GP2 Gran Bretagna: King si impone, primo podio per Ghiotto

di 10 luglio 2016, 11:55 220 visualizzazioni
GP2 | Gran Bretagna: King si impone, primo podio per Ghiotto

Seconda sprint race consecutiva in GP2 per Jordan King, che dopo il successo della scorsa settimana in Austria ha conquistato la vittoria anche nella gara di casa a Silverstone. Primo podio nella categoria cadetta per Luca Ghiotto, secondo al termine di un weekend iniziato malissimo. Sul gradino più basso è salito il nuovo leader della classifica generale, Oliver Rowland, precedendo di pochi millesimi Antonio Giovinazzi.

Di nuovo impeccabile il pilota della Racing Engineering #4 alla partenza, questa volta dalla pole in virtù dell'ottavo posto di ieri pomeriggio. Buono spunto anche per Matsushita, che supera Nato, e Rowland che recupera un paio di posizioni. Giovinazzi vanifica a sua volta una partenza discreta cedendo a Ghiotto ed Evans le due piazze conquistate alla prima curva. Terribile, invece, lo scatto di Pierre Gasly, che dall'ottavo posto in griglia si ritrova dodicesimo al termine del primo giro.

Al terzo giro, nelle retrovie, Markelov tocca Sirotkin mandandolo in testacoda con la gomma posteriore destra forata. Altro fine settimana da dimenticare per il russo del team ART, la cui situazione di campionato diventa ora molto difficile.

Gasly nel frattempo recupera un piazzamento in top ten superando Nicholas Latifi al sesto passaggio, mentre poco dopo è Giovinazzi ad avere la meglio su Evans per la sesta piazza.

Inizia a perdere posizioni anche Norman Nato, che ancor prima del decimo giro inizia a rallentare il suo ritmo con le gomme già al limite. Ne approfittano Rowland e Luca Ghiotto, che vanno così a giocarsi la terza posizione: il veneto trova addirittura un varco all'esterno della curva Stowe, prendendosi l'ultimo piazzamento sul podio durante il nono giro.

Prosegue anche la furiosa rimonta di Giovinazzi, che durante la decima tornata ha ragione di un Nato ormai in crisi. Marciello occupa invece l'ottava posizione, con Evans bravo a difendersi dagli attacchi del pilota Russian Time.

Il forcing di Ghiotto lo porta a conquistare anche la seconda posizione ai danni di Matsushita, con il pilota Trident che recupera rapidamente anche su King, dando l'illusione al suo team di poter conquistare un'altra vittoria dopo quella centrata poco prima da Fuoco in GP3. Ma proprio quando Ghiotto sembra poter scalzare King dalla prima posizione, le Pirelli dure dell'inseguitore iniziano a dare segni di cedimento, "convincendo" l'italiano ad accontentarsi del primo podio di categoria.

Negli ultimi due giri, qualche goccia di pioggia rimescola le carte nelle posizioni di immediato rincalzo, con Matsushita che tira dritto all'ultima esse con l'anteriore sinistra completamente bloccata: l'errore del giapponese lascia campo libero a Rowland e Giovinazzi, ora in lotta per la terza posizione. Marciello riesce invece a superare Evans, ormai completamente fuori controllo a gomme finite.

Al termine di un ultimo giro molto prudente, King precede Ghiotto di mezzo secondo con Rowland che batte Giovinazzi in volata per il terzo posto. Alle loro spalle Matsushita, Marciello, il rimontante Gasly e Kirchhöfer a completare la zona punti, mentre Evans precipita tredicesimo davanti ad un deludente Alexander Lynn.

Classifica di campionato ancora incerta, con Rowland che esce dal circuito di casa con la nuova leadership, forte tuttavia di una sola lunghezza di vantaggio proprio su Giovinazzi. Seguono da vicino anche Gasly, Marciello ed Evans, mentre perdono terreno Nato, Markelov, Lynn e Sirotkin.

Tra due settimane si va in Ungheria, sul toboga dell'Hungaroring.

Classifica di gara:

gara2gp2

Classifica generale

gengp2gbr

Immagine copertina: gp2series.com




Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.