Formula E: Prost chiude i test, ma di Grassi rimane il più veloce

di 25 agosto 2015, 18:28 105 visualizzazioni
Formula E: Prost chiude i test, ma di Grassi rimane il più veloce

I test della Formula E a Donington si sono conclusi in un clima di tristezza, per la sopraggiunta notizia della scomparsa di Justin Wilson, dopo l'incidente di domenica a Pocono. A questo alone di malinconia si è aggiunta l'ennesima giornata non meteorologicamente fantastica, con la pioggia che si è abbattuta sul tracciato per gran parte della sessione pomeridiana.

Nicolas Prost è risultato essere il più veloce nel corso delle ultime sei ore di prove. Il francese del team DAMS ha ottenuto anche il suo miglior tempo assoluto, in 1:30.513, durante la tranche mattutina. Questo significa che il miglior tempo assoluto nella sei giorni britannica rimane nelle mani di Lucas di Grassi e della sua Spark-Abt Schaeffler. Il brasiliano è l'unico ad essere sceso sotto il muro dell'1:30, martedì scorso.

Doppietta DAMS quest'oggi, perché alle spalle di Prost si è piazzato il vice-campione in carica Sébastien Buemi, che come il compagno di squadra sarà ancora in pista nel weekend per la 6 Ore del Nürburgring valida come quarto appuntamento del Mondiale Endurance.

Terza posizione per Jérôme d'Ambrosio, sceso per la prima volta sotto l'1:31 sulla sua Spark-Venturi del team Dragon. Il belga ha preceduto di appena nove millesimi la Mahindra di Bruno Senna. Quinta la Venturi "ufficiale" di Stéphane Sarrazin.

Jean-Éric Vergne ha chiuso al sesto posto, segnando però il miglior crono durante le tre ore del pomeriggio. Nella classifica assoluta, comunque, il francese paga circa mezzo secondo al compagno di squadra Sam Bird.

Dopo cinque giornate riempite solo con qualche "splash", il team Andretti ha preso la decisione di ritornare al powertrain McLaren della prima stagione. I risultati si sono visti subito, allorché Robin Frijns è stato il secondo più veloce nel pomeriggio, figurando come ottavo di giornata. L'olandese, a seguito dei tragici eventi del weekend riguardanti Wilson, potrebbe essere ora il primo candidato a pilotare la vettura #27 gestita dalla squadra statunitense. Si è ben comportata anche Simona de Silvestro, undicesima assoluta e quinta nella seconda parte di giornata.

Discreto debutto in Formula E anche per Stefano Coletti, decimo di giornata e quarto più veloce tra i piloti saliti sulla Aguri in questi sei giorni. La corsa ai due posti della scuderia giapponese è più che mai aperta, dopo la dipartita di Salvador Durán verso il team Trulli.

A proposito di Trulli, proprio in questi due giorni è emersa la possibilità che il team italiano salti il primo round stagionale, posticipando il proprio debutto a Putrajaya. Del resto, la powertrain Motomatica non ha permesso che un numero risicatissimo di tornate, peraltro tutte percorse da Vitantonio Liuzzi solo oggi. Una strada più che mai in salita per la scuderia gestita dal pilota di Pescara, che può tuttavia ancora "copiare" la scelta operata da Andretti tornando alla motorizzazione McLaren-Hewland.

Non naviga in buone acque nemmeno il team China. Il motore NextEV non è risultato essere molto efficiente, più dal punto di vista della prestazione che dell'affidabilità: Nelson Piquet Jr. ha fermato oggi i cronometri sul tempo di 1:33.679, ben tre secondi e sette decimi più lento del nuovo record della pista.

Con queste premesse, tutti i materiali verranno ora inviati alla volta di Pechino, dove il 17 ottobre prenderà ufficialmente il via la seconda stagione.

Classifica di giornata:

day6

Classifica assoluta:

genday6

Immagine copertina: twitter.com/autosport


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.