Button: "Il vecchio Hockenheimring era un'altra cosa"

di 15 luglio 2014, 19:40
Button: "Il vecchio Hockenheimring era un'altra cosa"

Jenson Button arriva in Germania pieno di ottimismo dopo il quarto posto ottenuto a Silverstone nella gara di casa; un risultato molto importante perché ha risollevato in parte il morale suo e della squadra che dopo il podio in Australia non si era più fatta vedere nelle posizioni che contano.

L’inglese è uno dei pochi piloti al via quest’anno ad aver corso sia nella vecchia configurazione del tracciato di Hockenheim, in funzione fino al 2001, che in quella nuova. “Mi ricordo com’era correre al vecchio Hockenheimring, quattro rettilinei a oltre 300 km/h, un paio di chicane molto insidiose e la sezione dello stadio dove bisognava fare molta attenzione perché la macchina aveva poca stabilità. Era una cosa totalmente diversa rispetto al nuovo tracciato, ma era molto divertente.

La nuova configurazione” ha proseguito “non sarà mai estrema come quella vecchia, è un circuito breve, costruito apposta per invogliare a correre, ma è ugualmente divertente. Il lungo rettilineo che termina con la curva 6 è stato pensato apposta per creare effetto scia: costringi la macchina che hai davanti a scegliere una linea difensiva, quindi si arriva vicini alla curva 7 dove di solito cerchi il sorpasso, sfruttando il fatto che il tuo avversario è uscito più lento dalla curva precedente. La curva 8 è un altro posto dove puoi tentare un sorpasso perché in due non si passa.

Nonostante ci siano un paio di curve veloci, la maggior parte sono lente, quindi la nostra macchina non dovrebbe soffrire molto; è una gara che spesso può regalare più di un colpo di scena, quindi non vedo l’ora.” ha concluso con un certo ottimismo, sperando di ripetere il buon risultato di due settimane fa.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.