Anteprima della stagione GP2 2013

di 21 marzo 2013, 21:30 97 visualizzazioni
Anteprima della stagione GP2 2013

Il campionato GP2 ricomincerà questo fine settimana al Sepang International Circuit, con un nutritissimo gruppo di giovani impegnati a lottare per ottenere un posto in Formula 1 nel 2014. Al giorno d'oggi metà dei piloti impegnati in Formula 1 hanno corso anche in GP2 durante la loro carriera; gli ultimi ad aver compiuto il grande salto sono stati Esteban Gutierrez, oggi alla Sauber, Giedo Van Der Garde (Caterham), Max Chilton (Marussia), Jules Bianchi (Marussia), che però aveva abbandonato la GP2 a fine 2011 per correre nelle World Series by Renault. Paradossalmente nè Davide Valsecchi, campione in carica, nè Luiz Razia, vicecampione in carica, sono riusciti ad ottenere un volante per correre in Formula 1: l'italiano è attualmente terzo pilota Lotus, mentre il brasiliano a inizio marzo ha perso il posto alla Marussia, a causa del disimpegno di alcuni suoi sponsor, proprio a vantaggio di Bianchi. La Formula Renault 3.5 sta tornando in auge come valida alternativa alla GP2 come serie cadetta, ma a meno che un pilota non faccia parte di un programma giovani (come Antonio Felix da Costa, protetto dalla Red Bull, o Kevin Magnussen, sotto contratto con la McLaren), la GP2 rimane il miglior trampolino di lancio verso la Formula 1. Diamo uno sguardo a quello che ci riserverà il nuovo campionato della serie cadetta.

Le Regole

La GP2 è un campionato monomarca: tutti i team iscritti schierano due vetture Dallara del tipo GP2/11, ossia quelle progettate per il triennio 2011-13; il campionato 2013 sarà l'ultimo che vedrà al via le vetture della terza generazione delle GP2 di Dallara. In ogni weekend di gara i piloti hanno a disposizione 30 minuti di prove libere e 30 minuti di qualifiche al venerdì; sono queste ultime a stabilire la griglia di partenza per la Feature Race, la gara "lunga" del sabato pomeriggio che si disputa sulla distanza dei 180 km con pit stop obbligatorio per cambiare almeno 2 gomme; la griglia di partenza della Sprint Race, la gara "breve" della domenica mattina sulla distanza dei 120 km, è decretata dalla classifica di Gara 1: l'ordine di arrivo dei primi 8 viene invertito, cosicchè in pole parte l'ottavo classificato, al suo fianco il settimo e così via, fino al vincitore che parte ottavo; dal nono posto in poi la griglia rispecchia fedelmente la classifica della gara del sabato. Il sistema di punteggio per la gara lunga del sabato è identico a quello usato in Formula 1: 25 punti al primo, 18 al secondo, 15 al terzo e poi, a scalare, 12-10-8-6-4-2-1. La gara sprint assegna punti solamente ai primi 8: 15 punti al primo, 12 al secondo e poi 10-8-6-4-2-1. La pole del venerdì vale 4 punti, mentre le 2 gare attribuiscono 2 punti extra al pilota che avrà fatto segnare il miglior tempo in gara tra i primi 10 classificati; un ulteriore vincolo all'assegnazione di questi due punti, valido solo per Gara 2, è che il pilota in questione non abbia cambiato le gomme durante la gara.

Il calendario

Per la stagione 2013 sono previsti 11 appuntamenti, per un totale di 22 gare, che faranno sempre da contorno al weekend di Formula 1.  Il campionato GP2 sbarcherà in Malesia, Bahrain, Spagna, Monaco, Gran Bretagna, Germania, Ungheria, Belgio, Italia, Singapore e Abu Dhabi. Le novità più significative sono il ritorno dell'appuntamento di Abu Dhabi, che torna così in calendario dopo le edizioni del 2010 (ultima gara del campionato) e del 2011 (gara conclusiva della stagione ma non valida per la classifica finale), l'annullamento del secondo weekend del Bahrain e l'uscita di scena del circuito cittadino di Valencia, abbandonato anche dalla Formula 1.

