F1 Fernando Alonso: il rispetto vale più dei titoli vinti in F1

di 18 aprile 2016, 17:30
F1 | Fernando Alonso: il rispetto vale più dei titoli vinti in F1

Il due volte campione del mondo Fernando Alonso ha dichiarato che il rispetto del paddock è più importante di aggiungere un terzo mondiale alla propria carriera.

Dopo gli anni in Ferrari, sento di essere più rispettato nel paddock. Ho vinto due mondiali, ma devo dire anche nel 2005 la Renault era molto affidabile e nel 2006 le Michelin erano gomme migliori rispetto alle Bridgestone” ha raccontato lo spagnolo.

Ma ora, dopo 16 anni in F1, sento che ci sono meno discussioni al riguardo e le persone mi rispettano molto di più per le molte gare che ho corso e per quello che faccio ogni settimana. A volte vinci, altre volte no”.

Quindi un titolo non è più tutto in una carriera di un pilota? “No, non penso. Gilles Villeneuve è considerato uno dei più grandi piloti nella storia della Ferrari… Mentre per i media è importante il titolo che vinci. Ma per l’atleta che ha riconoscimenti e ha il rispetto, ci sono altre cose a cui pensare”. Ha aggiunto: “Vincere in questo sport è più o meno una questione di essere nella macchina giusta al momento giusto. Quando la gente ti rispetta anche quando hai la monoposto sbagliata nel momento sbagliato, è più importante di vincere un titolo”.

Quel rispetto, quel prestigio, vale di più dei titoli. Ovvio, vorrei avere qualche trofeo in più a casa, ma le cose vanno così - e non cambierei un singolo giorno della mia carriera in F1. Sono molto felice e cambiare decisioni nella propria vita non ti renderebbero la persona che sei adesso”. “Le decisioni che ho preso sono il riflesso della mia personalità e mostrano come sono adesso - e ora sono felice di quello che sono”.

Ho sempre seguito il mio istinto e quello che mi rende felice. Non mi pento di niente di quanto successo: ho guidato per la Renault, McLaren-Mercedes, Ferrari e McLaren-Honda e penso che qualsiasi pilota al mondo ci metterebbe la firma” ha concluso.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

6 commenti

Prendi parte alla discussione
  1. Griforosso
    #1 Griforosso 19 aprile, 2016, 17:23

    Ad Antonio Tedeschi e Franx Peenk JeKo dico solo che poi nella vita si CRESCE. Non solo d'età ma anche mentalmente.

  2. Elisa Porcile
    #2 Elisa Porcile 19 aprile, 2016, 00:04

    Mai stata sua tifosa, ma non posso che essere d'accordo con Fernando

  3. Simone Romitti
    #3 Simone Romitti 18 aprile, 2016, 21:17

    Pilota enorme e solo chi si basa solo sui numeri non potrà capire quanto sia riuscito a fare pur essendo sempre in inferiorità tecnica !

  4. Franx Peenk JeKo
    #4 Franx Peenk JeKo 18 aprile, 2016, 18:17

    Diceva anche che neanche morto sarebbe andato alla Ferrari..

  5. Griforosso
    #5 Griforosso 18 aprile, 2016, 17:49

    Un ragionamento che potrebbe far nascere il sospetto che nasca dal bisogno di consolarsi un po' per le occasioni non avveratesi. Questo se si parte dall'assunto che, come dice anche Lui, si valuta un pilota dai Titoli Mondiali vinti. Che, giustamente, non sia sempre così lo dimostra Lui così come lo dimostrano piloti come Gilles Villeneuve (ricordato dallo stesso Alonso) ed aggiungo io da uno Stirling Moss, oppure da un Chris Amon o ancora da altri Piloti che hanno segnato un periodo pur essendo, magari, stati solo una meteora non diventata stella per sopraggiunte "cause ferali". Tolgo dall'elenco Michael Schumacher non solo per i 7 Mondiali ma per le qualità globali dell'uomo/pilota pur con le sue magagne. Lasciamolo lassù nell'Olimpo dove potrebbe anche stare benissimo da solo o con pochissimi altri (ad esempio Nuvolari?). Il ragionamento di Alonso, quello filosofico sulla vita, le condivido appieno. Nel mio microcosmo, infinitamente piccolo, è una verità sperimentata direttamente.

  6. Antonio Tedeschi
    #6 Antonio Tedeschi 18 aprile, 2016, 17:48

    qualche anno fa diceva "vorrei meno considerazione e più titoli"

Solo gli utenti registrati possono commentare.