F1 Lewis Hamilton sbanca Montecarlo davanti a Ricciardo e Perez

di 29 maggio 2016, 16:50
F1 | Lewis Hamilton sbanca Montecarlo davanti a Ricciardo e Perez

Se vi dicessimo che Lewis Hamilton ha vinto il Gran Premio di Monaco, potreste anche pensare ad una gara normale. Ma tutto quello che è successo a Montecarlo in due ore di gara è difficile da raccontare in un solo articolo. Sul podio con l'inglese vanno un infuriato Daniel Ricciardo con la Red Bull e un fantastico Sergio Perez con la Force India.

Il mattino su Montecarlo porta la pioggia attesa da giorni, e questo è già un elemento che stravolge tutto. Pochi minuti prima dell'inizio della corsa viene annunciato che sarà Bernd Maylander ad accompagnare il gruppo per l'acqua che cade copiosa sul Principato.

Charlie Whiting si addormenta in direzione gara e sono i piloti a svegliarlo, chiedendo di partire dopo che la Safety Car sta girando ormai da sette giri in testa al gruppo. Si parte all'ottavo giro con subito il botto di Palmer, che si schianta sul rettilineo del traguardo con la Renault forse per un problema tecnico.

La corsa parte con Daniel Ricciardo che comanda il gruppo davanti a Rosberg e Hamilton. Nico si mostra subito in difficoltà con la Mercedes, e dai box segnalano un problema di temperatura ai freni che rallenta anche Hamilton, che non riesce a passare. E' un ordine di scuderia da parte del team ad aprire la strada al campione in carica, che va all'inseguimento di Ricciardo.

Mentre Raikkonen commette un errore al Lowes e si deve ritirare, la pista inizia ad asciugarsi e si inizia a tentare l'azzardo delle intermedie. cambiano tutti tranne Lewis Hamilton, che viene richiamato ai box ma si rifiuta di rientrare continuando a girare, con la traiettoria ideale quasi asciutta, con le gomme da bagnato estremo. Daniel Ricciardo, che nel frattempo ha montato come tutti le intermedie, recupera sul campione in carica che ha in mente, però, un'altra idea: quella di passare direttamente dalle gomme di bagnato alle slick. E' la scelta decisiva, perché dalle blu la Mercedes monta le ultrasoft con l'incognita durata. In Red Bull ci pensano e forse è qui che avviene il patatrac. Un cambio di idea all'ultimo momento fa sì che Ricciardo torni ai box e le sue gomme non siano pronte. Si perdono secondi interminabili, esattamente quelli che servono a Hamilton per trovarsi in testa quando la Red Bull esce dai box.

A questo punto Ricciardo si trova con gomme supersoft contro le ultrasoft di Hamilton. Prova subito a sorpassare l'inglese all'uscita del tunnel. Lewis va lungo, taglia la chicane, Daniel si infila a destra ma Lewis chiude con decisione lo spazio. La direzione gara controlla l'episodio ma decide di non comminare alcuna sanzione. Da qui in poi inizia un tira e molla con Ricciardo che si avvicina per poi allontanarsi dalla Mercedes senza più riuscire ad essere pericoloso.

Dietro le strategie e i pit stop segnano una classifica impensabile. La Force India riesce a mettere Sergio Perez davanti a Sebastian Vettel, mentre Fernando Alonso si ritrova addirittura in quinta posizione davanti a Nico Rosberg, che in difficoltà con la Mercedes non riesce nemmeno ad impensierire la Mclaren.

Giornata ottima per la Force India, con anche Hulkenberg in zona punti che proprio all'ultimo riesce a sopravanzare il capoclassifica, che giunge settimo davanti a Sainz. A punti anche l'altra Mclaren di Button, nono, davanti a Felipe Massa.

La gara termina così con Hamilton che trionfa davanti a Ricciardo e Perez.

Giornata no per Max Verstappen che stava recuperando prima di schiantarsi al Massenet, e per le Sauber che si autoeliminano a 2/3 di gara.

Segue la cronaca di gara.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.