I protagonisti

Anche nel 2013 la griglia di partenza della GP2 è composta da 26 macchine: MP Motorsport, Russian Time e Hilmer Motorsport faranno il loro ingresso nella categoria cadetta prendendo il posto di iSport, Coloni e Ocean Racing Technology. I campioni in carica della DAMS schierano al via lo svedese Marcus Ericsson e il monegasco Stephane Richelmi, coi quali sperano di conquistare il terzo campionato piloti di fila, dopo i due vinti da Grosjean e da Valsecchi. In tre anni di GP2, tuttavia, Ericsson ha colto solamente due vittorie, mentre Richelmi, alla sua seconda stagione nella serie, non ha fatto meglio di un terzo posto nella gara lunga di Hockenheim nel 2012.

Dopo aver corso nelle ultime due stagioni col nome di Lotus-ART, la squadra di Frédéric Vasseur e Nicolas Todt torna a chiamarsi semplicemente ART Grand Prix: confermato Calado, il nome nuovo per la ART è quello del tedesco Daniel Abt, vicecampione in carica della GP3. Calado, alla sua seconda stagione in GP2, ha ben impressionato l'anno scorso, offrendo buone prestazioni e ottenendo la sua prima vittoria già a Sepang, nel weekend del suo debutto nella categoria; l'inglese ha poi concesso il bis a Hockenheim. Entrambe le vittorie sono state ottenute nelle due gare brevi della domenica mattina. Calado è considerato il gran favorito per la vittoria finale del campionato, dato che tra i piloti al via è quello che si è piazzato meglio nella classifica finale dell'ultimo campionato, quinto, grazie a 2 vittorie e ad altri 5 podi. Quanto ad Abt, l'anno scorso è stato la rivelazione del campionato GP3: da debuttante ha conteso fino all'ultimo giro dell'ultima gara il titolo a Mitch Evans, perdendolo per soli due punti.

Quanto a Evans, quest'anno farà il suo esordio in GP2 con la Arden, la stessa squadra che l'ha portato al successo in GP3; al fianco del neozelandese ci sarà Johnny Cecotto jr, figlio d'arte, vincitore l'anno scorso di Gara 1 sia a Montecarlo che ad Hockenheim; per Cecotto sarà la quarta stagione in GP2.

La Racing Engineering ha messo sotto contratto Julian Leal, colombiano, ancora alla ricerca del suo primo podio nella categoria (miglior risultato un 7° posto in Gara 1 a Spa nel 2012), mentre ha confermato Fabio Leimer, vincitore di 2 gare negli ultimi 3 anni. Autore di una stagione piuttosto sfortunata l'anno scorso, lo svizzero è uno dei papabili per la vittoria finale del campionato.

Per quanto riguarda le altre squadre, Felipe Nasr e Jolyon Palmer correranno per la Carlin: Nasr, alla seconda stagione in GP2, è probabilmente la migliore speranza dell'automobilismo brasiliano, mentre Palmer, figlio d'arte, inizia la sua terza stagione in GP2 dopo 2 annate deludenti con Arden e iSport.

La nuova squadra russa, la Russian Time, si affida all'esperto Sam Bird, di ritorno in GP2 dopo un anno passato nelle World Series by Renault, e al giovane Tom Dillmann, vincitore di Gara 2 nel secondo weekend di Sakhir ma appiedato dalla Rapax dopo poche gare per motivi economici.

Sergio Canamasas e Ma Qing Hua saranno i piloti della Caterham nel 2013. Lo spagnolo ha corso alcune gare nella parte finale della scorsa stagione al volante della Lazarus, dimostrando di possedere buone doti velocistiche; tuttavia per il momento di lui ci si ricorda soprattutto per aver ignorato la bandiera nera per parecchi giri durante l'appuntamento conclusivo del campionato a Singapore. Quanto a Ma Qing Hua, oltre ad essere pilota del team di GP2, è anche il pilota di riserva della Caterham F1. Qing Hua ha inoltre guidato la HRT in alcune sessioni di prove libere nel 2012.

