ALTRE CATEGORIE GP della Riviera di Rimini, i risultati di SSP600, SSP300 e STK1000

Vittoria per la BMW di Faccani in STK1000, che riporta il sorriso nel team Althea di 18 giugno 2017, 19:00
GP della Riviera di Rimini, i risultati di SSP600, SSP300 e STK1000

Le gare della Superbike non ci hanno affatto lasciato a bocca asciutta, ma lo spettacolo delle altre tre classi è stato la ciliegina sulla torta. Le vittorie nella domenica assolata della Riviera Romagnola sono andate a Sofuoglu, Perez e Faccani, tutt’e tre ottenute però dopo dure battaglie con avversari vecchi e nuovi, tutti agguerritissimi.

La prima gara di giornata, sotto un caldo asfissiante e su un asfalto bollente, è stata quella della Supersport 600, vinta ancora una volta da Kenan Sofuoglu. Il turco ha mantenuto la calma magistralmente, sia alla caduta del suo rivale di campionato Mahias, sia dopo aver subito l’arrembante attacco di Cluzel, in spolvero su una pista dove ha vinto più volte con la MV Agusta. Il francesino però non è riuscito a contenere il ritorno ruggente del campione turco negli ultimi sette giri, terminando con un buon secondo posto che lo pone come outsider di campionato, a dispetto della Honda clienti che guida. Nella classifica piloti Mahias tiene la testa ma il brutto errore commesso al Rio oggi ha ridotto il vantaggio su Sofuoglu a soli 5 punti (105 punti contro i 100 tondi del turco), mentre a meno 30 c’è Cluzel (dietro di un punto a Morais, a quota 76). Federico Caricasulo (oggi ) è nella generale con 51 punti. Da segnalare infine la "fagiolata" alla Quercia tra Epis e Tuuli, con il pilota finlandese portato al centro medico per aggiornamenti.

Subito dopo la gara-2 SBK e la vittoria di Melandri, si è svolta la classe Supersport 300. A vincere è stato l’hondista Mika Perez, al suo secondo successo consecutivo, stavolta però ottenuto sul campo rispetto a quello “a tavolino” di Donington causa squalifica di Coppola. Lo spagnolo è partito dalla pole position ed è stato nettamente il migliore per tutta la corsa. Come a Donington, il suo principale avversario è stato un italiano, ma stavolta si è trattato di Armando Pontone del team Ioda. Nonostante un ultimo tentativo ben curato alla curva Misano, l’italiano alla fine non è riuscito a sopravanzare lo spagnolo ed è giunto secondo, davanti a Coppola che si è rifatto dalla squalifica del round inglese. Nella generale Deroue tiene ancora la prima posizione (deludente oggi, 12°) con 75 punti, appena 3 di margine rispetto a Perez, il più in forma del momento insieme a Coppola. Garcia ( oggi) è a 65 e Coppola a 57.

L’ultima gara di giornata nel circuito dedicato a Marco Simoncelli non ci ha lasciato delusi: la Superstock 1000 si è giocata nelle ultimissime curve con un duello tra Faccani e Rinaldi, dato per favorito assoluto. Nel finale a prevalere è stato il #5 dopo un sorpasso di cattiveria al Carro e nonostante un tentativo impossibile di Rinaldi all’ultima curva. È stato però solo l’ultimo capitolo di una gara emozionante, fermata persino dalla bandiera rossa (causa olio in pista per la rottura del motore Yamaha di Tamburini) e ricominciata alle 16:00 per solo cinque giri. Faccani è prevalso da una bagarre con piloti come Razgatlioglu, Sandi (ritirato per un problema al cambio) e Scheib. Il suo successo mette un po’ i bastoni fra le ruote a Rinaldi in campionato, impedendogli di costruire una leadership più ampia visto il posto di Razgatlioglu. Ora il pilota Ducati Aruba.it ha 90 punti e due lunghezze su Toprak, anche oggi garibaldino come pochi. Marino è a 67 punti.

A Laguna Seca nessuna di queste tre classi si presenterà in pista, quindi l’appuntamento per SSP600, SSP300 e STK1000 è rinviato ad agosto per il Gran Premio di Germania al Lausitzring. Qui l’anno scorso Mercado ha vinto in STK1000 con la Panigale (cosa che fa ben sperare Rinaldi) e Sofuoglu potrebbe ripetersi in SSP600 ma, come sappiamo, nelle derivate di serie può accadere di tutto.

Fonte immagine: worldsbk.com


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.