Alessandro Secchi

SEVEN Dal dramma di Billy un mare di solidarietà

La raccolta fondi per lo sfortunato ragazzo ha già raggiunto gli obiettivi dopo un solo giorno di 19 aprile 2017, 23:25 2462 visualizzazioni
Dal dramma di Billy un mare di solidarietà

Avete e abbiamo letto tutti del dramma di Billy Monger, il 17enne inglese che domenica è stato protagonista di un pauroso incidente a Donington durante una gara della F4 britannica, per la precisione la terza manche di quello che era il secondo appuntamento stagionale.

Purtroppo, i danni riportati alle gambe non hanno permesso ai medici di salvarle, pertanto il giovane ha subito l'amputazione di entrambi gli arti nella loro parte inferiore. Lo schianto con la vettura di Patrick Pasma, che procedeva lentissima, è stato devastante, e non c'è bisogno di mostrare ancora il video del cameracar. I novanta minuti necessari ad estrarre Billy dalla vettura parlano da soli.

Non credo nemmeno sia il caso di fare congetture o riflessioni sull'età dei piloti, che corrono da giovanissimi in monoposto, sulla pericolosità del motorsport e via dicendo. In qualsiasi categoria un incidente simile sarebbe stato potenzialmente pericolosissimo. Come sempre, da questo genere di eventi si può solo immagazzinare esperienza per cercare di migliorare la sicurezza delle vetture.

Lo shock derivante dalla notizia, comunque, ed è questo il motivo di questo post, ha mosso l'opinione pubblica e creato un'ondata di affetto verso questo ragazzo, sebbene molti non lo conoscessero, noi compresi. E questa ondata si è abbattuta sulla raccolta fondi aperta in favore di Billy, per le cure e per il suo futuro. 

Ebbene, questa raccolta fondi in un solo giorno sui due mesi a disposizione ha visto ormai raggiungere e superare l'obiettivo di 260.000£, con oltre 6400 contributori all'ora in cui questo post viene scritto (sono le 23.10). Un risultato eccezionale, frutto anche dei social che dimostrano come possano essere utilizzati anche per buone cause. Piloti e personalità del mondo del Motorsport stanno condividendo senza sosta la raccolta fondi. Jenson Button, pochi minuti fa, ha donato 15.000£ inviando i suoi auguri a Billy e alla sua famiglia.

Le risorse serviranno per le adeguate cure che Billy dovrà sostenere ed anche per garantirgli un futuro senza problemi almeno dal punto di vista economico. I soldi poi, lo sappiamo, non fanno la felicità: una tragedia del genere a 17 anni è allucinante, e il ragazzo dovrà fare affidamento a tutte le sue forze per uscirne. Ma con l'aiuto di tutti, sono sicuro che ce la farà.

Forza ragazzo!