F2 GP Monaco 2017 - Anteprima

Il capoclassifica Leclerc cercherà di aumentare il bottino sul tracciato di casa di 24 maggio 2017, 11:37
F2 | GP Monaco 2017 - Anteprima

Per il terzo appuntamento stagionale, la F2 si appresta a percorrere le stradine del Principato di Monaco per la seconda volta nella sua storia. L'unica apparizione delle cosiddette "voiturettes" qui risale al 1959, quando vennero unite all'altrimenti scarno schieramento del Gran Premio di Formula 1: in tre si qualificarono per la gara, ma nessuna andò oltre il primo giro della gara vinta da Jack Brabham

In ben altra forma, oggi questa categoria si presenta a Montecarlo addirittura con un pilota di casa in cima alla classifica, nonostante il pilota in questione non abbia mai gareggiato qui. Il debutto di Charles Leclerc nella serie cadetta è stato folgorante: due vittorie e tre podi in quattro gare, un totale di 73 punti e la sensazione che il pilota del team Prema abbia già messo un primo tassello su quella che sarebbe l'impresa di vincere il titolo all'esordio. 

Il cittadino più glamour del mondo però nasconde mille insidie, si sa. Le gare qui sono tutt'altro che scontate e gli esiti sono spesso a sorpresa: citofonare Artem Markelov, che l'anno scorso conquistò la feature race beneficiando di una Virtual Safety Car, la quale andò comunque ad appaiarsi ad una eccezionale gestione delle gomme che rappresenta indubbiamente il punto forte del pilota russo.

La classifica alle spalle di Leclerc, come ampiamente prevedibile alla vigilia del Gran Premio del Bahrain, è piuttosto incerta. Staccato di 26 punti c'è Oliver Rowland, anch'egli salito sul podio per tre volte in quattro corse e autore qui di un'autentica impresa in World Series by Renault due anni fa: coinvolto in un incidente alla prima curva, il britannico si produsse poi in una grande rimonta a suon di sorpassi (anche nei punti meno immaginabili, come la seconda chicane della Piscina) fino al sesto posto. Passato al team DAMS in quanto young driver Renault, Rowland deve ancora trovare il primo successo in questo campionato.

Situazione analoga per Luca Ghiotto, che ha già all'attivo due secondi posti tra Bahrain e Spagna. Il vicentino ha trovato da subito il giusto feeling con il team Russian Time, ma lo strapotere di Leclerc ha privato di de possibili successi; l'anno scorso nel Principato fu protagonista sfortunato della feature race, conclusasi in anticipo quando un piazzamento a punti e una buona casella di partenza per la corsa sprint erano ad un passo. 

Reduce dal successo nella gara domenicale a Barcellona, Nobuharu Matsushita cercherà di ripetere il successo ottenuto dodici mesi fa, quando sorprese Raffaele Marciello dalla prima fila e si rese inattaccabile per tutta la distanza prevista, prima del fattaccio di Baku. Il nome del pilota nipponico sembra già essere in cima alla lista dei pretendenti ad un volante 2018 nel team Sauber, promesso sposo di Honda. Da tenere d'occhio anche il suo compagno di squadra, Alexander Albon, sempre a punti nei primi due weekend.

Chi invece sta tornando sui livelli di incostanza consueti è Norman Nato, che dopo la piazza d'onore nella prima gara in Bahrain non ha racimolato mezzo punto nelle tre seguenti. Sono ancora vive le immagini che ritraevano la sua furia, un anno fa, dopo la beffa subita da Markelov che a tutti gli effetti strappò al pilota di Cannes quello che sarebbe stato il secondo centro in altrettante gare "lunghe" del 2016.

Protagonisti annunciati ma poco fortunati di questo inizio campionato sono Antonio Fuoco e Nyck de Vries, che hanno raccolto meno del previsto nei primi due weekend stagionali. Se l'olandese è comunque riuscito a lasciarsi alle spalle il più esperto Johnny Cecotto jr all'interno del team Rapax, il confronto tra il pilota calabrese e il compagno di squadra Leclerc in Prema è al momento piuttosto impietoso, con uno "score" di 73 punti contro appena due. Il rookie italiano dovrà almeno cercare di limitare il passivo su una pista anche per lui sconosciuta.

Ennesima novità in casa Campos, che ha trovato il pilota in grado di garantire stabilità alla vettura #12: dopo le parentesi Coletti e Merhi, da Montecarlo tornerà in gara il romeno Robert Vișoiu, già protagonista in GP2 nel corso della stagione 2015 con il team Rapax. Vișoiu è "fermo ai box" proprio dal Gran Premio di Russia di quell'anno, al termine del quale venne rimpiazzato da Gustav Malja.

La F2 arriva inoltre a Montecarlo con qualche indicazione in più sulla fisionomia della prima vera vettura della nuova generazione. Una monoposto che ricorderà per larghi tratti quelle di Formula 1 ma manterrà una componente "di spettacolo" data dalle gomme, che invece non subiranno particolari variazioni rispetto a quelle attualmente in uso.

Come da tradizione, le qualifiche del Principato verranno divise tra numeri pari e dispari al fine di evitare problemi di traffico su un circuito così stretto e tortuoso. 

2017 Monaco Formula 2 round - Circuit de Monaco
Round 3/11
25-27 maggio 2017

INFO CIRCUITO

Lunghezza del circuito: 3,337 km
Giri da percorrere:
42 (gara-1), 30 (gara-2)
Distanza totale:
140,154 km (gara-1), 100,11 km (gara-2)
Numero di curve:
19
Senso di marcia: 
orario

RECORD

Giro gara: 1:20.469 - Pierre Gasly - Prema Powerteam - 2016
Giro prova: 1:19.186 - Sergey Sirotkin - ART Grand Prix - 2016
Pole pilota: 1 - Wolfgang von Trips
Pole team: 1 - Porsche Racing

PROGRAMMA

Giovedì 25 maggio
12:00-12:45 Prove Libere - SkySport F1
16:15-17:00 Qualifiche - SkySport F1

Venerdì 26 maggio
11:30 Gara-1 - SkySport F1

Sabato 27 maggio
16:10 Gara-2 - SkySport F1


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE