Eddie Jordan disgustato dalla gestione della F1

di 04 novembre 2014, 10:35
Eddie Jordan disgustato dalla gestione della F1

Eddie Jordan è disgustato dal modo in cui la Formula 1 sta gestendo i team più piccoli, e come questi sono stati estromessi dal business. "Sono assolutamente disgustato dal modo in cui la F1 viene gestita, al momento. È totalmente ingiusto, questa competizione deve essere corretta e deve anche essere percepita come una competizione corretta. Non lo è. Senza tutti questi piccoli team, si perde l'idea di come si costruisce la F1. È vergognoso come sono stati trattati" ha dichiarato.

C'è una profonda disparità tra i grandi team - che si prendono la parte più consistente di guadagni in F1 - e i piccoli team, come Marussia e Caterham, che di tutti i guadagni della F1 nel 2013, ne hanno visti "solo" 10 e 31 milioni di dollari, contro i 166 della Ferrari. E c'è da ricordare che Marussia e Caterham, che stanno annegando in un mare di debiti, hanno anche il costo aggiuntivo dei motori forniti da Ferrari e Renault, motori venduti non a pochi milioni di dollari.

"Hanno mentito ai piccoli team e li hanno ingannati, facendoli arrivare in F1 con la promessa di un tetto di spesa a cui nessuno ha mai aderito, nessuno ci ha mai prestato attenzione" ha continuato "Come puoi gestire la F1 con un capo che dice 'ah, forse farò introdurre la terza macchina ai team?'".  "Che cosa è successo alla F1, che non è più in grado di badare a se stessa? Che è successo a questo sport che permette che i team più piccoli non arrivino alla fine della stagione? Io sono sicuro che ci sia il modo per evitare questo momento imbarazzante, fatto di garage vuoti e una griglia di partenza mezza vuota a due gare dalla fine. Sono sicuro che ci sia la possibilità per dare una mano a questi team".


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.