F1 Ricciardo: "Vettel è il peggior nemico di se stesso"

L'australiano parla dell'ex compagno di squadra e dei suoi momenti no di 02 gennaio 2017, 22:20
F1 | Ricciardo: "Vettel è il peggior nemico di se stesso"

Il 2016 di Sebastian Vettel non è certo stato all'altezza delle aspettative dopo una buonissima stagione d'esordio con la Ferrari. Risultati altalenanti, sfortuna in più occasioni durante la stagione (tra cui i ritiri del Bahrain, di Sochi e dell'Austria a lui non imputabili) ma, soprattutto, momenti ad alta tensione nei quali il tedesco della Ferrari si è mostrato nervoso anche oltre i limiti.

A fornire una chiave di lettura sulla stagione di Vettel e sul suo carattere in generale è un ex compagno di squadra, quel Daniel Ricciardo che nel 2014 da nuovo arrivato in Red Bull ha messo seriamente in difficoltà il quattro volte campione del mondo. 

Le parole dell'australiano delineano la figura di un Vettel talmente concentrato sul suo lavoro da trasformare un punto di forza in un punto debole allo stesso tempo: "Credo che Sebastian sia unico. È uno che vive e respira lo sport e l'essere campione più di ogni altra cosa: è la parte più importante della sua vita. Questo non è per niente una cosa negativa, anzi, però quando le cose non vanno come desideri possono complicarsi perché ti allontanano da quello che vuoi nella vita. Credo che lui abbia vissuto un sogno con la Red Bull, ovvero una delle migliori strisce di vittorie nella storia. Probabilmente pensava di potersi ripetere in Ferrari e questo non è successo nei tempi che si era prefissato. È frustazione, certo, ma Seb ha un gran talento: credo che a volte lui sia il suo peggior nemico in certi momenti, perché poi quando si calma torna tutto alla normalità."


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.