F1 GP Ungheria, gara: le dichiarazioni dei piloti

Le dichiarazioni dei team al termine della gara a Budapest di 31 luglio 2017, 18:30 186 visualizzazioni
F1 | GP Ungheria, gara: le dichiarazioni dei piloti

È infine arrivata, dopo 70 giri di sofferenza, la tanto agognata doppietta Ferrari, davanti a Valtteri Bottas e Lewis Hamilton. È di certo stato il Gran Premio dei giochi di squadra, e anche dei compagni di squadra che collidono l'uno contro l'altro (vedasi Max Verstappen e Daniel Ricciardo). Ora una meritata pausa di tre settimane, e la lotta per il mondiale ripartirà dal Belgio, da Spa-Francorchamps.

Vi ricordiamo, inoltre, di seguire i nostri blog (vi ricordiamo anche Parola di Corsaro) e, se volete dire la vostra sul weekend del Gran Premio in corso, potete registrarvi sul nostro Forum.  

MERCEDES

Lewis Hamilton: "È dura lavorare duramente e finire nella stessa posizione di partenza. Sono rimasto dietro Valtteri e non riuscivo a dirlo a causa della radio guasta. Nei giri finali, ho mantenuto la mia parola. Se non fossi riuscito a passare Kimi, avrei lasciato la posizione a Valtteri. Mi sono detto che voglio vincere questo titolo nel modo giusto, e credo nel fare la cosa nel modo giusto. Se fai qualcosa di buono, questo ti torna indietro".

Valtteri Bottas: "È stata veramente dura oggi. Il passo non era così tanto un problema, ma una volta che ti avvicinavi alla monoposto davanti a te, e arrivavi a 1.5 secondi, diventava difficile colmare il divario. E questo è andato a beneficio delle Ferrari, nonostante i problemi di Seb, nessuno riusciva a passarlo. Io e Lewis abbiamo provato a scambiarci le posizioni, ma neanche lui è riuscito a passare. Sono contento comunque di averci provato".

FERRARI

Sebastian Vettel: "Tutta la squadra può essere davvero contenta e orgogliosa di quello che abbiamo fatto oggi! Al termine della gara mi sono scusato con Kimi, perché non riuscivo ad andare veloce e avevo avuto problemi per tutta la gara. Per Kimi non è stato certo comodo essere preso a sandwich fra due vetture. E’ stata una gara difficile, che alla fine però si è messa per il meglio. Ho avuto un problema con il volante ancora non conosco il motivo. Ovviamente dovremo evitare che capiti di nuovo, ma durante la gara non avevo scelta. Non è che si possa parcheggiare la macchina, controllare che tutto sia a posto e poi risolvere il problema. Era una sensazione strana, poco piacevole. Ma poi ad un certo punto ho dimenticato il problema e ho provato semplicemente ad abituarmici, il che non era facile, perché il comportamento continuava a cambiare e a peggiorare. Comunque, alla fine il ritmo c’era ancora. Più in generale, non mi piace la visione a breve termine di alcune persone per cui dopo una gara andata bene tutto è fantastico e tu sei l’eroe, ma dopo una gara andata male è un disastro. Non è giusto nei confronti di quelli che passano tutto il loro tempo lavorando tutti insieme sulla macchina. Secondo me abbiamo la vettura e il carico aerodinamico migliori, e questo ci non era successo per molti anni. Alla fine possiamo fare la differenza e finora l’abbiamo fatta. La prossima settimana avremo i nostri test qui e c’è molto lavoro da fare. Dopo ci sarà il GP del Belgio. Le nostre macchine sono andate bene lì e credo che avremo miglioramenti, per cui dovremmo essere a posto.".

Kimi Raikkonen: "Oggi la macchina è stata fantastica, si comportava in maniera perfetta, ero sempre a mio agio; anche quando ero molto vicino a Seb era ottima da guidare. Non ero affatto preoccupato che le Mercedes potessero raggiungermi. Sono partito bene e ho affrontato bene la prima curva; poi non ho spinto troppo. In posti come questo è rischioso cercare di superare ed io non volevo forzare le cose con il mio compagno di squadra. Ma quando ti trovi tra due macchine non è mai facile. Quando mi hanno chiamato per il pit stop volevo rimanere in pista un po’ di più, perché sentivo di avere la velocità; ma la squadra ha una visione d’insieme e ho fiducia nel mio team. Sono stato dietro a Seb per tutta la gara, non riuscendo mai a sfruttare tutta la mia velocità. Oggi sapevo di avere i mezzi per ottenere un risultato anche migliore, ma avrei dovuto fare meglio in qualifica. Sono contento di questo risultato di squadra e questa è la cosa più importante. Sono qui per vincere, ma considerando il quadro globale è stata un fine settimana fantastico, ne abbiamo tratto il massimo.".

RED BULL

Max Verstappen: "Avevo una monoposto davanti a me, e ho perso un po' di aderenza e sono arrivato al bloccaggio delle gomme anteriori. Ho cercato di evitare Daniel, chiaramente, ma non è stato possibile. Non è mai mia intenzione colpire qualcuno, e specialmente non il mio compagno di squadra, anche per l'ottima relazione che ho con Daniel, che è sempre una brava persona. Mi scuso con lui e con il team. Parlerò con Daniel in privato e risolveremo il tutto".

Daniel Ricciardo: "Pensavo che quella fosse una buona posizione per proteggermi in curva, ma ho sentito qualcuno venirmi addosso e non vedevo chi fosse, pensavo fosse Max, visto che era all'interno della curva. È frustrante, ma io e lui parleremo in privato e risolveremo la cosa".

DSC_454

WILLIAMS

Paul di Resta (in sostituzione di Felipe Massa): "È stata chiaramente una giornata molto entusiasmante, ma non sapevo proprio cosa aspettarmi. Perciò ho affrontato tutto a mente aperta, stando attento a non finire nei guai. Man mano che giravo, mi sentivo sempre più sicuro di me, sarebbe stato bello finire, se non fosse stato per la perdita d'olio".

Lance Stroll: "È stata una gara molto noiosa, ho guidato in solitudine per tutto il tempo e non è successo molto. Non avevamo il passo per stare vicini agli altri. Ho fatto tutto il possibile nel primo stint, mentre nel secondo, ho cercato di recuperare con l'undercut, ma non avevo la velocità e ho surriscaldato le gomme".

GP-Spagna-2016-Hulkenberg-Force-India

FORCE INDIA

Sergio Perez: "Sono molto felice di aver ottenuto l'ottavo posto. Non è stato un weekend facile in termini di feeling, quindi è stato un buon recupero. Ho fatto una buona partenza e ho messo la monoposto in una buona posizione e ciò è stato molto importante per la posizione finale".

Esteban Ocon: "È stata una partenza molto confusa e ha compromesso la mia gara. Mi sono toccato con Sergio e mi si è danneggiato il fondo. Sono riuscito a continuare, pur avendo perso della performance. Abbiamo comunque finito con entrambe le monoposto a punti".

GP-Spagna-2016-Button-Mclaren

MCLAREN HONDA

Fernando Alonso: "Forse puntavamo, in realtà, alla settima od ottava posizione, ma con Ricciardo fuori, la sesta posizione è diventata possibile. Abbiamo lavorato bene, buone prove libere, ottima qualifica e una gara perfetta".

Stoffel Vandoorne: "È stato un fine settimana piuttosto positivo per me, ci aspettavamo di essere competitivi, e siamo stati in grado di arrivare in Top 10 durante tutto il weekend".

GP-Spagna-2016-Sainz-Toro-Rosso

TORO ROSSO

Carlos Sainz: "Che bella gara! Sono riuscito a fare una buona partenza: ho passato le due McLaren all'esterno della curva 1 e ho difeso la mia posizione in curva 2. A quel punto, ho visto che probabilmente avrei anche potuto attaccare una Mercedes, ma ho deciso di desistere e stare sul sicuro, perché avevo già fatto un buon lavoro. Da quel momento in poi è stata dura difendermi da Fernando, in quanto era più veloce di me oggi. Alla fine è riuscito a superarci, ma sono comunque felice di aver potuto tenere la settima posizione... Per noi è un risultato che vale oro al momento! Tutto sommato, è stato un fine settimana positivo, con qualifiche, partenza e gara perfette... posso andare in vacanza molto felice e soddisfatto della mia prima metà di stagione. Ad ogni gara in cui ho visto la bandiera a scacchi ho raccolto punti: una buona statistica. Mi sto godendo la battaglia a centro gruppo e non vedo l'ora di affrontare la seconda metà dell'anno".

Daniil Kvyat: "È stata una grande gara che, però, sfortunatamente non ci ha premiati. Abbiamo avuto un buon ritmo oggi e penso che senza la penalità sulla griglia, avremmo potuto lottare per la zona punti. La cosa positiva è che abbiamo portato al traguardo la vettura, dopo aver guadagnato cinque posizioni: in una pista come l'Hungaroring non è affatto male, mi sono divertito oggi! adesso guardo alla pausa estiva: un buon momento per staccare un po' la spina prima di tornare a concentrarmi in modo da affrontare al meglio la seconda parte della stagione".

GP-Spagna-2016-Palmer-Renault

RENAULT

Nico Hulkenberg: "È stata una gara frustrante, perché avevamo il passo per puntare a un risultato migliore. Era difficile sorpassare, quindi ho passato molto tempo nel traffico, sono rimasto dietro Kevin Magnussen, che mi ha buttato fuori pista in maniera sconsiderata".

Jolyon Palmer: “La mia strategia è stata rovinata nel tentativo di aiutare Nico, e di conseguenza Magnussen e Kvyat mi hanno superato. È stato veramente frustrante, ma non c'era modo di sorpassare in questa pista".

GP-Spagna-2016-Grosjean-Haas

HAAS

Romain Grosjean: "Non ho molto da dire sulla gara, a essere onesto. È stata compromessa sin dalla prima curva, e poi la gomma... Ci siamo dovuti fermare per non prendere altri rischi".

Kevin Magnussen: "Non capisco la penalità. Hulkenberg non ha preso nessuna penalità per quanto successo alla prima curva con Romain, cosa che ha terminato la gara (di Grosjean NdR). Non l'ho nemmeno toccato, ho solo scelto la mia traiettoria".

GP-Spagna-2016-Nasr

SAUBER

Marcus Ericsson: "È stata una gara difficile, non avevamo il passo sperato e non siamo riusciti a lottare con i nostri diretti avversari. Ci aspettavamo dei miglioramenti con questi aggiornamenti aerodinamici".

Pascal Wehrlein: "Considerando la mia posizione di partenza, non potevo aspettarmi molto di più, quindi ho dato il massimo".




Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.