F1 GP Abu Dhabi: Bottas chiude il 2017 con una vittoria. Hamilton precede Vettel sul podio

Gara lineare e senza spunti: il finlandese chiude con la terza vittoria di stagione di 26 novembre 2017, 15:47
F1 | GP Abu Dhabi: Bottas chiude il 2017 con una vittoria. Hamilton precede Vettel sul podio

Il mondiale 2017 di F1 finisce con la vittoria di Valtteri Bottas nel Gran Premio di Abu Dhabi.

Il pilota finlandese della Mercedes comanda la gara dall'avvio e precede il compagno Lewis Hamilton, che evita qualsiasi lotta a campionato ormai concluso. Sul podio va Sebastian Vettel con la Ferrari, mai in grado di contendere la vittoria alle Mercedes. Quarto Kimi Raikkonen davanti a Max Verstappen. Decimo Felipe Massa che saluta, così, la Formula 1 dopo quindici anni.

CRONACA

Tranne gli ultimi tre, Wehrlein, Ericsson e Hartley, che montano gomme Supersoft, partono tutti su Ultrasoft.

Partenza: buono scatto di tutti i primi con nessun sorpasso importante. Dietro invece si gira Magnussen che poi riparte senza problemi. Belle le varie lotte a centro gruppo con le Force India, Alonso, Massa e Hulkenberg.

3° giro: le Mercedes dettano subito il ritmo con Bottas che comanda su Hamilton e Vettel. Ricciardo, Raikkonen e Verstappen seguono.

4° giro: vengono comminati cinque secondi di penalità ad Hulkenberg per aver tagliato una chicane guadagnando tempo su Perez. Il messicano si era lamentato ampiamente via radio.

5° giro: viene mostrata la partenza con il doppio errore di Magnussen nelle prime curve. Prima va lungo in curva uno, poi si gira ad altissima velocità in curva tre.

6° giro: duello tra Grosjean e Stroll con le due zone DRS di fila che premiano prima il francese e poi il canadese, che si difende in 13a posizione.

11° giro: le Mercedes aumentano il ritmo. Bottas porta il vantaggio su Hamilton a due secondi e quello su Vettel a cinque.

12° giro: finalmente Grosjean riesce a superare Stroll con il canadese che poi rientra ai box

15° giro: sosta per Verstappen che monta gomme supersoft per tentare l'attacco a Raikkonen.

16° giro: in Ferrari rispondono subito con Raikkonen che rientra ai box e torna in pista davanti ad Ocon e Verstappen.

17° giro: testacoda per Gasly in penultima curva mentre Perez è tornato ai box.

18° giro: pit per Hulkenberg che sconta i cinque secondi di penalità. Qualche difficoltà con la posteriore destra che non vuole sganciarsi. Nel frattempo continua dal Brasile la lotta tra Massa e Alonso alle sue spalle, con Sainz che fa lo spettatore.

20° giro: pit per Ricciardo mentre Hulkenberg è in lotta con Grosjean.

21° giro: Sosta anche per la Ferrari di Vettel mentre Daniel Ricciardo rallenta con la sua Red Bull. L'australiano segnala un problema idraulico e si ritira.

22° giro: Anche Bottas ai box mentre Hamilton segna il giro più veloce.

23° giro: contrariamente a quanto previsto Lewis resta in pista, mentre anche Massa torna ai box per la sua sosta. Il brasiliano esce appena davanti Fernando Alonso e subisce il sorpasso dello spagnolo.

24° giro: tocca a Hamilton rientrare ai box. L'inglese rientra alle spalle di Bottas che mantiene la testa della corsa.

25° giro: la Ferrari è crollata con le gomme supersoft. Vettel è a 11 secondi e mezzo da Bottas, Raikkonen a 20 davanti a Verstappen.

26° giro: girone di Hamilton che scende sotto il minuto e 42 e si riporta a poco più di un secondo da Bottas.

30° giro: l'inglese si fa minaccioso alle spalle del compagno di squadra. Sarà curioso capire se proverà l'attacco.

31° giro: la coppia Mercedes comunque domina sulle Ferrari. Vettel è a 13 secondi, Raikkonen a 24 seguito da vicino da Verstappen. Ocon precede Sainz (i due non si sono ancora fermati), Hulkenberg e Perez.

32° giro: Sainz rientra ai box ma non viene montata correttamente la ruota anteriore sinistra. Lo spagnolo rischia di picchiare sul muretto di uscita dei box con la gomma che quasi si stacca e poi deve fermarsi.

37° giro: Bottas comanda ancora su Hamilton con un secondo e rotti di vantaggio. Vettel è terzo a 19 secondi, Raikkonen è quarto a mezzo minuti. La gara procede senza colpi di scena. Stroll intanto rientra ai box dopo aver rallentato vistosamente nei giri precedenti.

42° giro: si vede un po' di lotta tra Magnussen, Wehrlein e Hartley in lotta per le posizioni dalla 14a alla 16a.

47° giro: la gara non offre più molti spunti. Bottas mantiene un secondo e mezzo di vantaggio su Hamilton, Vettel è ormai lontano 23 secondi, Raikkonen e Verstappen procedono appaiati a circa 40.

50° giro: Bottas suda freddo dopo un leggero errore che permette a Hamilton di riavvicinarsi. L'inglese, poi, torna ad oltre un secondo coprendo il compagno.

52° giro: ormai è chiaro che la situazione è definita tra le Mercedes. L'unico dubbio è capire chi farà segnare il giro più veloce che ora è in favore di Bottas.

55° giro: la gara termina così con Valtteri Bottas che comanda la doppietta Mercedes. Vettel a podio ma distante 23 secondi. Raikkonen chiude quarto davanti a Max Verstappen. Hulkenberg è ottimo sesto con la Renault, davanti alla coppia Force India Perez/Ocon. Chiudono la top ten Fernando Alonso e Felipe Massa, che dice addio alla F1.

Seguirà il risultato di gara. Arrivederci al 2018!


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.