F1 La Ferrari ha chiesto alla FIA di rivedere la penalità di Vettel in Messico

Non si placano le polemiche a due settimane di distanza dall'esclusione dal podio sul circuito Hermanos Rodriguez di 10 novembre 2016, 21:20
F1 | La Ferrari ha chiesto alla FIA di rivedere la penalità di Vettel in Messico

L'intervento di Charlie Whiting nell'inconsueta conferenza stampa odierna ad Interlagos, con l'intento di spiegare i motivi delle decisioni e delle penalità comminate durante (e soprattutto dopo) il Gran Premio del Messico, ha sortito come primo effetto la richiesta formale da parte della Ferrari di rivedere la penalità inflitta a Sebastian Vettel. Il tedesco era stato dapprima promosso sul podio per i 5 secondi inflitti a Max Verstappen per il taglio della prima chicane, e poi retrocesso al quinto posto per i 10 secondi proprio a lui inflitti per la manovra difensiva su Daniel Ricciardo.

Poche ore fa la Ferrari ha presentato reclamo ufficiale affinché venga rivisto l'episodio e, nel caso, la sanzione applicata nei confronti di Vettel. Questo il comunicato:

"La Scuderia Ferrari ha richiesto ufficialmente agli stewards del Gran Premio del Messico 2016 di rivedere la decisione di penalizzare Sebastian Vettel per la violazione dell'articolo 27.5 del regolamento sportivo, come conseguenza delle sue manovre nella curva 4 del 70° giro.

La decisione segue la prima applicazione dell'articolo 27.5, sulla base delle note del direttore di gara sulle manovre difensive entrate in vigore a partire dal Gran Premio degli Stati Uniti.

La Scuderia Ferrari sostiene che alcuni nuovi elementi siano venuti alla luce dopo l'assegnazione della penalità, il che rende la decisione stessa rivedibile sulla base dell'articolo 14.1 del Codice Sportivo Internazionale.

La Scuderia Ferrari è al corrente del fatto che le classifiche del campionato non verrebbero influenzate da eventuali nuove decisioni. Ma alla luce della sua importanza come precedente per il futuro, e in modo da chiarire l'applicazione delle regole nei futuri eventi, la Ferrari crede che la decisione debba essere riconsiderata dagli Stewards."

Non ci resta che attendere, anche se restano delle perplessità sulla necessità di impugnare una penalità a due settimane di distanza.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.