Jake Rosenzweig debutterà come pilota titolare alla squadra Addax, dopo aver corso per la squadra spagnola nelle ultime due gare dello scorso campionato; il suo miglior risultato è stato un 15° posto nella Gara 1 di Singapore. Il suo compagno di squadra sarà Rio Haryanto, alla sua seconda stagione di GP2; l'indonesiano non è andato oltre un quinto posto a Valencia (Gara 2), ma in compenso ha ottenuto una difficilissima pole position a Spa con la pista bagnata.

Stefano Coletti e Simon Trummer saranno i due piloti Rapax per il 2013; il monegasco ha ottenuto due vittorie in GP2 nel 2011, ma l'anno scorso non è stato in grado di ripetersi; Trummer invece non ha certo impressionato nella sua prima stagione in GP2: il suo bottino è stato di soli 4 punti, mentre il compagno di squadra Razia ha conteso fino all'ultimo il titolo a Valsecchi.

Nathanael Berthon e Kevin Ceccon correranno per la Trident in Malesia, ma il loro futuro è in bilico: la squadra italiana ha forte bisogno di nuovi fondi per continuare a correre, e necessariamente i due dovranno portare nuovi sponsor per mantenere il loro sedile. Berthon ha debuttato in Gp2 nel 2012 alla Racing Engineering ottenendo come migliori risultati 2 secondi posti, mentre il bergamasco ha corso per metà stagione alla Coloni nel 2011, prima di venire sostituito da Luca Filippi.

Al suo debutto in GP2, la Hilmer Motorsport schiererà Conor Daly, pilota americano di origini irlandesi, figlio di Derek, ex pilota di Formula 1 tra la fine degli anni '70 e l'inizio degli anni '80; Daly proviene dalla GP3, dove l'anno scorso ha ottenuto una vittoria e altri 4 podi. Il suo compagno di squadra sarà Pal Varhaug, norvegese, vice campione in carica della AutoGP; Varhaug ha già corso in GP2 nel 2011 con la DAMS, ottenendo un solo piazzamento a punti nella gara di Abu Dhabi, non valida però per il campionato.

Al suo secondo anno di attività, la Venezuela GP Lazarus conferma René Binder e ingaggia come suo compagno di squadra Kevin Giovesi. Binder, nipote di Hans, pilota di Formula 1 tra il 1976 e il 1978, ha debuttato con la Lazarus a fine 2012 come sostituto di Serenelli, ottenendo come miglior risultato un 13° posto in Gara 2 a Monza. Giovesi fa invece il suo debutto in GP2, dopo essersi diviso nel 2012 tra la Formula 3 Italiana e gli Open della Formula 3 Europea (che di fatto è la Formula 3 Spagnola), vincendo la categoria Copa F308/300 di quest'ultimo campionato.

Infine il team MP Motorsport fa il suo esordio schierando Daniel De Jong, olandese, già presente in 4 appuntamenti di GP2 2012 col team Rapax (suo miglior risultato un nono posto a Valencia in Gara 2), e Adrian Quaife-Hobbs, campione in carica della AutoGP.

Gli orari TV

Da quest'anno la GP2 sarà disponibile esclusivamente su Sky Sport F1, che offrirà la diretta delle prove libere, delle qualifiche e delle due gare. Per la prima gara stagionale il commento sarà affidato a Massimo Discenza e a Vicky Piria.

Questi gli orari per le dirette del primo appuntamento stagionale:

Venerdì, ore 4:50. Prove Libere

Venerdì, ore 8:55. Qualifiche

Sabato, ore 4:15. Gara 1

Domenica, ore 5:15. Gara 2

Seguiranno poi varie repliche delle due gare nei giorni successivi


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.