FORMULA E Hong Kong: Rosenqvist e Mortara sbagliano, Abt ne approfitta

Primo successo ufficiale per Audi, l'italo-svizzero chiude terzo di 03 dicembre 2017, 09:49
Formula E | Hong Kong: Rosenqvist e Mortara sbagliano, Abt ne approfitta

Sono bastate appena due gare al nuovo team ufficiale Audi per sbloccare lo score di vittorie in Formula E. Daniel Abt ha vinto la seconda gara di Hong Kong nel giorno del suo 25° compleanno, approfittando degli errori di Felix Rosenqvist ed Edoardo Mortara ma mostrando allo stesso tempo una condotta di gara responsabile come mai prima di oggi. Per il ragazzo di Kempten è il primo successo elettrico, al 35° tentativo.

Come detto, a decidere la gara sono stati due grossolani errori commessi dal poleman Rosenqvist e da Mortara. Lo svedese è finito in testacoda già alla prima curva, dopo la partenza alle spalle della Safety Car, lanciandosi poi in una furiosa rimonta che lo ha portato al secondo posto sotto la bandiera a scacchi; Mortara ha ereditato subito la leadership dalla Mahindra #19, mostrando un eccellente passo gara combinato ad una gestione della batteria insolitamente accorta per un rookie della categoria, ma nel corso del penultimo giro si è girato a sua volta spalancando paradossalmente le porte della vittoria alla Casa che ha rappresentato per tanti anni prima del passaggio in Mercedes. L'italo-svizzero ha comunque concluso in terza posizione, grande risultato anche per il team Venturi che torna sul podio per la prima volta da Long Beach 2016.

Podio solo sfiorato per Mitch Evans, che dopo le qualifiche si è visto cancellare il suo tempo di Superpole per avere ecceduto nell'utilizzo della batteria durante il giro secco. Partito quarto, il neozelandese della Jaguar ha concluso nella stessa posizione andando nuovamente ad eguagliare il best rank del team britannico dopo Città del Messico 2016 (con lo stesso Evans) e la gara di ieri (con Piquet).

Una poco oculata gestione della batteria è costata ad Alexander Lynn in quinto posto. La Virgin #36 ha percorso l'ultimo giro a rilento, scivolando in decima posizione e venendo superata in sequenza da Vergne, Bird, Turvey, Engel e Prost. Sempre in casa Virgin, buona la rimonta del vincitore di ieri dalla 13^ casella della griglia, segno che anche la vettura anglo-francese può essere seriamente annoverata tra le candidate al titolo.

Da dimenticare, anche oggi, la gara di Sébastien Buemi e Lucas di Grassi. Lo svizzero, partito ultimo dopo l'errore in qualifica, ha concluso 11° mentre il campione in carica è rimasto vittima di un problema alla batteria poco prima del cambio vettura. Di Grassi era stato molto abile nella gestione della prima parte di gara, riuscendo a prendersi un giro in più rispetto alla maggior parte del gruppo e producendosi anche in un bel sorpasso ai danni di Nicolas Prost, ma è stato costretto ad effettuare un reset perdendo tantissime posizioni. 15° al traguardo dopo avere stabilito il giro veloce, per lui zero punti nel primo weekend da campione in carica, esattamente come il suo avversario svizzero della Renault.

Sfortuna anche per António Félix da Costa: quarto nel primo stint di gara dopo essere riuscito a sfilare Lynn durante il quarto giro, il portoghese ha concluso solo 12° dopo un cambio vettura molto lento, esattamente come accaduto ieri. Punti importanti persi per strada dal team Andretti, che ha visto pure un Kamui Kobayashi piuttosto incolore nel suo primo weekend in Formula E.

Il rallentamento di Nelsinho Piquet all'ultimo giro, per problemi di gestione della batteria, ha portato all'errore André Lotterer che per evitare il brasiliano si è scontrato con le barriere esterne dell'ultima curva. Fine settimana difficile anche per il campione proveniente dall'endurance, che ha tagliato il traguardo in 14^ posizione proprio alle spalle di Piquet. 

Ben presto fuori dai giochi Luca Filippi, che dopo la buona qualifica si è scontrato con Rosenqvist nel corso del primo giro in bandiera verde. L'italiano è finito contro le barriere compromettendo la sua gara, conclusasi definitivamente a nove giri dalla fine. Problemi elettrici hanno fermato anche Nick Heidfeld, che ha corso gran parte della gara nella scia di Mortara (da doppiato) ma ha concluso solo 17°.

Grazie alla vittoria odierna, seppure posta sotto investigazione dai commissari per un motivo ancora ignoto, Daniel Abt lascia Hong Kong in testa al campionato con 36 punti contro i 33 del vincitore di ieri, Bird. Quinta posizione per Mortara, a quota 21, mentre Filippi con il punto acciuffato ieri è 14°. Situazione combattuta anche tra i team, con Virgin a 38 punti contro i 37 di Mahindra e i 36 di Audi.

Dopo la pausa natalizia, la Formula E tornerà in gara a Marrakech il 13 gennaio.

Classifica di gara:

Classifica di campionato:

Immagine copertina: twitter.com/audiformulae


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.