F2 Monaco: de Vries domina la sprint race, doppietta Rapax

Per l'olandese è il primo successo nella cadetta. Il team italiano festeggia anche Cecotto, secondo di 27 maggio 2017, 17:52
F2 | Monaco: de Vries domina la sprint race, doppietta Rapax

Prima vittoria in F2 per Nyck de Vries, che ha conquistato la sprint race di Montecarlo grazie ad una fenomenale partenza dalla seconda casella della griglia. Festa grande per tutto il team Rapax, che ha piazzato anche il poleman Johnny Cecotto jr in seconda posizione tornando, almeno per un giorno, ai fasti del titolo conquistato nel 2010 (al debutto nella allora GP2) con Pastor Maldonado.

Corsa impeccabile per lo young driver McLaren, che ha dato finalmente un seguito all'ottima pre-season cui non avevano corrisposto due weekend, in Bahrain e Spagna, piuttosto sfortunati. Come previsto, gran parte del risultato finale si è deciso in partenza, momento che spesso (specie in GP3) ha costituito il tallone d'Achille di de Vries ma che oggi è valso un successo importante.

Cecotto non è riuscito a seguire il ritmo del compagno di squadra, trovandosi ben presto a dover difendere la seconda posizione da un gruppo inferocito alle sue spalle. Plotone capitanato da Gustav Malja, salito sul podio dopo avere difeso la sua terza posizione in partenza prima e dai ripetuti attacchi di Luca Ghiotto poi.

Piazzamento molto positivo in ottica campionato per il pilota italiano del team Russian Time, che ha preceduto il compagno di squadra Artem Markelov. Proprio il pilota russo si è esibito in uno dei pochi sorpassi (almeno per quanto concerne le prime posizioni) della gara, con il quale ha freddato Alexander Albon alla Rascasse durante il 20esimo giro. Il thailandese si è dunque accodato a Markelov, precedendo l'altra ART di Nobuharu Matsushita.

Per la classifica generale non è cambiato praticamente nulla, allorché sia Oliver Rowland che Charles Leclerc hanno concluso la gara odierna senza ottenere punti. Rowland è stato superato in corso d'opera da Jordan King, perdendo anche il punticino dell'ottavo posto, mentre la rimonta di Leclerc è durata poche tornate prima del ritiro. Partito piuttosto male dalla 17esima casella, il padrone di casa ha comunque cercato di recuperare posizioni, affidandosi tuttavia spesso ad improbabili staccate al limite alla Rascasse: passato indenne su Latifi, è andata peggio con Norman Nato, con il quale si è scontrato causandone il ritiro. La Direzione Gara ha quindi assegnato a Leclerc dieci secondi di penalità, non scontati al traguardo poiché il team Prema ha deciso di non proseguire ulteriormente con la vettura #1 già "provata" dalla bagarre.

Decima posizione per Antonio Fuoco, che all'ottavo giro ha subìto l'iniziativa di Sergio Canamasas. Lo spagnolo del team Trident non è però riuscito a concretizzare una buona gara, centrando Rowland a tre giri dal termine sempre alla Rascasse e terminando così solo 17esimo. Buone le rimonte, dal fondo dello schieramento, di LatifiVişoiu, 15esimo e 17esimo rispettivamente.

In classifica generale sono sempre tre le lunghezze che separano Leclerc e Rowland. Con i punti della gara sprint si sono rifatte leggermente sotto le Russian Time, con Markelov a -17 e Ghiotto a -21. Per quanto riguarda le squadre, Russian Time scavalca DAMS e si porta al comando con 116 punti contro i 102 della scuderia francese, poi ART con 85 e Prema a quota 79.

Un mese di pausa attende ora la F2, che tornerà poi in gara su un altro circuito cittadino, quello di Baku.

Classifica di gara:

Classifica generale:


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE