F1 36 candeline per Kimi Raikkonen

di 17 ottobre 2015, 14:15
F1 | 36 candeline per Kimi Raikkonen

Sembra passato poco tempo da quando Kimi Raikkonen si è presentato, 21enne, al via del Gran Premio d'Australia 2001. Sono invece passati 14 anni e oggi il finlandese spegne trentasei candeline. E' il più anziano tra i piloti in attività, con Jenson Button e Fernando Alonso che lo seguono da vicino, ed è testimone insieme a loro delle ultime ere della Formula 1 dall'inizio degli anni 2000.

Arrivato in F1 dopo una brevissima esperienza in monoposto, Raikkonen si distingue subito per il suo talento, e dopo una sola stagione in Sauber viene ingaggiato dalla Mclaren per sostituire il ritirato Mika Hakkinen. Dal 2002 al 2006, Raikkonen mostra probabilmente gli acuti più importanti della sua carriera, sfiorando il titolo nel 2003 e lottando con Fernando Alonso per la conquista di quello 2005.

Nel 2007 viene scelto dalla Ferrari per raccogliere l'eredità pesantissima di Michael Schumacher, che l'aveva consigliato a Maranello prima del suo ritiro nel 2006. Il finlandese non si fa attendere vincendo il suo unico titolo al primo anno con la Rossa, in una stagione politicamente travagliata per via della spy-story Mclaren. Parte bene anche nel 2008 ma si perde nella seconda metà di stagione, per poi ritirarsi per la prima volta alla fine del 2009, con la vittoria nel GP del Belgio.

Dopo due anni di pausa, in cui si cimenta nei Rally e in qualche occasione in NASCAR senza risultati particolari, Raikkonen rientra nel Circus nel 2012 al volante della Lotus, ottenendo due vittorie nelle sue stagioni in cui corre per la scuderia di Enstone.

Nel 2014 il ritorno alla Ferrari, al fianco di Fernando Alonso nella passata stagione e di Sebastian Vettel nel 2015. L'unico acuto, per ora, resta il secondo posto nel GP del Bahrain 2015 dietro Lewis Hamilton.

Criticato spesso per la sua antimediaticità e per qualche suo eccesso fuori dalle piste, Raikkonen è sempre stato un personaggio atipico nel mondo della F1. Schivo, riservato, concentrato esclusivamente nella guida e poco incline alle relazioni pubbliche, è però molto amato dai tifosi, che forse vedono in tutto questo una figura sincera nel suo essere lontano dagli standard di questo mondo.

Ancora un anno di contratto in Ferrari e poi si vedrà. Ma ha già detto, coerente con il suo modo di vivere le corse, che una volta appeso il casco al chiodo si terrà in disparte per godersi la vita e il piccolo Robin.

Auguri, Iceman!


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

4 commenti

Prendi parte alla discussione
  1. Loris Ornella
    #1 Loris Ornella 18 ottobre, 2015, 16:09

    C'è bisogno di personaggi come lui in Formula 1

  2. Walter Spanò
    #2 Walter Spanò 17 ottobre, 2015, 18:31

    un sarebbe l'ora smettesse????

  3. Fabio Tarricone
    #3 Fabio Tarricone 17 ottobre, 2015, 18:25

    Auguri campione !! L'unico e solo Iceman ! #kimi7

  4. djbill
    #4 djbill 17 ottobre, 2015, 17:41

    Auguri Iceman!

Solo gli utenti registrati possono commentare.