GP della Cina: le dichiarazioni di Red Bull, Toro Rosso e McLaren

di 13 aprile 2015, 15:30 87 visualizzazioni
GP della Cina: le dichiarazioni di Red Bull, Toro Rosso e McLaren

Qui di seguito, potrete leggere le dichiarazioni dei team Red Bull, Toro Rosso e McLaren.

Daniel Ricciardo: "In partenza, mi si è inserito il sistema anti-stallo, dobbiamo capire perché sia successo questo. È frustrante, perché ha pregiudicato la gara e mi ha bloccato nel traffico. Almeno, qualche lato positivo è che abbiamo imparato qualcosa di nuovo e sappiamo dove migliorare. Non abbiamo ottenuto quanto sperato oggi, ma speriamo in un risultato migliore in Bahrain".

Daniil Kvyat: "È stato un weekend ostico, e non abbiamo avuto il buon risultato sperato. Ho visto molto fumo provenire dal posteriore della mia monoposto, non sono sicuro di cosa sia successo, ma il team sta investigando. Non è facile, ma dobbiamo rimanere forti. Sto con il mio team e ci lavoreremo insieme".

Carlos Sainz: "È stata una gara difficile per noi, oggi. È un peccato, perché stavo andando veramente forte, ma ho fatto un errore. Comunque, abbiamo avuto un problema al cambio, che ci ha fatto perdere ulteriore tempo. Senza quel problema, penso che saremmo stati in grado di lottare per i punti".

Max Verstappen: "È deludente finire così una gara che era veramente grandiosa! È frustrante dover fermare la monoposto verso la fine della gara. Non sono contento, ma come team abbiamo fatto il miglior lavoro possibile oggi. La monoposto si è comportata bene e, per quanto ci manchi la velocità di punta, sono riuscito a fare qualche buon sorpasso, che mi hanno divertito molto".

Fernando Alonso: "Non è stata la gara più facile per noi. Non eravamo molto competitivi all'inizio, abbiamo avuto qualche problema aerodinamico, che mi ha rallentato lo stint centrale, ma verso la fine, sono riuscito a spingere nuovamente. Abbiamo ancora molto da imparare per ottenere il massimo dalla monoposto, ma un pomeriggio simile ci è stato molto utile per capire ancora meglio la monoposto. Speriamo di migliorare ancora in Bahrain".

Jenson Button: "Non è andata troppo male, continuiamo a lottare nelle retrovie, il che è un peccato, ma è positivo vedere che stiamo progredendo. Per quanto riguarda l'incidente con Pastor, pensavo che ci fosse spazio verso l'interno, un incidente non è qualcosa che vuoi che capiti. È stato un errore di giudizio, penso. In Bahrain ci auguriamo altri progressi, anche se il circuito non è adatto a noi".


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.