F1 Villeneuve: per Max Verstappen ci sono sempre scusanti

di 03 giugno 2016, 14:30
F1 | Villeneuve: per Max Verstappen ci sono sempre scusanti

Jacques Villeneuve non è stato per nulla tenero con Max Verstappen, alla luce della sua performance nello scorso weekend a Montecarlo.

"È stato un weekend terribile per lui. È veloce, ma ha fatto troppi errori" ha dichiarato il canadese.

"Un altro pilota sarebbe stato mandato subito a casa - ma solo perché è Max Verstappen, la gente trova scusanti, perché lui è protetto. No, non è giustificabile quanto fatto da lui! Ha fatto lo stesso errore due volte ed è inaccettabile, e tre errori nello stesso weekend è semplicemente troppo".

Ha aggiunto: "Ma lui è amato e coccolato dalla Red Bull, è amato dai fan - da tutti. Deve imparare dai suoi errori, se va oltre il limite costantemente, vuol dire che non è abbastanza veloce".


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

5 commenti

Prendi parte alla discussione
  1. Fabio Romeo
    #1 Fabio Romeo 3 giugno, 2016, 16:51

    Ma se con quella macchina ci ha vinto un mondiale anche Damon Hill...dai...ci avrebbero potuto mettere su chiunque...avrebbe vinto ugualmente...un Hakkinen ad esempio...fu una evidente mossa commerciale...che tra l'altro anche la Ferrari ammise di aver voluto intraprendere...

  2. Antonello Bordignon
    #2 Antonello Bordignon 3 giugno, 2016, 15:21

    Dubito che una scuderia come la Williams paghi un pilota solo perché porta un certo nome...non è un campione di sicuro ma se è arrivato a certi livelli di sicuro non è solo per il nome

  3. Marco Molinari
    #3 Marco Molinari 3 giugno, 2016, 15:08

    Certo che ce l'ha su con Max eh... poi crocifiggerlo per un weekend storto a Monaco, allora Piquet (o lui stesso) che nel Principato combinava sempre poco? Altro brocco da lasciare a casa?
    Amzi Secondo me è stata la situazione "giusta" per "sbagliare": partiva dal fondo, circuito tosto, GP andato storto... il posto giusto per imparare dai propri errori e ripartire meglio di prima

  4. Elisa Porcile
    #4 Elisa Porcile 3 giugno, 2016, 14:58

    Beh, addirittura già mandato a casa mi sembra un po' troppo. Un week end sicuramente storto e non solo per la botta in gara (visto che stava rimontando dalle retrovie non può essere giudicato cn la stessa severità di Kimi!) ma per gli altri errori nelle prove. Mi sembra piuttosto che in Red Bull e Toro Rosso i quattro piloti, chi per un motivo che per l'altro, abbiano sicuramente addosso una pressione non da poco.

  5. Fabio Romeo
    #5 Fabio Romeo 3 giugno, 2016, 14:57

    Ha parlato quello che ha costruito una carriera sul nome che si era fatto il padre...che ha vinto un unico mondiale rischiando di perderlo malgrado avesse una macchina schifosamente superiore al rivale...che ha distrutto una macchina per una scommessa...
    Non fosse stato per il fatto che tuo padre attirava gente tu una carriera in F1 probabilmente non ce l'avresti avuta...perchè parli???

Solo gli utenti registrati possono commentare.