F1 Abu Dhabi: Hamilton vince, Nico Rosberg è il nuovo Campione del Mondo

Lewis tenta in tutti i modi di rallentare Nico, ma alla fine deve cedere lo scettro di 27 novembre 2016, 16:05 368 visualizzazioni
F1 | Abu Dhabi: Hamilton vince, Nico Rosberg è il nuovo Campione del Mondo

Nico Rosberg è il Campione del Mondo di Formula 1 2016. Il pilota tedesco giunge secondo alle spalle di un Lewis Hamilton che le tenta tutte per rallentare il compagno e favorire il rientro di un arrembante Vettel, ottimo terzo, e di Max Verstappen.

La cronaca di gara

La tensione è alle stelle prima della partenza. Le Red Bull partono su gomme Supersoft, mentre il resto dei piloti nelle prime cinque file parte su Ultrasoft. Dall'undicesimo posto in giù, scelte diverse con cinque piloti che partono con le Soft per cercare di andare più lunghi. Tra questi c'è Jenson Button, alla sua ultima in F1 insieme a Felipe Massa.

In partenza Hamilton, Rosberg, Raikkonen e Ricciardo mantengono le loro posizioni. Vettel guadagna la quinta su Max Verstappen che si gira nella prima curva dopo essersi toccato con la Force India di Hulkenberg.

Hamilton comanda nei primi giri senza cercare di scappare troppo ma, anzi, tenendo Rosberg a circa un secondo di distacco. Nel frattempo Magnussen si deve ritirare per un problema alla sua Renault, mentre Bottas deve a sua volta rientrare per dei controlli alla sua Williams. Verstappen, ripartito dal fondo, è già undicesimo.

8° giro: Hamilton rientra ai box per montare gomme soft, così come Raikkonen. La Mercedes deve aspettare il rientro della Ferrari prima di ripartire, perdendo qualche decimo. Rosberg rientra un giro dopo, ma a sua volta perde ancora più tempo per l'attesa della Ferrari di Vettel. Dopo le soste di Ricciardo e Perez, Hamilton si trova ancora primo con Verstappen secondo, che non si è fermato, e Rosberg terzo. Raikkonen e Ricciardo sono subito dietro, con Vettel in arrivo.

Hamilton non scappa via, tentando ancora di tenere unito il gruppo alle sue spalle. Finisce col cedimento della sospensione anteriore destra la carriera di Jenson Button, al 13° giro.

15° giro: Hamilton comanda con 2.7 su Verstappen e 3.5 su Rosberg. Raikkonen, Ricciardo e Vettel seguono i primi tre. Kvyat si ritira con la Toro Rosso.

20° giro: Ricciardo tenta l'attacco su Raikkonen ma il finlandese resiste. Un giro dopo Rosberg compie un sorpasso importantissimo su Verstappen, che si difende duro ma alla fine lascia strada al tedesco. Nico a questo punto ha strada libera per andare a seguire Hamilton. Al 22° giro Verstappen rientra ai box per montare gomme soft. Il dubbio per Rosberg è quello di compiere alcuni giri veloci per non rischiare di rientrare ancora alle spalle dell'olandese.

25° giro. Ricciardo abbandona il gruppo delle Ferrari per la sua sosta, rientrando alle spalle di Verstappen e delle Force India. Un giro dopo rientra Raikkonen per il suo pit, ed esce dai box alle spalle di entrambe le Red Bull, con Verstappen che passa facilmente Sergio Perez. Ricciardo passa a sua volta il messicano con le Force India che poi si fermano subito dopo.

28° giro: per evitare problemi con le Red Bull la Mercedes chiama ai box Lewis Hamilton per l'ultimo pit stop. Un giro dopo viene richiamato anche Nico Rosberg. Sebastian Vettel invece resiste in testa con ancora la sua sosta da fare.

La tensione è alle stelle prima della partenza. Le Red Bull partono su gomme Supersoft, mentre il resto dei piloti nelle prime cinque file parte su Ultrasoft. Dall'undicesimo posto in giù, scelte diverse con cinque piloti che partono con le Soft per cercare di andare più lunghi. Tra questi c'è Jenson Button, alla sua ultima in F1 insieme a Felipe Massa.

In partenza Hamilton, Rosberg, Raikkonen e Ricciardo mantengono le loro posizioni. Vettel guadagna la quinta su Max Verstappen che si gira nella prima curva dopo essersi toccato con la Force India di Hulkenberg.

Hamilton comanda nei primi giri senza cercare di scappare troppo ma, anzi, tenendo Rosberg a circa un secondo di distacco. Nel frattempo Magnussen si deve ritirare per un problema alla sua Renault, mentre Bottas deve a sua volta rientrare per dei controlli alla sua Williams. Verstappen, ripartito dal fondo, è già undicesimo.

