F1 GP Spagna, Hamilton vince dopo un fantastico duello con Vettel

Terzo Ricciardo, lontanissimo, quarta e quinta le Force India con Perez e Ocon. Fuori Bottas e Raikkonen di 14 maggio 2017, 15:53
F1 | GP Spagna, Hamilton vince dopo un fantastico duello con Vettel

Lewis Hamilton vince un bellissimo Gran Premio di Spagna davanti a Sebastian Vettel e Daniel Ricciardo, conquistando la 55a vittoria di carriera.

Bellissima la lotta tra la Mercedes e la Ferrari mentre entrambe le seconde guide restano a secco. Ricciardo arriva quasi doppiato, lo sono invece le Force India di Perez e Ocon che giungono, però, addirittura quarta e quinta.

CRONACA

1° giro: Sebastian Vetel brucia Hamilton in partenza, mentre immediatamente alle spalle Bottas si tocca con Raikkonen, il quale a sua volta finisce addosso alla Red Bull di Verstappen. Per entrambi una sospensione anteriore rotta. Verstappen riesce a rientrare ai box anche se deve ritirarsi, mentre Kimi si ferma sul tracciato. Nelle retrovie Alonso va lungo in curva 3 perdendo posizioni mentre altri piloti sono coinvolti in toccate tra cui Massa.

2° giro: anche Palmer e Kvyat rientrano ai box.

5° giro: Vettel passa il traguardo con 2.5 su Hamilton e 6 secondi su Bottas. Ricciardo è in quarta posizione e le due Force India sono quinta e sesta con Perez e Ocon.

6° giro: un replay della partenza mostra l’incidente tra Raikkonen e Verstappen, mentre si nota come è Felipe Massa a spingere fuori Alonso rimediando la foratura della ruota anteriore destra.

8° giro: per chiudere la top ten, alle spalle delle due Force India si trovano Hulkenberg, Magnussen, Sainz e Grosjean, seguiti da vicino da Alonso.

12° giro: Vettel e Hamilton vengono spronati dai rispettivi ingegneri a spingere il massimo. Il tedesco della Ferrari mantiene il gap sopra i due secondi sull’inglese. Dietro, Bottas perde tempo: il finlandese è a 10 secondi da Vettel.

13° giro: Fernando Alonso rientra ai box per la prima sosta: lo spagnolo monta gomme medie.

14° giro: Pit in contemporanea tra Sainz e Magnussen che sono in lotta tra loro. In uscita Sainz tenta di superare il danese ma finisce sull’erba.

15° giro: Pit anche per Vettel che anticipa il suo primo stop montando gomme soft nuove.

16° giro: Hamilton resta in pista segnando il giro più veloce, mentre Vettel si trova già alle spalle di Ricciardo e lo passa subito senza perder tempo.

17° giro: Vettel mangia 1.2 a Hamilton nel primo giro pulito e continua a segnare settori record.

18° giro: Hamilton resta ancora fuori mentre Alonso usa la pista e anche l’erba per tentare di passare Kvyat. Davanti le Mercedes restano in pista: potrebbero effettuare una sosta in meno rispetto alla Ferrari.

19° giro: Anche Perez ed Ericsson ai box per la loro sosta.

20° giro: Altro secondo guadagnato da Vettel che si avvicina a Bottas, ancora in pista.

22° giro: Hamilton rientra per la sua prima sosta e monta la gomma media. Davanti resta Bottas che perde quasi due secondi da Vettel e ha ancora 1.8 di vantaggio.

23° giro: ora la situazione si fa difficile per Vettel con Bottas più lento davanti. La sensazione è che la Mercedes usi il finlandese per rallentare il tedesco.

25° giro: sorpasso fantastico di Vettel su Bottas! Il tedesco fa una doppia finta sul finlandese e con anche due ruote sull’erba sfila la Mercedes.

26° giro: Bottas si fa passare senza problemi da Hamilton dopo aver fatto perdere secondi preziosi a Vettel, il quale ha ripreso il suo ritmo. Ora il tedesco ha 4.2 di vantaggio su Hamilton.

27° giro: Bottas rientra ai box. Scontato dopo la tattica di disturbo nei confronti della Ferrari. Al finlandese vengono montate gomme medie.

