F1 Brawn boccia l'ibrido: "Dobbiamo ripensare al futuro"

L'ex Benetton, Ferrari e Mercedes non è convinto dalla svolta elettrica: "C'è già la Formula E" di 14 dicembre 2016, 18:20 429 visualizzazioni
F1 | Brawn boccia l'ibrido: "Dobbiamo ripensare al futuro"

Sono parole pesanti quelle pronunciate da Ross Brawn, che come spesso capita non pensa a troppi giri di parole nelle sue dichiarazioni.

Questa volta l'ex Benetton, Ferrari e Mercedes, oltre che ex proprietario del suo omonimo team Campione nel 2009, si scaglia contro la tecnologia ibrida, introdotta a partire dal 2014 in Formula 1 e destinata a creare in futuro una sorta di confusione sportiva con la Formula E. Ecco le parole di Brawn rilasciate al settimanale della FIA, Auto.

"La Formula 1 deve ripensare seriamente a quello che vuole da un motore. Quello che è stato fatto negli ultimi anni è stato allinearsi con le produzioni di serie, ma le auto di serie nei prossimi cinque o dieci anni saranno ancora diverse rispetto alle attuali."

Nello specifico, Brawn si riferisce all'utilizzo della tecnologia elettrica, sempre più importante nelle auto di serie ma che, nei prossimi anni, potrebbe portare la Formula 1 ad avvicinarsi troppo ad un'altra serie che conosciamo, la Formula E.

"Forse è il tempo di riflettere e pensare a differenziarci rispetto allo sviluppo delle auto di serie. Se non lo facciamo, la logica dice che in breve tempo avremo delle Formula 1 elettriche. Ma abbiamo anche la Formula E, che ha già una sua identità. Per me la Formula 1 non è solo dimostrazione tecnologica, è un grande circus e bisogna trovare il modo affinché sopravviva al meglio."

E ancora: "Potrebbe essere il momento di dire che abbiamo raggiunto questo step tecnologico ma ora è il momento di fare un passo indietro, e chiedersi cosa idealmente la Formula 1 vuole da un motore. Dobbiamo sederci al tavolo con costruttori e team e decidere cosa vogliamo oltre il 2020. Potrebbe essere tutto uguale ma con delle rivisitazioni in termini di costi e complessità, perché le power unit costano troppo. Considerato che ci vogliono due anni a progettare e costruire un motore, al termine della prossima stagione la Formula 1 dovrà decidere che motori vorrà in futuro."

Tempo fa ci eravamo già posti una domanda del genere: "Che senso ha l'elettrico in Formula 1?". Sembra che Brawn abbia, in qualche modo, risposto.




1 commento

Prendi parte alla discussione
  1. Boscagoo
    #1 Boscagoo 16 gennaio, 2017, 17:13

    Giusto, c'è già la formula E.

Solo gli utenti registrati possono commentare.