FORMULA E Parigi: di Grassi vince di nuovo e allunga in classifica

di 23 aprile 2016, 18:11
Formula E | Parigi: di Grassi vince di nuovo e allunga in classifica

Stessa prima fila, stesso esito finale: anche a Parigi come a Long Beach, Lucas di Grassi vince partendo dalla seconda posizione in griglia e Sam Bird perde un potenziale podio per un suo errore. Il brasiliano si è aggiudicato la settima prova della Formula E 2015-2016, successo molto importante in chiave campionato considerati i dieci ulteriori punti guadagnati su Sébastien Buemi, che dopo una deludente qualifica ha recuperato il terzo posto. Sul podio sale anche uno dei quattro piloti di casa, forse il meno pronosticabile dato l'andamento di questo campionato: Jean-Éric Vergne, secondo.

Di Grassi sorprende il poleman Bird già alla prima curva. Il britannico parte male facendo pattinare le ruote posteriori della sua Virgin-Citroën e perdendo una posizione anche nei confronti del compagno di squadra Vergne, che si porta subito secondo. Nelle posizioni di immediato rincalzo, Frijns scatta al rallentatore perdendo tre posizioni, ne approfittano Turvey, Buemi e da Costa.

La Abt-Schaeffler #11 guadagna rapidamente terreno sulle due Virgin, inseguite a loro volta da Prost e Sarrazin. Al sesto giro, Frijns si riprende l'ottava posizione su da Costa con un attacco millimetrico, mentre Duval si ferma con il cambio kappaò provocando una full course yellow. Nel frattempo, anche Ma si mette in evidenza nelle retrovie effettuando un paio di sorpassi al limite su Conway e Simona de Silvestro.

Subito dopo il regime di neutralizzazione, Buemi rompe gli indugi e supera la China-NextEV di Turvey, sorprendentemente prestazionale in terra di Francia ma ancora debole sul passo di gara. Passano pochi secondi e lo svizzero riceve anche il FanBoost, così come Vergne e Duval, come detto però già ritirato. Turvey viene scalzato anche da Frijns durante il decimo giro, iniziando poi una strenua difesa nei confronti di un nervoso da Costa, che per diverse tornate cercherà in ogni modo di guadagnare la posizione.

Il portoghese del team Aguri ha ragione del britannico di Penrith solo al sedicesimo giro. Nel corso della stessa tornata è invece vittima di un problema tecnico la seconda China-NextEV, quella di Nelsinho Piquet che stava occupando la decima posizione, mentre Buemi ha ragione anche di Sarrazin per la quinta piazza.

A suon di giri veloci, Buemi arriva rapidamente alle calcagna di Nicolas Prost, pressandolo per qualche passaggio fino al sorpasso avvenuto al ventiduesimo giro. Qualche problema nella gestione della batteria impone a Sarrazin di calare il ritmo, favorendo il sorpasso di Frijns. Nel frattempo, la bagarre impazza anche tra le Virgin, con Vergne e Bird che vengono a contatto senza però che il francese ceda il passo all'inglese.

In casa Aguri sono costretti ad anticipare di un giro la sosta, vedendo un eccessivo consumo di batteria sia sulla monoposto di da Costa che su quella di Ma, con quest'ultimo che perde un ulteriore giro al pit stop. Sempre al termine del ventiduesimo giro, anche Conway effettua il cambio vettura. La maggioranza degli altri concorrenti in gara rientrano ai box al passaggio successivo, con l'unico cambiamento di posizione costituito da Sarrazin che recupera la posizione su Frijns.

Entrano in zona punti Senna e Abt, che hanno ritardato la sosta, rispettivamente nono e decimo, mentre da Costa grazie ad una sosta molto veloce recupera il gap su Frijns, attaccandolo senza successo.

Il focus della gara si concentra ora sulla lotta per il secondo posto tra Vergne e Bird, presto raggiunti anche da Buemi. La Virgin #2 si ritrova quindi tra le due vetture scelte dal pubblico per il FanBoost, ma lo svizzero della DAMS non è abile a sfruttare la potenza aggiuntiva rimanendo in quarta posizione. A regalare il podio a Buemi ci pensa tuttavia lo stesso Bird, che esattamente come a Long Beach commette un errore alla curva 1 al quarantesimo giro, allungando nella via di fuga.

Passa un giro e la gara si conclude con l'incidente di Ma Qinghua, che distrugge contro il muro la Aguri #77 provocando l'ingresso della Safety Car. I detriti rimasti in pista non vengono rimossi per tempo e la bandiera a scacchi sventola in regime di neutralizzazione, celebrando per la terza volta in questa stagione la vittoria di Lucas di Grassi. Vergne e Buemi completano il podio davanti a Prost e Sarrazin, Frijns regola da Costa per il settimo posto, Senna e Abt chiudono la zona punti.

Di Grassi si porta quindi ad undici lunghezze di vantaggio su Buemi, con quattro gare ancora da disputare, mentre Bird conserva il terzo posto sfruttando anche la giornata nera di d'Ambrosio, solo undicesimo. DAMS mantiene la leadership tra le squadre con 165 punti contro i 158 della Abt Sportsline.

La Formula E torna in pista il 21 maggio, con l'ePrix di Berlino sul nuovo tracciato cittadino che va a sostituire quello dell'aeroporto Tempelhof.

Classifica di gara:

fegaraparis

Classifica di campionato:

fegenparis

Immagine copertina: twitter.com/BaronVonClutch


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.