ULTIME NEWS
Espandi le news
NASCAR Keselowski esce vincitore dall'inferno di Talladega! 16-10
MOTO2 Squalifica per Dominique Aegerter a Misano. Vittoria per Luthi 15-10
WEC Fuji: doppietta Toyota, festa Porsche rimandata 15-10
SEVEN È arrivato il momento di crederci, tutti insieme. Forza Dovi! 15-10
ALTRE CATEGORIE Musquin vince la Monster Energy Cup 2017 15-10
MOTOGP GP Giappone: altro duello Dovizioso-Marquez, vittoria incredibile del Dovi 15-10
MOTO2 GP Giappone: terza vittoria dellanno per Alex Marquez 15-10
MOTO3 GP Giappone: dominio degli italiani, vince Fenati 15-10
PAROLA DI CORSARO Devi crescere, Maverick Vinales! 14-10
WEC Fuji: doppia pole Porsche sotto la pioggia 14-10
MOTO2 GP Giappone: Nakagami segna la prima pole dellanno in casa 14-10
MOTOGP GP Giappone: Zarco beffa tutti ed è in pole a sorpresa 14-10
Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
V6DINO

Penske PC4 '76

Recommended Posts

Inviata (modificato)

Penske PC4 '76.png

DATI GENERALI

Scuderia:    Citibank Team Penske
Anno di produzione:    1976
Motore:    Ford Cosworth DFV V8 2993cc.
Telaio:     Monoscocca in alluminio
Carburante e lubrificanti:    Sunoco
Pneumatici:    Goodyear
Luogo di Produzione:    Poole, Dorset (GBR)
Progettista:    Geoff Ferris
Impiegata nel:    1976
Piloti:    John Watson
    
STATISTICHE    
    
GP Disputati:    10 (+ 1 Extra Campionato)
Vittorie:    1
Podi:    0
Pole Position:    0
Giri Più Veloci:    0
Miglior risultato:     Penske 5° posto nel Campionato Costruttori 1976

 

PC4

La nuova PC4, sviluppo definitivo dell'originale progetto di Geoff Ferris, fu pronta in tempo per il Gran Premio di Svezia 1976. La vettura aveva un telaio molto basso e filante, decisamente moderno per i dettami dell'epoca e caratterizzato da un posizionamento dei radiatori sulle fiancate e dalle caratteristiche prese d'aria sul cupolino alle spalle del pilota. Ad Anderstorp la vettura fu presentata con un alettone anteriore voluminoso che ricordava molto da vicino quello della Ferrari 312 T2, ma dopo che Watson aveva lamentato un eccessivo sottosterzo, dalla gara successiva fu dotata di un flap più tradizionale. Il risultato fu molto competitivo: Watson finì terzo in Francia ed in Gran Bretagna e vinse il Gran Premio di Austria a Zeltweg, primo ed unico successo della Penske in F.1 e seconda vittoria di una vettura di "passaporto" americano dopo quello della Eagle di Gurney in Belgio nel 1966. Al termine di quella stagione, Roger Penske decise di dedicarsi solo alle corse americane, anche per la perdita dello sponsor principale, la banca First National passata alla Tyrrell. Gli chassis “PC4” furono ceduti alla scuderia tedesca ATS che li portò in pista anche nel Mondiale 1977. La bontà del progetto fu confermato dall'insperato punto, uno degli ultimi "non ufficiali" nella storia della F.1, colto da Jarier a Long Beach. Nel 1978, la PC4-chassis 2 è stata rielaborata dalla ATS ed utilizzata nel campionato 1978 come ATS HS1.

PC4-1.jpg

PC4-2.jpg

     ( Massimo Piciotti )

Modificato da V6DINO
  • Like 4

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Accedi per seguirlo  



×