GP del Belgio, gara: le dichiarazioni dei piloti

di 25 agosto 2014, 00:15
GP del Belgio, gara: le dichiarazioni dei piloti

Dopo un esplosivo Gran Premio del Belgio, è stato difficile scegliere le migliori dichiarazioni dei piloti. Ma eccole qua di seguito.

Kevin Magnussen: "Malgrado la penalizzazione dopo la gara, devo dire che mi sono divertito questo weekend. Mi sono divertito molto questo pomeriggio - è stato entusiasmante correre in un circuito fantastico. È stata una sfida dura, perché tutti attorno a me avevano gomme leggermente più fresche e sono tutti grandissimi piloti, non sono le persone più facili da tenere dietro. Ho fatto del mio meglio per difendermi".

Valtteri Bottas: "Oggi il nostro ritmo era molto migliore rispetto alle qualifiche, con buone battaglie con la Ferrari e la Red Bull e credo che terzo fosse il risultato più giusto. Ero bloccato dietro monoposto più lente all'inizio, il che mi ha reso il primo stint difficile, ma sono riuscito a farmi strada. Siamo arrivati qua puntando al podio ed è molto soddisfacente ottenerlo dopo un weekend con alti e bassi".

Nico Rosberg: "È stata una gara dura. Avevamo il ritmo giusto per vincere oggi, ma l'incidente ci è costato un bel risultato, per il team è stata una brutta giornata e sono deluso. In quanto piloti, siamo qua per intrattenere i fan e farli divertire, i duelli sono sempre al limite. Mi dispiace aver toccato Lewis, ma lo vedo come un incidente di gara - esattamente come i commissari di gara. Ci ho provato e dopo che ci siamo toccati, mi sono reso conto che la mia ala anteriore fosse danneggiata. E poi ho visto che anche Lewis aveva un problema, è stato sfortunato ed è stata una sfortuna per il team. Ci siamo seduti a un tavolo, dopo la gara, ma ci saranno altri incontri per evitare gare come oggi". 

Lewis Hamilton: "Sono abbattuto da questo risultato - non solo per il mondiale piloti, ma anche quello costruttori, anche perché oggi avremmo ottenuto una doppietta. È stato un anno impegnativo per tutti e tutta la squadra ha lavorato duramente. Non avevo ben capito la dinamica del contatto, fino a quando non ho visto il replay. Gli ho dato spazio, ho preso la curva come sempre e poi ho sentito una grande botta da dietro. Non potevo fare altro, la mia gara era finita. Mi sono voluto ritirare, perché non riuscivo a recuperare le persone davanti a me, e non sarei riuscito neanche con una safety car. La monoposto era danneggiata. Quello che succederà da qui in avanti non dipende da me - dipende dai boss. È dura da digerire, ma la prendo come una di quelle giornate storte". 

Kimi Raikkonen: "Abbiamo deciso di prendere questa gara in maniera più aggressiva. Quando Bottas si è fatto più vicino, sapevo di non avere la velocità per difendermi in rettilineo ed è riuscito a passarmi. Sono contento di come sia andato questo weekend. Non era facile, e lo sapevamo, ma ce l'abbiamo messa tutta e per la prima volta abbiamo ottenuto una gara pulita senza problemi. Il quarto posto dimostra che stiamo andando nella direzione giusta, ma non vuol dire che si sia già arrivati. Dobbiamo continuare a lavorare".

Daniel Ricciardo: "Tutti dicevano che non avremmo avuto molte possibilità oggi, ma abbiamo avuto un buon ritmo e ci siamo sorpresi. È stato surreale, ma un'altra vittoria va benissimo! Ci sono state delle belle cose, nella vittoria di oggi, le prime due vittorie sono arrivate con uno stile aggressivo di corsa, oggi è stata più studiata, ed è stato bello correre in circostanze differenti".


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.