F1 Wehrlein e Ocon ottimisti per il futuro

di 23 novembre 2015, 14:00
F1 | Wehrlein e Ocon ottimisti per il futuro

Gli unici sedili rimasti vacanti, in Formula 1, sono quelli della Manor. Ancora non è chiaro se il team inglese, che dall'anno prossimo sarà de facto il team satellite della Mercedes, stravolgerà completamente la propria lineup oppure confermerà quanto meno Alexander Rossi (sembra francamente improbabile la conferma di Stevens o Mehri).

La Manor è improvvisamente diventata una scuderia molto appetibile, visto che nel 2016 sarà equipaggiata con Power Unit Mercedes aggiornate e componentistica Williams. Chi vorrebbe senza dubbio ottenere un sedile è Pascal Wehrlein: il pilota tedesco, campione 2015 nel DTM, ha già esperienza come tester per la Mercedes e la Force India, ma ora non si accontenta più e vorrebbe fare il salto di qualità, diventando titolare.

"Spero di ottenere un sedile in Formula 1 ma ancora non è stato deciso nulla... non ci sono molti posti liberi, stiamo a vedere" ha detto Wehrlein, che aggiunge: "Sarebbe decisamente meglio fare un po' di più. Forse qualche [sessione di] prove libere, ma non voglio passare un anno senza gareggiare, quindi essere soltanto un pilota di riserva non sarebbe un'ipotesi per me".

Intanto, anche Esteban Ocon ha detto la sua sull'argomento, sbilanciandosi meno di Wehrlein. Il francese, impegnato in GP3, è anche lui membro del programma di sviluppo della Mercedes ed è già stato tester per la Lotus, ruolo che potrebbe mantenere anche con l'acquisizione da parte della Renault. Queste le sue parole:

"La Francia ha sempre avuto un grande ruolo nella storia del motorsport. Questa "eredità" è ancora oggi viva, anche se non esiste più un GP di Francia (l'ultima edizione è stata quella del 2008, ndr.). Tuttavia, possiamo ancora vedere un gran numero di piloti e team francesi in tutte le categorie del motorsport e, ovviamente, vorrei raggiungere molto presto Romain [Grosjean] in Formula 1".

Con una griglia così ristretta, il mercato piloti è a dir poco stagnante e tanti sono costretti a rimaner fuori, con Magnussen, Frijns e Vandoorne a rappresentare i casi più clamorosi. Auguriamo a Wehrlein e Ocon di riuscire a ottenere un posto da titolare, prima o poi. Male che vada, in ogni caso, ci sono pur sempre altre categorie in grado di riservare molte soddisfazioni.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.