F1 Philippe Bianchi: i piloti hanno paura a parlare di Jules

di 02 giugno 2016, 11:30
F1 | Philippe Bianchi: i piloti hanno paura a parlare di Jules

Il padre di Jules Bianchi, Philippe Bianchi, ha dichiarato che i piloti hanno paura ad alzare la voce e a parlare in difesa dello scomparso Jules.

In seguito a delle indagini, erano state evidenziate tutte le mancanze e gli errori commessi in quel terribile 5 Ottobre 2014, e la colpa dell'incidente era stata data a Bianchi per non aver rallentato sufficientemente in regime di bandiere gialle.

Philippe Bianchi ha dichiarato: "Un pilota con me, di fronte a una telecamera non dirà nulla, perché penso che abbiano tutti paura a dire qualcosa, di quanto successo a Jules. Quando invece non c'è nessuna telecamera attorno, tutti i piloti vengono a dirmi che non è giusto, che Jules non ha fatto nessun errore, che gli altri si sono sbagliati".

"Ho rispetto per le persone che hanno fatto le indagini sull'incidente, va bene. Ma tutte queste persone sono vicine alla FIA e non può essere giusto, per me".

"Tutti i piloti mi hanno detto che le condizioni meteo in Giappone erano terribili: non c'era luce, c'era troppa pioggia. Non possono dire che Jules abbia fatto un errore. Non possono".


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

1 commento

Prendi parte alla discussione
  1. Antonello Bordignon
    #1 Antonello Bordignon 2 giugno, 2016, 15:03

    Al processo Senna molti avevano la memoria corta..basterebbe che alzassero la voce tutti insieme..

Solo gli utenti registrati possono commentare.