GP della Malesia: conferenza stampa

di 27 marzo 2014, 13:13
GP della Malesia: conferenza stampa

Qui di seguito, potete trovare le dichiarazioni più interessanti della solita conferenza stampa del giovedì. I piloti partecipanti sono stati: Kamui Kobayashi (Caterham), Pastor Maldonado (Lotus), Daniil Kvyat (Toro Rosso), Valtteri Bottas (Williams), Kimi Raikkonen (Ferrari), Nico Rosberg (Mercedes) .

Valtteri, raccontaci qualcosa di più di queste monoposto, come sono da guidare. Ovviamente hanno meno stabilità nella parte anteriore, sono molto meno stabili in ingresso e in uscita da una curva, ma come ti sembrano fino adesso? 

Valtteri Bottas: queste monoposto hanno meno aderenza rispetto all'anno scorso, quindi si scivola di più. Dall'altro lato, c'è più potenza sprigionata dai motori ed è più impegnativa da gestire, ma mi piace. Sono divertenti da guidare. Spero che sembrasse bello anche da fuori, penso che siamo riusciti a rendere la gara eccitante con queste nuove monoposto, con i nuovi motori, quindi penso vadano bene così.

Daniil, ci puoi parlare del tuo passaggio in F1. Prima di arrivarci, la gara più lunga che hai disputato durava 35, 40 minuti, poi il Gran Premio d'Australia, ed è arrivata la sfida di questo weekend in particolare...

Daniil Kvyat: Sì, hai ragione, è stata una gara molto lunga, ma avevo trovato un buon ritmo e non mi è sembrata poi così lunga. Qua sarà un po' diverso, perché è molto, molto più caldo. Vediamo come andrà questa sfida. È difficile da dire per me, ma al momento fa piuttosto caldo, ma non dovrebbe essere un grosso problema, alla fine.

Kamui, un rientro difficile per te in Australia. Che cosa è successo all'inizio? Che problemi avete avuto in generale nel weekend australiano e quanto siete riusciti a sistemare?

Kamui Kobayashi: Se penso che il primo incidente del 2014 è stato il mio, non è molto bello! Ma è dovuto a un guasto del sistema. Ho sentito subito che c'era qualcosa che non andava. Sono andato nel panico, la mia monoposto non si fermava e non ho potuto fermare nulla. Mi dispiace per Felipe... Non volevo ovviamente causare un incidente e non volevo che la gara finisse così. Dobbiamo assicurarci che non accada più. È stato un fine settimana molto difficile, perché già avevo saltato tutto il venerdì di prove libere. In Q2 ero abbastanza soddisfatto. Ma non abbiamo ancora tirato fuori il potenziale della monoposto. Non vedo l'ora che sia questo weekend. È la nostra gara di casa ed è importante fare un gran risultato.

Pastor, rispetto a quello che siete riusciti a fare con la monoposto in termini di chilometri, che sensazioni hai al riguardo? Come ti senti? Ti senti ottimista rispetto al potenziale della monoposto? 

Pastor Maldonado: È molto difficile da dire, perché tutto è nuovo per noi. Abbiamo bisogno di più tempo sulla monoposto, per esplorarne il potenziale. Non ho brutte sensazione, ma rispetto agli altri team, abbiamo bisogno di più tempo in pista e dobbiamo fare il possibile per recuperare il distacco. È un inizio di stagione molto impegnativo, ma per fortuna le cose in F1 cambiano molto in fretta. Abbiamo lavorato sodo, il team è abbastanza bravo a reagire e spero che questa gara vada meglio per noi.

Kimi, data la natura particolare di questo circuito, pensi che sarete in grado di mostrare di più cosa è in grado di fare la Ferrari, questo weekend, rispetto all'Australia?

Kimi Raikkonen: Non lo so. Ogni circuito è diverso, chiaramente, fa molto caldo, è molto umido qua, le gomme avranno un comportamento un po' diverso, ma non ho idea. Anche negli anni scorsi era difficile predire qualcosa di gara in gara, specialmente quest'anno con queste nuove regole. Sarà difficile, ma speriamo di avere un feeling migliore e di avere più esperienza. Spero anche che le cose vadano un po' meglio rispetto allo scorso weekend e di ottenere un risultato migliore.

Nico, l'anno scorso per te è stata una gara piena di eventi qua, specialmente verso la fine. Ti aspetti un'altra bella battaglia questo weekend?

Nico Rosberg: Sarebbe grandioso. C'è la probabilità che saremo davanti, perché sembra che abbiamo un po' più di vantaggio rispetto agli altri. Melbourne non vale come valori definitivi in pista, dobbiamo essere cauti, ma siamo messi bene, quindi è possibile ottenere un altro grande risultato anche qua.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.