F1 GP Canada: domina Hamilton, Vettel sfortunato ma limita i danni

Sul podio Bottas e Ricciardo. Il tedesco finisce in fondo e poi risale fino al quarto posto. di 11 giugno 2017, 21:52 387 visualizzazioni
F1 | GP Canada: domina Hamilton, Vettel sfortunato ma limita i danni

Montréal è ancora una volta casa Hamilton. L'inglese vince dominando per la sesta volta sul circuito intitolato a Gilles Villeneuve. Alle sue spalle l'altra Mercedes di Valtteri Bottas e la Red Bull di Daniel Ricciardo. Grand Chelem per Hamilton che conquista vittoria, pole, GPV comandando dall'inizio alla fine. Gara sfortunata per le Ferrari, entrambe danneggiate ad inizio gara. Sebastian Vettel recupera dal fondo fino al quarto posto, con un podio scappato per un paio di giri. Raikkonen è 7° dietro alle ancora una volta sorprendenti Force India di Sergio Perez ed Esteban Ocon.

CRONACA

Il primo colpo di scena è della Toro Rosso di Daniil Kvyat che rimane fermo in griglia all'inizio del giro di ricognizione. La monoposto riparte quando già tutti i piloti sono partiti e quindi il russo è costretto a partire dal fondo.

1° giro: la partenza vede Max Verstappen a fionda che si infila tra le Mercedes di Hamilton e Bottas, mentre entrambe le Ferrrari perdono posizioni con Vettel che danneggia parte dell'ala anteriore. All'ingresso della seconda chicane Carlos Sainz viene tamponato dalla Haas di Grosjean, perde il controllo della Toro Rosso e carambola all'ingresso colpendo la Williams di Felipe Massa. Entrambi sono costretti al ritiro e la Safety Car deve fare il suo ingresso. Proprio Grosjean e Wehrlein rientrano ai box per sostituire il musetto.

4° giro: la gara riparte ma prima del passaggio sul rettilineo iniziale Vettel perde tutta la parte destra dell'ala anteriore. Il tedesco continua mentre Raikkonen prende un rischio pazzesco in uscita dalla seconda chicane andando sull'erba.

5° giro: Vettel è costretto a rientrare ai box per cambiare il musetto della SF70H. Nel pit la Ferrari monta gomme supersoft.

7° giro: dal replay della partenza si vede Verstappen arrivare come una fionda da dietro e portare via letteralmente l'appendice superiore destra dell'ala anteriore alla Ferrari di Vettel. L'incidente alla prima chicane invece è tutta colpa di Sainz, che chiude una prima volta Grosjean e poi una seconda colpendolo e perdendo il controllo della Toro Rosso.

9° giro: in tutto questo, Hamilton comanda con 3 secondi su Verstappen, 5 su Bottas e 8 su Ricciardo. Perez ha scavalcato Raikkonen dopo l'errore del finlandese con Ocon che è settimo. Hulk, Kvyat e Alonso completano la top ten.

11° giro: altro colpo di scena. Verstappen è costretto a fermarsi con la Red Bull che viene lasciata in uscita dalla curva 2. Entra la VSC: le due Renault e Ericsson ne approfittano per pittare.

14° giro: con un po' di lentezza viene recuperata la Red Bull di Verstappen e la gara riparte con Hamilton davanti a Bottas e Ricciardo.

18° giro: Vettel è 12° con davanti diversi piloti in lotta: Magnussen, Stroll, Hulkenberg e Kvyat. Raikkonne si ferma per montare le gomme supersoft. Un giro dopo pit anche per Ricciardo: la Red Bull monta gomme soft.

19° giro: Vettel in tre giri ha passato Vandoorne, Kvyat e Hulkenberg e si lancia all'inseguimento di Stroll per la nona posizione.

20° giro: l'aggangio e il sorpasso a Stroll avvengono senza particolari problemi. Davanti alla Ferrari ora ci sono Magnussen e Raikkonen che ha già effettuato il pit.

23° giro: la situazione vede Hamilton al comando con 6 secondi su Bottas. Ocon è terzo ma deve ancora pittare davanti a Ricciardo e Perez che si sono già fermati così come Raikkonen.

24° giro: si ferma Bottas per il suo pit. Gomma soft per lui.

29° giro: situazione invariata dopo alcuni giri con Hamilton che ancora non si è fermato e comanda con 24 secondi su Ocon (anche lui senza sosta). Bottas perde tempo dietro al francese e precede Ricciardo, Perez e le due Ferrari che non riescono a girare con tempi veloci. Vettel ha recuperato fino alla settima posizione davanti ad Alonso (che non si è ancora fermato), Hulkenberg e Kvyat.

33° giro: i primi due della classifica rientrano. Hamilton monta gomme supersoft, così come la Force India.

34° giro: con la situazione allineata dopo i pit Hamilton comanda su Bottas e Ricciardo. Perez, quarto, precede Raikkonen, Ocon e Vettel.

39° giro: viene segnalato che entrambe le Ferrari sono danneggiate nel fondo e quindi questa potrebbe essere una piccola giustificazione al ritmo non brillantissimo di Vettel e Raikkonen.

42° giro: Raikkonen si ferma per la seconda sosta nella quale monta gomme ultrasoft. Vettel, invece, resta in pista.

46° giro: la lotta per la parte bassa del podio si fa interessante con Ricciardo inseguito dalle Force India e dalla Ferrari di Vettel.

50° giro: Vettel tenta il colpo finale andando ai box per montare gomme supersoft. Ha 20 giri per recuperare tempo. Il tedesco rientra alle spalle di Raikkonen.

54° giro: pit per Kvyat con problemi di vibrazioni. Il russo è costretto al ritiro.

56° giro: con le Mercedes comodamente in testa, la lotta ora è ancora per le posizioni dietro. Ricciardo con le soft resiste alle due Force India, entrambe su supersoft, mentre le Ferrari stanno tornando su con le ultrasoft.

61° giro: problemi per Kimi Raikkonen che perde secondi e la posizione su Sebastian Vettel. Kimi chiede aiuto via radio ai tecnici della Ferrari.

62° giro: Vettel ha ripreso le Force India e ha 8 giri per tentare di recuperare altre posizioni.

67° giro: Vettel approfitta della lotta tra le due Force India e compie un sorpasso pazzesco su Ocon, lanciandosi poi all'inseguimento di Perez.

69° giro: il tedesco si è riattaccato alla Force India e riesce prendere di forza la quarta posizione mentre Alonso, ritirato, si lancia in mezzo alla folla in tribuna.

70° giro: Lewis Hamilton taglia il traguardo solitario per la sesta vittoria in Canada. Valtteri Bottas va sul podio in seconda posizione con Daniel Ricciardo, ripreso nel finale da un Sebastian Vettel che limita tantissimo i danni con la Ferrari. Ancora ottime le Force India: Perez precede Ocon in quinta e sesta posizione. Kimi Raikkonen riesce a non farsi superare da Hulkenberg che prende quattro punti con l'ottava posizione. Lance Stroll guadagna i primi due punti della sua carriera chiudendo nono davanti a Grosjean.

Segue il risultato di gara.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.