F1 GP Russia, gara: la parola alla Ferrari

di 02 maggio 2016, 12:00
F1 | GP Russia, gara: la parola alla Ferrari

La parola ai piloti della Ferrari, dopo il Gran Premio della Russia.

Kimi Raikkonen: “Tutto sommato, non è stato un weekend facile, ma oggi abbiamo cercato di ottenere il massimo. Ho avuto una buona partenza e sono riuscito ad arrivare in seconda posizione, ma come l'anno scorso, dopo la Safety Car non sono riuscito a tenermi dietro la Williams sul rettilineo. Dopo di che, ho cercato di lottare contro di loro, ma ho perso la posizione su Hamilton. Abbiamo deciso di fare degli stint più lunghi per guadagnare posizioni e abbiamo fatto un lavoro abbastanza buono. La monoposto si stava comportando molto bene durante la gara, anche se siamo stati costretti a risparmiare carburante e questo ha influito sui tempi. Il terzo posto è quello che saremmo stati comunque in grado di ottenere, ma non è l'ideale".

Sebastian Vettel: “Penso che sia un peccato, perché oggi avevamo fatto tutto giusto. Ho avuto un'ottima partenza, e mi sono ritrovato un po' bloccato nella prima curva, ma dopo sono riuscito ad andare. C'è sempre più rischio a partire dietro, ma è la settima posizione, non la quindicesima. Stavo entrando nella seconda curva, stavo già attaccando per la quinta posizione, ma non è d'aiuto la gente che non frena. Quanto fatto da Kvyat non era necessario. Ho sentito un colpo da dietro, e un altro ancora più forte dopo, e questo ha finito la mia gara. Non penso di avere molto da dire, a guardare il video si trovano le risposte alle domande. Oggi non potevo fare niente di diverso e non cambierei nulla. Non è che non mi piaccia Kvyat, ma ha fatto un errore oggi e non mi è d'aiuto. Ovviamente sono deluso, ma penso già alla prossima gara".


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.