F1 Sebastian Vettel vince con la Ferrari il GP d'Australia!

Momento chiave quello della sosta: la Ferrari sopravanza Hamilton e va a vincere il primo GP dell'anno. di 26 marzo 2017, 08:37
F1 | Sebastian Vettel vince con la Ferrari il GP d'Australia!

La prima alba dell'anno si tinge di rosso! Sebastian Vettel vince con la Ferrari SF70-H il Gran Premio d'Australia, prima prova del campionato del mondo 2017. Sul podio, con lui, Lewis Hamilton e Valtteri Bottas: le Mercedes completano il podio. Raikkonen quarto, all'arrivo solo 13 vetture.

CRONACA

Il GP inizia male per Daniel Ricciardo: dopo la sostituzione del cambio l'australiano resta a piedi nel giro di allineamento. La Red Bull viene riportata ai box e sarà costretta a partire dai box.

La prima partenza viene abortita e quindi la gara viene accorciata di un giro. 

Tutto regolare al via con le prime cinque posizioni che vengono confermate: Hamilton comanda su Vettel, Bottas, Raikkonen e Verstappen. In curva tre Magnussen colpisce Ericsson ed entrambi finiscono nella ghiaia per poi ripartire. Daniel Ricciardo parte dopo un paio di giri rispetto al gruppo.

Sebastian Vettel tiene botta nei primi giri, restando entro il secondo e mezzo da Lewis Hamilton. Dietro Bottas perde progressivamente terreno così come Kimi Raikkonen. Dopo 7 giri Verstappen è già a 10 secondi da Hamilton. Dietro di lui Massa tiene la sesta posizione tenendo dietro un ottimo Grosjean, Sainz, Perez e Kvyat.

Dopo 10 giri la situazione vede Hamilton al comando con 1.8 su Vettel, 6.5 su Bottas e 11 secondi su Raikkonen. La Ferrari mantiene il ritmo della Mercedes e, anzi, sembra poter spingere di più. Stroll, intanto, recupera dal fondo e dopo aver superato Ericsson si lancia all'inseguimento del nostro Antonio Giovinazzi. Palmer lamenta problemi ai freni e rallenta con la Renault

Termina al 15° giro la gara di Romain Grosjean e della Haas con una fumata eloquente dal posteriore dopo un'ottima prima parte di gara. Ne approfitta Carlos Sainz che sale in settima posizione, mentre Alonso scala in zona punti.

Dopo 17 giri Vettel vede gli scarichi di Lewis Hamilton. Il tedesco è a 1.3 dalla Mercedes quando Lewis rientra ai box anticipando la sua sosta per montare gomme soft. Vettel ha quindi strada libera per spingere. La Ferrari attende a far rientrare il tedesco mentre Hamilton a suon di giri veloci si trova davanti Verstappen e inizia a perdere tempo. Bel sorpasso di Perez su Sainz per l'ottava posizione.

Hamilton rimane nel traffico di Verstappen e perde terreno da Vettel, che ancora si deve fermare. Qui si decide gran parte della gara: siamo al 23° giro.

Vettel rientra all'inizio del 24° giro per montare gomme soft copiando la strategia Mercedes. Il tedesco rientra al pelissimo davanti a Verstappen e Hamilton. L'olandese tenta l'affondo arrivando in curva tre ma Seb si difende bene e mantiene la posizione. Davanti, Bottas e Raikkonen sono primo e secondo. Ericsson abbandona la sua Sauber ritirandosi.

La tattica Ferrari ha funzionato: Vettel in un giro mette oltre due secondi tra sé e Verstappen. Bottas rientra ai box all'inizio del 26° giro: gomme soft anche per lui mentre Verstappen si ferma a sua volta per montare le Supersoft. Tra i primi 10 solo Raikkonen e Kvyat sono ancora in pista con le gomme Ultrasoft dalla partenza. 

Il finlandese entra all'inizio del 27° giro lasciando la testa della corsa al compagno di squadra. Anche per Kimi gomme soft. 

Dopo 28 giri la situazione vede Sebastian Vettel in testa con la Ferrari con 6 secondi su Hamilton, 13 su Bottas e 21 su Raikkonen. Tutti i primi quattro sono su gomme soft. Verstappen è quinto davanti a Kvyat, Massa, Perez, Sainz e Fernando Alonso.

Ancora problemi per Daniel Ricciardo, fermo con la Red Bull nel primo settore. Lenti i commissari a rimuovere la vettura.

I gap tra i primi tre si assottigliano: Vettel comanda al 34° giro con 5.5 su Hamilton e 10 su Bottas, mentre Raikkonen è sempre quarto a 19 secondi dal compagno di squadra. Intanto, finalmente dopo 34 giri Kvyat si ferma per la sua prima sosta. 

38° giro: Vettel ha ora 8 secondi su Hamilton dopo una girandola di doppiaggi. Bottas recupera sul compagno ed è sotto i tre secondi di distacco. 

42° giro: a -15 dal termine Vettel ha oltre nove secondi su Hamilton, il quale a sua volta deve stare attento a Valtteri Bottas. Il finlandese è a 2.4 dal compagno. Un giro dopo il gap scende ancora, a 1.6.

Al 44° giro si ritira Lance Stroll. Gara abbastanza anonima la sua. Raikkonen, intanto, deve guardarsi le spalle da Max Verstappen, che con una mescola di vantaggio (Supersoft contro Soft) recupera sul finlandese. A 10 giri dal termine è a 1.5 di distacco.

50° giro su 57. Si ritira anche Magnussen: giornata nera per la Haas. Davanti un nuovo gruppo di doppiati rallenta Vettel prima e Hamilton poi. Due giri dopo bellissima battaglia tra Alonso, Ocon e Hulkenberg. I tre si aprono a ventaglio sul rettilineo principale con il francese che la spunta. Un giro dopo, arriva il ritiro della Mclaren dello spagnolo.

A tre giri dal termine Vettel ha ormai 10 secondi su Hamilton, 13 su Bottas e 23 su Raikkonen. Verstappen ha mollato la presa mentre Massa, mai inquadrato, è sesto. 

La gara termina così: la Ferrari trionfa a Melbourne davanti alle Mercedes di Hamilton e Bottas. Raikkonen, quarto, precede la Red Bull di Max Verstappen. Felipe Massa è sesto, lontanissimo, con la Williams davanti a Sergio Perez con la Force India. Ottime le Toro Rosso che giungono ottava e nona con Sainz e Kvyat. Primo punto in carriera per Ocon con l'altra Force India. Antonio Giovinazzi chiude 12° il suo primo GP iridato.

Segue la classifica finale.


Chi il migliore del GP d'Australia?

Leggi risultati

Loading ... Loading ...

COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE