F1 La Sauber conferma Ericsson e gli affianca Leclerc per il 2018

Presentata ad Arese la squadra per la prossima stagione di 02 dicembre 2017, 13:52
F1 | La Sauber conferma Ericsson e gli affianca Leclerc per il 2018

La partnership tra la Sauber e l'Alfa Romeo ha preso ufficialmente il via questa mattina quando il team elvetico ha presentato la propria formazione per il 2018 ad Arese, nel Museo Storico della Casa milanese. Non ci sono state sorprese dell'ultim'ora: la coppia di piloti che guiderà per il team di Hinwil nel prossimo campionato del mondo di Formula 1 è quella composta da Marcus Ericsson e Charles Leclerc, che nelle ultime settimane erano di gran lunga i favoriti alla conquista dei due sedili.

L'ingaggio del pilota monegasco era praticamente scontato: i successi nei campionati di GP3 nel 2016 e di Formula 2 nel 2017 hanno convinto definitivamente i vertici della Ferrari a puntare tutto su Leclerc per il futuro, promuovendo il suo ingaggio da parte del team cliente.

Più incerta la riconferma di Ericsson, che si è giocato a lungo il secondo sedile nel team svizzero con Antonio Giovinazzi, anch'egli caldeggiato dalla Ferrari; in questo caso, tuttavia, i legami tra il pilota svedese, i suoi finanziatori e il management della Sauber hanno avuto la meglio e hanno consentito ad Ericsson di confermare il proprio posto presso il team svizzero per il quarto anno consecutivo. Giovinazzi farà parte del Team Sauber in qualità di terzo pilota.

La cerimonia, cui erano presenti, tra gli altri, anche Chase Carey (Liberty Media) e Jean Todt (FIA), ha portato anche alla presentazione ufficiale della nuova partnership tra la Sauber e il gruppo FCA tramite il marchio Alfa Romeo: è stato svelato il nuovo logo del team e una prima bozza di quelli che sarà la livrea delle due monoposto elvetiche nel 2018; il bianco è di gran lunga il colore dominante, col rosso che compare solamente sul cofano motore.

Immagine di copertina da https://twitter.com/SauberF1Team


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.