ULTIME NEWS
Espandi le news
WEC Rebellion Racing torna in LMP1 ingaggiando Jani e Lotterer 13-12
SEVEN Gomme, gomme, sempre gomme 13-12
SEVEN AAA (Grove) Cercasi seconda guida: no pensionati o fenomeni 12-12
PAROLA DI CORSARO Letterina di Natale a tema Formula 1 9-12
WEC Gli equipaggi Porsche per la prossima 24h di Le Mans 9-12
F1 Felipe Massa entra in FIA come presidente CIK (Commissione Internazionale Karting) 8-12
Jean Todt rieletto presidente FIA per la terza volta 8-12
WTCR Ecco il format dei weekend di gara 2018 7-12
WEC Le novità dopo il Consiglio Mondiale FIA 7-12
WRX Rilasciato il calendario per la stagione 2018 6-12
FORMULA E Confermata Punta del Este al posto di San Paolo 6-12
WTCR Ufficiale la fusione tra TCR International e WTCC 6-12
Vai al contenuto
V6DINO

Brabham BT42 MRD '73

Recommended Posts

Inviata (modificato)

 

Brabham BT42 MRD '73.png

Brabham BT42 Brasil '73.png

 

DATI GENERALI

Scuderia  Motor Racing Developments Ltd
Anno di produzione  1973
Motore  Ford Cosworth DFV V8 2993 cc   
Telaio Monoscocca in alluminio
Carburante e lubrificanti    
Pneumatici  Goodyear
Luogo di produzione  Chessington (GBR) google maps
Progettista  Gordon Murray
Impiegata nel  1973 e 1974
Piloti  9 John Watson 10 Carlos Reutemann 
11 Wilson Fittipaldi

STATISTICHE
GP Disputati  12 (+2 fuori campionato)    
Vittorie  0
Podi  2
Pole Position  0
Giri Più Veloci  0

 

BT42

Dopo l'uscita di scena di Ron Tauranac e la fugace apparizione dell'ex-McLaren Ralph Bellamy, il nuovo proprietario della Brabham Bernie Ecclestone affidò il progetto della nuova vettura per la stagione 1973 ad un giovane ingegnere ventisettenne nato e cresciuto in Sudafrica da genitori scozzesi e che si era trasferito in Europa nel 1969 per lavorare alla Lotus. Si chiamava Gordon Murray. Murray si rivelerà uno dei più prolifici e geniali progettisti degli anni '70 e la "BT42" fu la sua prima vettura progettata in qualità di "chef designer". Originale ed innovativa, sebbene non sia mai riuscita a cogliere un successo in pista, la "BT42" si rivelò una buona vettura, ebbe una carriera piuttosto lunga grazie alle numerose apparizioni in scuderie private anche nella stagione '74 e fu l'anello di congiunzione fondamentale che portò Murray nella stagione successiva a progettare la "BT44" che riporterà la Brabham , dopo qualche anno di flessione, a tornare nel novero dei top team.

Brabham BT42-1.jpg

Brabham BT42-2.jpg

Brabham BT42-3.jpg

 

Modificato da V6DINO
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti


×