ULTIME NEWS
Espandi le news
WEC Rebellion Racing torna in LMP1 ingaggiando Jani e Lotterer 13-12
SEVEN Gomme, gomme, sempre gomme 13-12
SEVEN AAA (Grove) Cercasi seconda guida: no pensionati o fenomeni 12-12
PAROLA DI CORSARO Letterina di Natale a tema Formula 1 9-12
WEC Gli equipaggi Porsche per la prossima 24h di Le Mans 9-12
F1 Felipe Massa entra in FIA come presidente CIK (Commissione Internazionale Karting) 8-12
Jean Todt rieletto presidente FIA per la terza volta 8-12
WTCR Ecco il format dei weekend di gara 2018 7-12
WEC Le novità dopo il Consiglio Mondiale FIA 7-12
WRX Rilasciato il calendario per la stagione 2018 6-12
FORMULA E Confermata Punta del Este al posto di San Paolo 6-12
WTCR Ufficiale la fusione tra TCR International e WTCC 6-12
Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
V6DINO

Footwork FA14 '93

Recommended Posts

Inviata (modificato)

Footwork FA14 '93.png

DATI GENERALI

Scuderia:    Footwork Mugen Honda
Anno di produzione:    1993
Motore:    Mugen Honda MF-351HB V10 3493cc
Telaio:     Monoscocca in fibra di carbonio
Carburante e lubrificanti:    BP
Pneumatici:    Goodyear
Luogo di Produzione:    Milton Keynes (GBR)
Progettista:    Alan Jenkins
Impiegata nel:    1993
Piloti:    Derek Warwick, Aguri Suzuki
    
STATISTICHE    
    
GP Disputati:    14
Miglior risultato:     D. Warwick 4° nel GP Ungheria 1993

 

FA14

La FA14 è la seconda vetture prodotta dalla Arrows/Footwork sfruttando la collaborazione con la Mugen Honda, nuovamente sotto la guida tecnica di Alan Jenkins. Il progetto era ambizioso e godeva anche di una partnership siglata da Jackie Oliver con Ron Dennis e la McLaren che fornì alla scuderia anglo-giapponese le sue sospensioni attive e diverse altre parti componenti utilizzando la Footwork come una sorta di laboratorio. Ma nonostante questo sforzo ed il ritorno in pista dopo tre anni di lontananza dalla F.1 del veterano Derek Warwick, i risultati si rivelarono poco più che modesti, con solo un leggero miglioramento nella seconda parte della stagione dopo un inizio disastroso. Furono proprio le sospensioni attive a fornire i problemi di messa a punto più grossi anche per la poca esperienza con questa tecnologia da parte della scuderia: la Footwork Corporation – che peraltro avrebbe attraversato da lì a qualche anno un periodo di profonda crisi economica – cominciò a mettere in discussione l'opportunità di sostenere uno sforzo di questo tipo senza risultati concreti e senza un ritorno di immagine vincente. Dopo alcuni mesi di incertezza, a fine stagione Wataru Ohashi annunciò il disimpegno dell'azienda come sponsor e la sua uscita dalla direzione del team, nonostante il fatto che il nome Footwork dovesse essere mantenuto, in rispetto dell'accordo originale, ancora per tre stagioni. La direzione della scuderia tornò così nelle mani della coppia Oliver-Rees, anche se le casse erano rimaste desolatamente vuote.

FA14-1.jpg

FA14-2.jpg

FA14-3.jpg

      ( Massimo Piciotti )

Modificato da V6DINO
  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Accedi per seguirlo  

×