ULTIME NEWS
Espandi le news
WRC Tänak firma con Toyota per il 2018 Ieri 14:37
F1 Gran Premio degli Stati Uniti 2017 | ANTEPRIMA Ieri 13:30
NASCAR Keselowski esce vincitore dall'inferno di Talladega! 16-10
MOTO2 Squalifica per Dominique Aegerter a Misano. Vittoria per Luthi 15-10
WEC Fuji: doppietta Toyota, festa Porsche rimandata 15-10
SEVEN È arrivato il momento di crederci, tutti insieme. Forza Dovi! 15-10
ALTRE CATEGORIE Musquin vince la Monster Energy Cup 2017 15-10
MOTOGP GP Giappone: altro duello Dovizioso-Marquez, vittoria incredibile del Dovi 15-10
MOTO2 GP Giappone: terza vittoria dellanno per Alex Marquez 15-10
MOTO3 GP Giappone: dominio degli italiani, vince Fenati 15-10
PAROLA DI CORSARO Devi crescere, Maverick Vinales! 14-10
WEC Fuji: doppia pole Porsche sotto la pioggia 14-10
Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
V6DINO

Arrows A1 '78

Recommended Posts

Inviata (modificato)

Arrows A1 '78.png

DATI GENERALI

Scuderia:    Arrows Racing Team
Anno di produzione:    1978
Motore:    Ford Cosworth DFV V8 2993cc.
Telaio:     Monoscocca in alluminio
Carburante e lubrificanti:    Fina, Valvoline
Pneumatici:    Goodyear
Luogo di Produzione:    Milton Keynes (GBR)
Progettista:    Tony Southgate, Dave Wass
Impiegata nel:    1978
Piloti:    Riccardo Patrese, Rolf Stommelen
    
STATISTICHE 
   
    
GP Disputati:    5 (+ Campionato Britannico F1)
Miglior risultato:     R.Patrese 4° posto nel GP Canada 1978

 

A1

Tony Southgate si aspettava che la querelle Arrows-Shadow per la paternità della FA1 avrebbe potuto concludersi con la necessità di utilizzare una vettura diversa. Per questo, insieme a Dave Wass, si era tenuto nel cassetto il progetto della "A1", quella che si può considerare la prima "vera" Arrows da Gran Premio. Finita in fretta e furia quando la sentenza del tribunale fu pronunciata – per dare una idea della situazione basti dire che la nuova monoposto fu presentata alla stampa appena tre giorni dopo che la giuria aveva emesso il verdetto – la vettura, sebbene abbastanza simile alla precedente, si rivelò molto meno competitiva, anche perché fu portata in pista praticamente senza test e la sua messa a punto si rivelò decisamente difficile.  

A1.jpg

   ( Massimo Piciotti )

Modificato da V6DINO
  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Silverstone Classic, 2012...

8e2pcMf.jpg

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

@leopnd, questa è la "B" va dopo ;) (poi cancelli questo post)

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La versione B con il numero 35?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
1 ora fa, leopnd ha scritto:

La versione B con il numero 35?

si Leo, non ci si deve affidare alle "ricostruzioni" delle monoposto usate in gare veteran, di A1  originali credo non ve ne siano in circolazione..La differenza principale sta nelle fiancate e la A1, come si vede non aveva la carena dell'abitacolo completa, infatti si vede l'asta del cambio fuori. Ad ogni modo non è importante :)

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Benissimo! :) Quindi sposto questa nella versione B? Ok?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

La vettura fu progettata e realizzata in due mesi. Doveva essere terminata per il Gran premio di Germania, perché doveva garantire la presenza del team al GP più importante per la Warsteiner.

Southgate narra che riuscirono ad ottenere che la sentenza venisse emessa il giorno dopo il GP, così da avere il tempo di portare la vettura a Zandvoort per i test pre-GP.

Il progetto era segretissimo (temevano che Nichols li bloccasse sostenendo si trattasse di un escamotage) , tanto che il lavoro fu realizzato in buona parte presso la Pilbeam (che aveva realizzato tra le altre la LEC del 1977) su disegni che Southgate definì poco dettagliati anche perché fu distratto da grossi problemi famigliari. Quando arrivò la sentenza, la vettura fu mandata a Zandvoort. La Shadow fece una nuova citazione sostenendo si trattasse di un escamotage. Quando gli avvocati della Shadow si presentarono a Milton Keynes la settimana dopo con i loro periti, dovettero riconoscere che non c'era più un pezzo copiato dalla Dn9 e fecero i complimenti a Southgate e Wass. 

 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Accedi per seguirlo  

P300 MAGAZINE NUMERO TRE


Clicca sulla copertina per iniziare a leggere!


×