimo appuntamento sarà quindi sul meraviglioso circuito di Spa-Francorchamps, nel weekend del 23 agosto.

Classifica di gara:

gp2hung2

Classifica generale:

gp2genhun

Immagine copertina: gp2series.com


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.