28° giro: Il distacco di Vettel passa sui 5 secondi, mentre Bottas con gomma nuova gira in 1.24.696 ma è a mezzo minuti dalla Ferrari.

31° giro: a questo punto della gara le due Mercedes hanno già utilizzato entrambe le mescole a disposizione, mentre la Ferrari deve ancora montare le medie per il finale di gara.

33° giro: seconda sosta per Fernando Alonso mentre Vettel guadagna 1.4 su Hamilton portandosi a 7.8 di vantaggio sull’inglese.

34° giro: scontro in curva 1 tra Vandoorne e Massa. Il belga non vede il brasiliano arrivare e chiude la porta scontrandosi con la Williams, rimediando la rottura della sospensione anteriore destra. Viene chiamata la VSC. Le due Force India ne approfittano per il loro secondo pit.

37° giro: finisce il periodo di VSC proprio mentre Hamilton rientra ai box per montare gomme soft.

38° giro: in Ferrari si copia la strategia e si richiama Vettel per montare gomme medie. Il tedesco esce mentre piomba la Mercedes di Hamilton che tenta subito l’affondo in curva 1! Vettel allarga difendendo la posizione con aggressività, tanto che i due si toccano e l’inglese va anche largo. Hamilton si lamenta via radio ma si va avanti.

40° giro: ritiro per Vallteri Bottas con la Mercedes. Il finlandese si ferma con la power unit in fumo.

42° giro: Vettel deve soffrire per tenere dietro la Mercedes di Hamilton. L’ inglese con gomme soft rispetto alle medie della Ferrari è più veloce ma deve trovare il sorpasso in pista.

44° giro: il sorpasso arriva all’inizio del giro con Hamilton che sfrutta DRS e bottone magico per passare come un treno la Ferrari portandosi in testa. Ora l’inglese, con 8 giri sulle gomme, deve completarne altri 20 per arrivare alla fine.

47° giro: la gara non è finita, perché Hamilton perde mezzo secondo da Vettel. I prossimi giri saranno cruciali per capire le dinamiche nell’ultima parte di gara. Intanto un bambino inquadrato in lacrime dopo il ritiro di Raikkonen viene “recuperato” e portato nel paddock. Scena bellissima.

51° giro: si pensa al Plan C in Ferrari, probabile l’arrivo di una terza sosta per montare gomme soft nuove sulla Ferrari di Vettel.

53° giro: il vantaggio di Hamilton è di 2.6 su Vettel. Si attende di capire se la Ferrari fermerà Vettel per la terza sosta quando mancano 13 giri alla conclusione. Le Force India sono ancora quarta e quinta.

56° giro: fantastica, intanto, la settima posizione di Wehrlein che però dovrà scontare una penalità di 10 secondi per non aver rispettato i limiti di rientro in pista.

58° giro: Vettel sembra aver mollato il colpo. Il distacco da Hamilton è di 4.3 secondi quando mancano 8 giri al termine. Ricciardo è terzo ma a oltre un minuto. Perez, quarto, è doppiato!

60° giro: incomprensione, ancora, tra Massa e Vettel per un doppiaggio.

62° giro: intanto Fernando Alonso relega le Williams alla terzultima e penultima posizione davanti al solo Palmer. Lo spagnolo passa prima Massa e poi Stroll.

63° giro: Hamilton comanda con ancora 4 secondi su Vettel. Il tedesco non molla ma ormai la gara è nelle mani dell’inglese.

65° giro: Hamilton si prende anche il giro più veloce in 1:23.593, rifilando 1.2 a Vettel. Sfortuna per Magnussen che deve rientrare ai box per una foratura.

66° giro: Lewis Hamilton taglia il traguardo vittorioso su Sebastian Vettel e Daniel Ricciardo, quasi doppiato. Quarta e quinta posizione fantastiche per le Force India di Sergio Perez ed Esteban Ocon. Ottima sesta piazza per Nico Hulkenberg davanti a Wehrlein, Sainz e Kvyat. Il tedesco della Sauber deve però aggiungere 10 secondi al suo tempo di gara lasciando la posizione allo spagnolo della Toro Rosso. Fernando Alonso conclude agitando la bandiera spagnola dalla sua Mclaren.

Segue la classifica di gara. Prossimo appuntamento il 28 maggio a Montecarlo.

 


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE