F1 GP Giappone: Hamilton colpo mondiale, Vettel KO dopo pochi giri

Sul podio vanno Verstappen e Ricciardo. Bottas 4°, Raikkonen recupera e chiude 5° di 08 ottobre 2017, 08:45
F1 | GP Giappone: Hamilton colpo mondiale, Vettel KO dopo pochi giri

Lewis Hamilton conquista Suzuka, porta a casa la sua 61a corsa in carriera ma soprattutto impartisce a Sebastian Vettel una spallata che sa di mondiale. Il pilota tedesco accusa problemi già durante lo schieramento in griglia di partenza e deve ritirarsi dopo pochi giri a causa di una candela rotta. Lo zero in classifica è pesantissimo: Hamilton vola a 59 punti di vantaggio ed ora, a quattro gare dal termine, la situazione è disperata. Sul podio vanno le Red Bull di un ancora grande Max Verstappen e Daniel Ricciardo. Bottas giù dal podio, buona rimonta di Raikkonen che chiude quinto con l'altra Ferrari.

CRONACA

Il fantasma di Sepang si ripresenta in griglia di partenza con i meccanici della Ferrari che aprono il cofano della monoposto di Vettel. Per minuti interi si lavora intorno alla SF70H prima della partenza.

Partenza: buona partenza di Hamilton che copre Vettel mentre Ricciardo viene infilato da Verstappen. Ricciardo viene superato nelle prime curve anche da Ocon, mentre al tornantino Verstappen si libera anche di Vettel portandosi in seconda posizione. Dietro Sainz perde la monoposto e va a sbattere nelle protezioni, mentre Raikkonen al Cucchiaio nel tentativo di superare Hulkenberg allarga e va fuori traiettoria perdendo posizioni.

2° giro: sul rettilineo del traguardo Vettel perde altre posizioni dopo aver segnalato la mancanza di potenza alla sua Ferrari. Entra la Safety Car per rimuovere la monoposto di Sainz.

3° giro: si riparte e sul rettilineo principale la Ferrari di Vettel è risucchiata anche dalla Force India di Sergio Perez.

5° giro: è finita la gara di Sebastian Vettel. Il tedesco viene invitato a riportare la sua Ferrari ai box per il ritiro. Il mondiale è ormai lontanissimo.

6° giro: intanto Lewis Hamilton è primo con 1.4 su Verstappen che cerca di non mollare la presa, mentre Ocon è a 4 secondi in terza posizione e Ricciardo a 5 in quarta. Raikkonen dopo l'uscita di pista è risalito in nona posizione.

8° giro: gara finita anche per Ericsson: lo svedese va a sbattere prima del ponte mentre Raikkonen stavolta passa Hulkenberg per l'ottava posizione. Viene chiamata la VSC per l'uscita di Ericsson e per rimuovere un detrito in pista perso dalla Haas di Grosjean.

11° giro: si riparte all'inizio dell'undicesimo giro con Daniel Ricciardo che prende la scia di Esteban Ocon e lo passa tornando in terza posizione.

12° giro: ancora un giro e anche Bottas si libera della Force India del francese.

14° giro: continua la rimonta di Raikkonen che supera anche Felipe Massa per andare in settima posizione.

17° giro: Bottas e Raikkonen, partiti indietro per le rispettive penalità, sono su gomme soft. Questo porterà loro un vantaggio a fine gara quando potranno montare gomme supersoft per il rush finale.

20° giro: dopo Massa anche Magnussen va ai box per cambiare gomme, mentre Raikkonen si porta in sesta posizione superando la Force India di Sergio Perez.

21° giro: Hamilton comanda ormai con 5 secondi su Verstappen e 8 su Ricciardo. L’olandese si ferma ai box ed esce esattamente davanti a Raikkonen.

22° giro: è ora il turno del capoclassifica in corsia box, con l’inglese che esce davanti all’olandese ma non con lo stesso vantaggio.

24° giro: Con Hamilton e Verstappen a posto con la loro prima sosta, Ricciardo continua in testa insieme a Bottas. Raikkonen è intanto in quinta posizione in attesa della sua sosta.

25° giro: Ricciardo rientra ai box con Bottas che passa in testa seguito da Hamilton e Verstappen. L’olandese ha recuperato ed è a 1.6 dall’inglese. Rischio per Hulkenberg nel giro precedente, andato largo sotto il ponte.

28° giro: Bottas è ancora davanti con Hamilton che si lamenta per il suo passo rovinato. Il finlandese rallenta alla chicane e lascia passare il compagno mettendosi a far da blocco su Verstappen.

29° giro: Pit per Raikkonen che esce di fronte alle due Force India in sesta posizione, in attesa della sosta di Hulkenberg. Ora il finlandese avrà gomme supersoft a disposizione per tirare fino a fine gara.

31° giro: arriva la sosta di Bottas che lascia libero Verstappen. L'olandese passa sul traguardo con 3.3 di distacco da Hamilton.

33° giro: Raikkonen non attende la sosta di Hulkenberg e passa il tedesco in pista in fondo al rettilineo del traguardo. Ora è in quinta posizione con 12 secondi di ritardo da Bottas, sulle sue stesse gomme.

37° giro: bello il trenino che lotta per la decima posizione con Massa, Magnussen, Grosjean e Gasly. Il francese è incitato dal team a spingere per conquistare il suo primo punto in F1.

38° giro: Hamilton continua in testa con Vestappen che ha ridotto lo svantaggio a 2.4. Intanto si riaccende la lotta tra le Force India. Perez chiede se può passare Ocon, ritenuto più lento anche perché in battaglia con Nico Hulkenberg, che al termine del giro rientra ai box.

40° giro: il tedesco rientra immediatamente alle spalle di Gasly e passa subito il francese.

41° giro: subito dopo problema per la Renault del tedesco, con il DRS che non si chiude. L'ala ha ceduto nella parte sinistra e Hulkenberg è costretto a tornare ai box per il ritiro.

43° giro: bellissimo il sorpasso di Kevin Magnussen su Felipe Massa tra curva 1 e curva 2. Il danese resta accodato al brasiliano nella prima piega e si getta all'interno nella seconda sorprendendo il pilota della Williams.

47° giro: viene chiamata in causa la VSC: Stroll ha un problema alla gomma anteriore destra e va lungo in curva tre. La gomma si affloscia di colpo con il canadese costretto a controllare la vettura sulla ghiaia per non andare a sbattere.

51° giro: si riparte alla fine del 50° giro con Hamilton che denuncia problemi alle gomme posteriori e Verstappen che si sta rifacendo sotto. Dietro, Bottas ha ripreso Ricciardo.

52° giro: finale thriller con Verstappen attaccato a Hamilton che si vede Alonso, doppiato e in lotta con Massa, mettersi tra i due.

53° giro: finisce con Hamilton che vince anche a Suzuka e porta a 59 punti il vantaggio in classifica su Vettel. Potrebbe essere il colpo del mondiale. Verstappen e Ricciardo vanno sul podio. Bottas è quarto davanti a Kimi Raikkonen che recupera bene. Force India ancora concrete in sesta e settima posizione con Ocon e Perez, con le due Haas che vanno a punti con Magnussen ottavo e Grosjean nono. Felipe Massa ottiene l'ultimo punto a disposizione.

Segue la classifica di gara.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.