F1 GP Belgio, qualifiche: la parola a Toro Rosso e Renault

di 28 agosto 2016, 10:30
F1 | GP Belgio, qualifiche: la parola a Toro Rosso e Renault

Vi riportiamo le parole dei piloti della Toro Rosso e Renault al termine del Gran Premio del Belgio.

Toro Rosso

Carlos Sainz: "È stato un weekend molto difficile per noi, forse anche un po' più del previsto, ed è deludente non essere in grado di lottare per entrare in Q3. Da una parte, sono felice perché so che ho estratto il massimo dalla monoposto oggi, ma dall'altra parte sono triste di vederci in quindicesima posizione, a un secondo dalla Q3. Non è abbastanza. C'è molta analisi corso in questo momento, all'interno del team, per vedere dove perdiamo così tanto - sappiamo che la ragione è dovuta in parte alla Power Unit del 2015, ma abbiamo bisogno di capire il motivo per cui non stiamo andando come previsto nel Settore 2. Siamo stati lenti per tutto il weekend, quindi la gara sarà difficile. Sono sicuro che una giusta strategia ci porterà vicino alla top ten, ma non sarà facile finire a punti. Detto questo, ce la metteremo tutta".

Daniil Kvyat: "Anche se non siamo dove vorremmo essere, penso che non sia stata una sessione di qualifica brutta per me e sono felice dei miei giri, che esprimono il massimo che ho potuto fare. Dobbiamo accettare che l'auto è dove è adesso e, naturalmente, è difficile da fare, ma dobbiamo lavorare con quello che abbiamo e dobbiamo cercare di andare avanti. Penso che per il resto della stagione andrà così e dovremo continuare a lottare, non c'è altra scelta. Faremo la nostra gara e vedremo dove si finirà - non voglio fare alcuna previsione, tutto quello che so è che sarà difficile, ma faremo del nostro meglio con un pacchetto che non è competitivo su questa pista".

Renault

Kevin Magnussen: "Abbiamo trovato molto più ritmo del previsto ed è una bella sorpresa, ovviamente Il mio giro non era perfetto, ho bloccato tutto alla Curva 1 e ho perso un sacco di tempo, ho pensato che fosse finita, ma ho spinto per il resto del giro e ho ottenuto un tempo discreto. Anche se siamo P12, penso che si potesse ottenere qualcosina di più, ma è comunque incoraggiante".

Jolyon Palmer: "Sono abbastanza contento di questa prestazione. È la seconda gara in cui mi trovo in Q2, possiamo esserne soddisfatti, visto che le prove sono state difficili. Fare due qualifiche così di fila dimostra che Hockenheim non era qualcosa di occasionale e che stiamo facendo veri progressi. Ci sono molte incognite per la gara, le temperature sono altissime e il degrado delle gomme è peggiore del previsto, ma abbiamo alcuni vantaggi. Tutti in top ten partono con gomme usate, mentre noi abbiamo un nuovo set di gomme. Cercheremo di arrivare in Top 10".


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.