F2 GP Spagna 2017 - Anteprima

Leclerc in cerca della riconferma dopo avere sbancato il Bahrain di 11 maggio 2017, 11:33
F2 | GP Spagna 2017 - Anteprima

Il Gran Premio di Spagna di questo fine settimana vedrà anche il ritorno in pista della nuova F2, dopo lo storico "debutto" in Bahrain. Un campionato che partiva con il massimo dell'incertezza per quanto riguarda i valori in campo ha già avuto modo di svelare, invece, un autentico talento come Charles Leclerc, capace di staccare una perentoria pole e di aggiudicarsi la sprint race su un circuito pressoché sconosciuto, eccezion fatta per test svolti qualche settimana prima.

Bisogna però precisare che il weekend mediorientale è stato pesantemente condizionato dall'usura delle gomme Pirelli in gara, come avvenuto pressoché sempre dal 2012 in poi. La vittoria di Leclerc è arrivata in modo perentorio ma addirittura dopo avere effettuato un cambio gomme, cosa che solitamente non avviene nella sprint race ma che è riuscita persino a dare un vantaggio al giovane monegasco del team Prema. Il merito di Leclerc è, ad ogni modo, quello di avere saputo leggere ottimamente una gara anomala al debutto nella categoria.

Se nel pilota sotto contratto con Ferrari la F2 ha già trovato un potenziale padrone, Barcellona servirà per capire chi potrà giocarsi il titolo con il campione GP3 in carica. Distante otto punti in classifica da Leclerc c'è Artem Markelov, autentico maestro della gestione delle gomme e vincitore della prima gara in assoluto per quanto riguarda la "F2 3.0": il russo si è trovato leader della generale già l'anno scorso, a inizio stagione, pertanto può essere considerato quanto meno un possibile outsider per il campionato.

Per cercare un rivale di Leclerc, tuttavia, si deve guardare altrove, vista la proverbiale incostanza del pilota del team Russian Time. I due piloti che hanno accompagnato Leclerc sul podio del Bahrain, Oliver Rowland e Luca Ghiotto, hanno già dimostrato di essere piloti veloci ma il loro primo round stagionale è stato piuttosto caratterizzato da un saliscendi, specialmente per il britannico che si è reso protagonista di due gare in rimonta dopo una qualifica deludente.

Norman Nato, netto vincitore della feature race spagnola nel 2016, ha già incassato il primo ritiro stagionale in Bahrain dopo il secondo posto in gara-1. Il francese vanta ormai una grande esperienza con la Dallara GP2/11 e conosce piuttosto bene anche il team Arden, avendoci corso due stagioni fa, ma il suo punto debole è da ricercarsi nella stessa "zona" di Markelov, ossia nella scarsa costanza di rendimento. 

Debutti decisamente meno convincenti di Leclerc per Nyck de Vries e per Alexander Albon. L'olandese ha perso colpi soprattutto in gara, dopo essersi qualificato secondo (per la penalità inflitta ad Antonio Fuoco), ma nel piccolo team Rapax pare avere trovato un ambiente sereno di cui l'anno scorso, all'interno del colosso ART Grand Prix, non aveva invece beneficiato; chi invece in ART ci è rimasto è proprio l'anglo-thailandese, rimasto piuttosto in ombra in Bahrain ma capace di cogliere punti in entrambe le gare.

Veloce, ma evidentemente in un team di seconda fascia, è Jordan King. Il team MP Motorsport è probabilmente l'entità più piccola di tutto il Circus della F2 e il britannico sarà spesso chiamato a "metterci del suo" visto che il suo compagno di squadra, il debuttante Sérgio Câmara, sembra necessitare ancora di qualche weekend di adattamento.

Protagonisti preannunciati saranno anche Nobuharu Matsushita e Antonio Fuoco, i quali però sono già partiti ad handicap portando a casa non più di qualche manciata di punti dal Bahrain: Fuoco, al netto della retrocessione in griglia, nelle qualifiche notturne di Sakhir ha pagato uno scotto di sei decimi dal compagno di squadra, mentre Matsushita ha mal digerito il consumo dei pneumatici nelle due corse venendo complessivamente sovrastato dal debuttante compagno di team.

A Barcellona si assisterà anche al primo avvicendamento nella entry list. Sulla Campos #12, al posto di Stefano Coletti, gareggerà Roberto Merhi. Il fatto curioso è che per il 26enne di Castellón si tratta del debutto assoluto in questa categoria (comprendendo anche la GP2), pur avendo già disputato 14 Gran Premi di Formula 1 al volante della Manor. Dopo una stagione nel WEC il rapporto con la scuderia britannica si è interrotto e Merhi è rimasto senza sedile, dopo essere stato campione europeo e internazionale di Formula 3 nel 2011, pilota Mercedes nel DTM nelle due stagioni successive e terzo nella World Series by Renault del 2014. Su questa vettura, già provata nei test collettivi di Barcellona con risultati non eccelsi, Merhi cercherà di dare nuovo slancio alla sua carriera.

Nota storica, quello di Barcellona non sarà il primo Gran Premio di Spagna di Formula 2: già nel 1967 la categoria venne impiegata, al fianco delle Formula 1, nella corsa extra-campionato che servì a "testare" il nuovo tracciato di Jarama. La corsa venne vinta da Jim Clark, mentre la prima Formula 2 al traguardo fu la Matra-Ford di Johnny Servoz-Gavin, quarta.

2017 Spanish Formula 2 round - Circuit de Barcelona-Catalunya
Round 2/11
12-14 maggio 2017

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 4,655 km
Giri da percorrere:
37 (gara-1), 26 (gara-2)
Distanza totale:
172,235 km (gara-1), 121,03 km (gara-2)
Numero di curve:
16
Senso di marcia: 
orario

RECORD

Giro gara: 1:29.204 - Romain Grosjean - ART Grand Prix - 2008
Giro prova: 1:27.510 - Romain Grosjean - Addax Team - 2009
Vittorie pilota: 1 - Johnny Servoz-Gavin
Vittorie team: 1 - Équipe Matra Sports
Pole pilota: 1 - Jackie Stewart
Pole team: 1 - Tyrrell Racing Organisation
Podi pilota: 1 - Johnny Servoz-Gavin, Jo Schlesser, Jacky Ickx
Podi team: 1 - Équipe Matra Sports, Ford France, Tyrrell Racing Organisation

ALBO D'ORO

PROGRAMMA

Venerdì 12 maggio
12:00-12:45 Prove Libere - SkySport F1
15:55-16:25 Qualifiche - SkySport F1

Sabato 13 maggio
15:40 Gara-1 - SkySport F1

Domenica 14 maggio
10:35 Gara-2 - SkySport F1


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE