ULTIME NEWS
Espandi le news
WEC BMW annuncia i suoi piloti per la stagione 2018-2019 Ieri 23:01
WEC Rebellion Racing torna in LMP1 ingaggiando Jani e Lotterer 13-12
SEVEN Gomme, gomme, sempre gomme 13-12
SEVEN AAA (Grove) Cercasi seconda guida: no pensionati o fenomeni 12-12
PAROLA DI CORSARO Letterina di Natale a tema Formula 1 9-12
WEC Gli equipaggi Porsche per la prossima 24h di Le Mans 9-12
F1 Felipe Massa entra in FIA come presidente CIK (Commissione Internazionale Karting) 8-12
Jean Todt rieletto presidente FIA per la terza volta 8-12
WTCR Ecco il format dei weekend di gara 2018 7-12
WEC Le novità dopo il Consiglio Mondiale FIA 7-12
WRX Rilasciato il calendario per la stagione 2018 6-12
FORMULA E Confermata Punta del Este al posto di San Paolo 6-12
Vai al contenuto
Accedi per seguirlo  
V6DINO

Honda RA301

Recommended Posts

 

Honda RA301.png

DATI GENERALI

Scuderia:    Honda Racing
Anno di produzione:    1968 (in collaborazione con Lola Cars)
Motore:    Honda RA273E V12 2993cc.    
Telaio:     Monoscocca in alluminio
Carburante e lubrificanti:    Shell
Pneumatici:    Firestone
Luogo di Produzione:    Yaesu (JPN) e Bromley (GBR)
Progettista:    Derrick White (della Lola), Yoshio Nakamura, Shoichi Sano 
Impiegata nel:    1968
Piloti:    John Surtees, David Hobbs
    
STATISTICHE    
    
GP Disputati:    11
Vittorie:    0
Podi:    0
Pole Position:    1
Giri Più Veloci:    1
Miglior risultato:     6° posto nel Campionato Costruttori 1968

 

 

Anno di produzione: 1968

Luogo di produzione: Tokyo, Giappone

Designer: Yoshio Nakamura, Derrick White, Shoichi Sano

Esemplari costruiti: 2

Prima iscrizione: Race of Champions, Brands Hatch, 17 marzo 1968

Esordio in Campionato: GP di Spagna, Jarama, 12 maggio 1968

 

Anche la RA301 come la sua diretta precedente RA300, fu sviluppata dalla Honda in collaborazione con la Lola Cars che aveva siglato la vettura come "T180". Nato con grandi ambizioni, il progetto 301 si rivelò tuttavia di successo inferiore alle attese, forse per le limitate differenze introdotte rispetto alla versione precedente e per la sostanziale invarianza del motore. La vettura, sebbene capace di ottime prestazioni di punta, si rivelò assai fragile e difficilmente capace di terminare una corsa. Furono forse gli scarsi risultati ottenuti che portarono Soichiro Honda a mettere in discussione il suo impegno in F.1: il tragico incidente di Jo Schlesser a Rouen fece il resto e lo portò alla decisione finale.

Honda RA301.jpg

 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Accedi per seguirlo  

×