ULTIME NEWS
Espandi le news
WRC Tänak firma con Toyota per il 2018 Ieri 14:37
F1 Gran Premio degli Stati Uniti 2017 | ANTEPRIMA Ieri 13:30
NASCAR Keselowski esce vincitore dall'inferno di Talladega! 16-10
MOTO2 Squalifica per Dominique Aegerter a Misano. Vittoria per Luthi 15-10
WEC Fuji: doppietta Toyota, festa Porsche rimandata 15-10
SEVEN È arrivato il momento di crederci, tutti insieme. Forza Dovi! 15-10
ALTRE CATEGORIE Musquin vince la Monster Energy Cup 2017 15-10
MOTOGP GP Giappone: altro duello Dovizioso-Marquez, vittoria incredibile del Dovi 15-10
MOTO2 GP Giappone: terza vittoria dellanno per Alex Marquez 15-10
MOTO3 GP Giappone: dominio degli italiani, vince Fenati 15-10
PAROLA DI CORSARO Devi crescere, Maverick Vinales! 14-10
WEC Fuji: doppia pole Porsche sotto la pioggia 14-10
Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
BJ-99

Pinne e T-wing

Recommended Posts


Devo dire che il video più interessante è quello della t-wing. Un'aletta così brutta a livello estetico e dettata da un buco regolamentare sembra essere altamente utile...

Per la entrambe saranno abolite nel 2018. Per la pinna un po' mi dispiace, per la t-wing decisamente no.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Salve a tutti

che poi sula loro reale efficacia nutro infiniti dubbi ... tutte le volte che in gara in un contatto il pilota X ha perso uno o più profili dell'ala anteriore o un deviatore all'altezza delle prese d'aria laterali la stimata perdita di carico cha avrebbe portato ad una perdita di efficenza aerodinamica con danno in termini di decimi di secondo non è mai stata dimostrata dal reale innalzarsi dei tempi sul giro o da un degrado maggiore degli pneumatici derivante dallo squilibrio sull'asse anteriore ... 

sono sempre stato favorevole ad un disegno più lineare delle carrozzerie (ritenendo che il carico utile, ovvero senza particolari effetti collaterali è quello dato dal corpo vettura) con ala anteriore monoprofilo e posteriore a doppio profilo, fine. 

Trovo queste F.1 orrende come quelle degli ultimi anni, più prestazionali sicuro e col grande merito di aver rimescolato le carte tecniche azzerando di fatto i vantaggi di pu; ma per il resto il fascino, la bellezza delle forme non è di queste vetture.

Alla prossima

Franz

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
9 hours ago, znarfdellago said:

Salve a tutti

che poi sula loro reale efficacia nutro infiniti dubbi ... tutte le volte che in gara in un contatto il pilota X ha perso uno o più profili dell'ala anteriore o un deviatore all'altezza delle prese d'aria laterali la stimata perdita di carico cha avrebbe portato ad una perdita di efficenza aerodinamica con danno in termini di decimi di secondo non è mai stata dimostrata dal reale innalzarsi dei tempi sul giro o da un degrado maggiore degli pneumatici derivante dallo squilibrio sull'asse anteriore ... 

sono sempre stato favorevole ad un disegno più lineare delle carrozzerie (ritenendo che il carico utile, ovvero senza particolari effetti collaterali è quello dato dal corpo vettura) con ala anteriore monoprofilo e posteriore a doppio profilo, fine. 

Trovo queste F.1 orrende come quelle degli ultimi anni, più prestazionali sicuro e col grande merito di aver rimescolato le carte tecniche azzerando di fatto i vantaggi di pu; ma per il resto il fascino, la bellezza delle forme non è di queste vetture.

Alla prossima

Franz

Beh l'ala anteriore è un immenso deviatore di flusso. Serve per ridurre la resistenza all'avanzamento e la turbolenze generate delle ruote oltre che a ridurre i consumi di quest'ultime. Le ali anteriori non generano carico come quelle pre 2008. Poi un conto è avere un danno su un giro tirato dove contano i millesimi, un conto è avere un danno in gara quando in gara quando il tempo sul giro si allunga e piuttosto di perdere secondi preziosi al pit-stop ti tieni una vettura che se anche sbanda leggermente a destra o a sinistra in rettilineo...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
Accedi per seguirlo  

P300 MAGAZINE NUMERO TRE


Clicca sulla copertina per iniziare a leggere!


×