FORMULA E Berlino: vince Buemi, Abt ruba punti a di Grassi

di 21 maggio 2016, 20:50
Formula E | Berlino: vince Buemi, Abt ruba punti a di Grassi

La Formula E continua a regalare sorprese e anche l'ePrix di Berlino, sul nuovo circuito cittadino nei pressi di Alexanderplatz, non si è risparmiato. Sébastien Buemi si è aggiudicato la terza vittoria della stagione, precedendo le due Abt-Schaeffler. E qui abbiamo il primo colpo di scena, poiché in un finale rocambolesco Daniel Abt non ha accettato il gioco di squadra con Lucas di Grassi, conquistando il secondo posto e sottraendo al contempo tre preziosi punti al brasiliano. Con il solo gran finale di Londra, in gara doppia, da disputarsi, di Grassi ha un solo punto di vantaggio su Buemi.

Dopo le qualifiche, un valore di pressione pneumatici non conforme al regolamento costa ad entrambe le Mahindra l'ottimo piazzamento conseguito in Superpole: Senna e Heidfeld vengono retrocessi in penultima fila, davanti a Sarrazin e d'Ambrosio che ricevono la stessa sanzione. Sarrazin opta per la partenza dai box.

Al semaforo verde, Buemi brucia il poleman Vergne e prende subito il comando delle operazioni. Il francese del team Virgin non si dà però per vinto e alla staccata dell'ultimo tornantino, al termine del primo giro, ritorna in testa. Alle loro spalle, di Grassi sorprende entrambe le China-NextEV, con Piquet che sbanda all'uscita della prima curva venendo toccato da Turvey; nelle retrovie, Bruno Senna rompe l'ala anteriore della sua Mahindra tamponando René Rast, che subisce invece il cedimento di quella posteriore.

I giudici di gara si dimostrano estremamente fiscali, richiamando Piquet, Turvey, Senna e Rast ai box con bandiera nero-arancione in quanto giudicati pericolosi per i particolari dei loro alettoni a rischio cedimento. Stessa sorte tocca poi a Sam Bird, fino a quel momento quarto alle spalle di Abt. Al sesto giro, Buemi ha definitivamente ragione di Vergne, mentre in quarta posizione si porta Prost davanti a di Grassi.

In sesta posizione si è portato Duval, ma il passo di gara del francese della Dragon-Venturi non è impeccabile e le Andretti di Frijns e Simona de Silvestro lo sopravanzano. Procede bene anche la rimonta di Heidfeld dal sedicesimo posto in griglia: il tedesco della Mahindra, approfittando della pioggia di bandiere nero-arancioni, riesce a recuperare la zona punti già all'undicesimo giro, alle spalle di Mike Conway. Inoltre, Heidfeld viene accreditato del FanBoost insieme a Buemi e Sarrazin.

Nel tentativo di difendersi da Prost, Vergne colpisce un paletto della prima chicane al ventiduesimo giro, subendo a sua volta il richiamo della direzione gara per sostituire l'ala anteriore. Vergne decide di giocarsi tutti e tre i giri a disposizione prima del rientro, ma due passaggi più tardi commette lo stesso identico errore perdendo completamente l'ala e rischiando di picchiare contro il muro. Prost ha vita facile nel superare il connazionale, poco prima del cambio vettura (che di fatto annulla la bandiera nero-arancione esposta a Vergne).

Di Grassi riesce a tardare di un giro la propria sosta, ma questo non ha particolari effetti sulla sua gara, se non quello di scavalcare a sua volta Vergne. Nelle posizioni di immediato rincalzo, un'ottima sosta permette a Heidfeld di riportarsi settimo davanti a Duval e alla de Silvestro.

Al 28esimo giro viene dichiarato il regime di full course yellow per i detriti sparsi da Vergne in precedenza. La situazione rimane "congelata" per quattro tornate, alla ripartenza Conway scavalca la de Silvestro per la nona posizione e Duval viene penalizzato con un drive through per eccesso di batteria utilizzata.

Buemi prende il largo, mentre Abt viene raggiunto da Prost e di Grassi. La difesa della DAMS #8 non è impeccabile e, dopo avere addirittura azzardato un sorpasso all'esterno, di Grassi ha ragione del francese all'ultimo tornantino, al termine del 39esimo giro.

A riaprire inaspettatamente la gara ci pensa Duval, che al 41esimo giro termina il suo ePrix tedesco contro il muretto. La Safety Car ricompatta il gruppo fino all'inizio del 47esimo e penultimo passaggio. Ma, sorprendentemente, nelle ultime battute la classifica non cambia, poiché Abt non cede la seconda posizione a di Grassi nonostante le urla via radio di quest'ultimo, mentre Buemi va a conquistare (con pieno merito) il suo sesto successo tra le elettriche. Un'investigazione sul brasiliano per eccesso di velocità durante la full course yellow mantiene inizialmente la classifica sub-judice, ma alla fine l'ordine d'arrivo è confermato con Prost, Vergne, Frijns, Heidfeld, Conway, de Silvestro e Sarrazin a completare la zona punti.

Di Grassi mantiene la leadership di campionato per una sola lunghezza su Buemi grazie a... Bruno Senna, che al 39esimo giro strappa i due punti del giro veloce allo svizzero. Anche la classifica squadre propone una lotta serrata tra DAMS e Abt Sportsline, divise da undici punti a vantaggio dei francesi.

Dopo la cancellazione del round di Mosca, l'appuntamento finale della Formula E 2015-2016 è per il 2-3 luglio, al Battersea Park di Londra.

Classifica di gara:

feberlingara

Classifica generale:

berlingen

Immagine copertina: twitter.com/RENAULTedams


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.