F2 Leclerc stravince Gara 2 con pit stop. Ghiotto ottimo 2°

Il monegasco opta per una strategia diversa rispetto agli altri e recupera dalla 14a posizione. di 16 aprile 2017, 14:15
F2 | Leclerc stravince Gara 2 con pit stop. Ghiotto ottimo 2°

Charles Leclerc strabilia tutti grazie anche ad una Prema sugli scudi e vince Gara 2 di F2 in Bahrain, la sua prima della categoria essendo un rookie, sul nostro Luca Ghiotto e Oliver Rowland. Il monegasco e il team optano per una strategia diversa rispetto agli altri e rispetto allo standard di Gara 2, andando a sostituire le gomme medie al 15° dei 23 giri previsti quando ha già 10 secondi di vantaggio sul resto del gruppo. Leclerc rientra 14° e recupera sorpassando tutti, compreso Luca Ghiotto che all'inizio dell'ultimo giro deve desistere dovendosi accontentare comunque di un ottimo secondo posto.

Cronaca 

Matsushita parte dalla pit lane quindi Ghiotto parte di fatto dalla prima posizione vera. In partenza proprio Ghiotto respinge l'attacco di Albon mentre Leclerc si porta in terza posizione. Nato esce con una gomma forata e provoca l'ingresso della SC.
Sette Camara rientra ai box con un problema mentre Markelov, partito con le morbide contro le medie di tutti gli altri, comunica con i box per capire se effettuare un cambio gomme o meno.

La gara riparte al 4° di 23 giri, con Charles Leclerc che opera un sorpasso fantastico su Alex Albon, il quale poi subisce anche l'attacco di Rowland.
Markelov sfrutta le sue gomme morbide e dopo aver superato Albon si lancia su Rowland per la terza posizione. Il russo, comunque, dovrà fermarsi più avanti.

All'inizio dell'8° giro Ghiotto comanda su Leclerc, Markelov in rimonta, Rowland, King e Fuoco, anche lui in risalita. Matsushita, partito dalla pitlane, è 13°.
Passa un giro e grazie al DRS Lclerc passa Ghiotto portandosi in prima posizione, con Markelov che all'inizio dell'11° giro va ai box per montare gomme medie. Il russo rientra 16°.

Ottimo Fuoco che, nello stesso giro, riesce a superare King e sfruttando lo stop di Markelov si trova quarto. Davanti Leclerc comanda davanti Ghiotto e Rowland. Il monegasco scappa a suon di giri veloci e all'inizio del 13° passaggio ha quasi 6 secondi di vantaggio su Rowland che, nel frattempo, ha superato Ghiotto.

15° giro: il team Prema è sugli scudi anche con Fuoco, che è già all'attacco di Ghiotto, mentre Leclerc con quasi 10 secondi di vantaggio sul secondo effettua una sosta non prevista per montare gomme soft. Evidentemente le temperature altissime e l'esperienza della prima gara hanno consigliato la sosta anche in gara 2, dove solitamente si arriva a fine gara senza cambiare gomme.

Il secondo tentativo di Fuoco su Ghiotto va a buon fine. Con Leclerc scalato in 14a posizione, Fuoco è secondo.
All'inizio del 17° giro Rowland comanda su Fuoco, Ghiotto e King. Dietro Leclerc è indiavolato, e con le gomme morbide svernicia chiunque gli si para davanti e un giro dopo è nono, mentre Ghiotto si riprende la posizione su Fuoco.

19° giro: Leclerc è già 7° e ha più che dimezzato il distacco da Rowland in testa alla corsa. Fuoco, intanto, perde posizioni e all'inizio del giro successivo si trova già il compagno alle spalle, 6° sul traguardo. Charles passa Antonio durante il giro e passa sul traguardo all'inizio del 21° giro superando Latifi e successivamente King in poche curve. Show del monegasco che ha ancora due giri per raggiungere Rowland e Ghiotto in testa.

La lotta tra i due in testa, con Ghiotto che riesce a mettersi davanti, permette a Leclerc di avvicinarsi. Charles si sbarazza di Rowland all'inizio dell'ultimo giro e si lancia su Ghiotto: tempo tre curve e Luca, andando leggermente lungo alla fine del T1, lascia spazio al monegasco per involarsi verso la vittoria.

Con questo risultato Leclerc si porta in testa alla classifica con 36 punti, su Markelov con 28 e Rowland con 20.

Immagine di copertina: Charles Leclerc Twitter Page


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE