F1 GP Ungheria, gara: la parola alla McLaren

di 25 luglio 2016, 16:30 138 visualizzazioni
F1 | GP Ungheria, gara: la parola alla McLaren

Vi riportiamo le dichiarazioni dei piloti della McLaren Honda al termine del Gran Premio d'Ungheria.

Fernando Alonso: "La settima posizione è stata la mia posizione per tutto il weekend. È stato un peccato non poter migliorare ulteriormente, ma siamo stati migliori "del resto della griglia". Mercedes, Red Bull e Ferrari sono fuori portata al momento - sono su un altro livello - così, in un altro mini-campionato che stiamo correndo, siamo stati abbastanza competitivi e sento di aver dato il massimo che potevamo, oggi. Non c'era molta azione in gara, per noi è stato un pomeriggio a tratti noioso - non è stato il solito spettacolo all'Hungaroring - e l'unico ritiro, purtroppo, è stato di Jenson. Sono contento di come il fine settimana sia andato e speriamo di poter mantenere questi progressi. Siamo stati più o meno competitivi qui e a Silverstone, due circuiti molto diversi, quindi non vedo l'ora del prossimo fine settimana a Hockenheim".

Jenson Button: "Abbiamo avuto un problema al sensore dei freni nella fase iniziale, il che significava il pedale a terra, e non è mai bella, per un pilota, una sensazione del genere. I freni semplicemente non c'erano, il che era una grande preoccupazione per la sicurezza. La squadra mi ha detto di fare un cambio sul volante, per assicurarsi che il problema non si sarebbe ripresentato, e così si è risolto, ma abbiamo ottenuto una penalità per questa comunicazione. Mi sono fermato per ottenere le informazioni di cui avevamo bisogno, ma credo che ci saremmo dovuti fermare prima. Detto questo, non che sia cambiato molto, dato che ero ultimo. Capisco perfettamente che i piloti non dovrebbero essere informati troppo, per quello che riguarda il guidare le nostre monoposto - dobbiamo essere in grado di farlo da soli e mi piace questa sfida. Ma quando si tratta di un problema di sicurezza, non credo si debba essere penalizzati, è stato fatto per evitare un incidente, come abbiamo fatto oggi. Quando si dispone di un propulsore così complesso, un pilota non può risolvere tutto da solo. È una regola che non dovrebbe neanche esserci a questo livello, adesso dovrebbe prevalere il buonsenso. Ho anche avuto un problema meccanico, che mi causava sottosterzo per tutta la gara - e ci siamo ritirati per una perdita d'olio".




Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.