8° giro: Hamilton rientra ai box per montare gomme soft, così come Raikkonen. La Mercedes deve aspettare il rientro della Ferrari prima di ripartire, perdendo qualche decimo. Rosberg rientra un giro dopo, ma a sua volta perde ancora più tempo per l'attesa della Ferrari di Vettel. Dopo le soste di Ricciardo e Perez, Hamilton si trova ancora primo con Verstappen secondo, che non si è fermato, e Rosberg terzo. Raikkonen e Ricciardo sono subito dietro, con Vettel in arrivo.

Hamilton non scappa via, tentando ancora di tenere unito il gruppo alle sue spalle. Finisce col cedimento della sospensione anteriore destra la carriera di Jenson Button, al 13° giro.

15° giro: Hamilton comanda con 2.7 su Verstappen e 3.5 su Rosberg. Raikkonen, Ricciardo e Vettel seguono i primi tre. Kvyat si ritira con la Toro Rosso.

20° giro: Ricciardo tenta l'attacco su Raikkonen ma il finlandese resiste. Un giro dopo Rosberg compie un sorpasso importantissimo su Verstappen, che si difende duro ma alla fine lascia strada al tedesco. Nico a questo punto ha strada libera per andare a seguire Hamilton. Al 22° giro Verstappen rientra ai box per montare gomme soft. Il dubbio per Rosberg è quello di compiere alcuni giri veloci per non rischiare di rientrare ancora alle spalle dell'olandese.

25° giro. Ricciardo abbandona il gruppo delle Ferrari per la sua sosta, rientrando alle spalle di Verstappen e delle Force India. Un giro dopo rientra Raikkonen per il suo pit, ed esce dai box alle spalle di entrambe le Red Bull, con Verstappen che passa facilmente Sergio Perez. Ricciardo passa a sua volta il messicano con le Force India che poi si fermano subito dopo.

28° giro: per evitare problemi con le Red Bull la Mercedes chiama ai box Lewis Hamilton per l'ultimo pit stop. Un giro dopo viene richiamato anche Nico Rosberg.

31° giro. Hamilton cerca di fare ancora da tappo. Rosberg si avvicina clamorosamente all'inglese, con le Red Bull che si stanno avvicinando. Sollecitato dal team, rialza leggermente il ritmo.

35° giro: Vettel è davanti, con una sosta in meno, su Hamilton, Rosberg, Verstappen e Ricciardo. Con la sosta Vettel dovrebbe rientrare dietro a Raikkonen.

38° giro: finalmente Vettel rientra ai box per montare gomme Supersoft. In questo modo il tedesco ha 18 giri a disposizione per spingere cercando di recuperare su Raikkonen e sulle Red Bull. Intanto Ricciardo ha ormai ripreso Verstappen. Probabile che l'australiano tenterà l'attacco sul compagno.

40° giro: mentre iniziano i doppiati, Hamilton è tornato in testa seguito da Rosberg, Verstappen a 3 secondi da Rosberg e Ricciardo. Raikkonen è quinto con Vettel dietro velocissimo sulle supersoft, che lo passa poi nel corso del giro successivo. Vettel ora ha 7 secondi di ritardo da Ricciardo.

43° giro: Palmer durante la lotta con Sainz colpisce la Toro Rosso: il giro dopo lo spagnolo accusa problemi al cambio. Vettel intanto vola. È a 2.5 da Ricciardo.

45° giro: Hamilton tiene Rosberg a un secondo. Verstappen è a 3.7, Ricciardo a 5.5. Vettel è attaccato alla Red Bull dell'australiano. Un giro dopo arriva il sorpasso. In Mercedes invitano Hamilton ad aumentare il passo, ma lui non ne vuole sapere.

5 giri al termine: Hamilton continua a girare lento, Rosberg resta dietro con Vettel che è ormai alle spalle di Verstappen. La strategia di Lewis è chiara: Bloccare Rosberg.

La cosa diventa chiarissima quando Hamilton risponde a tono al team. Vettel intanto fulmina Verstappen e si lancia all'inseguimento di Rosberg.

Gli ultimi giri sono un patema unico. Hamilton tenta di rallentare il più possibile per far rientrare anche Vettel e Verstappen, ma ogni tentativo dell'inglese è vano. Termina così con Hamilton che vince ma Nico Rosberg è Campione del mondo 2016. Rosberg arriva secondo davanti a Sebastian Vettel.

Le Red Bull arrivano 4a e 5a davanti a Raikkonen. Le Force India chiudono 7a e 8a con Hulkenberg e Perez. Felipe Massa chiude al sua carriera al nono posto davanti a Fernando Alonso.

Segue il risultato di gara.

abudhabi2016-gara


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.