Ancora guai finanziari per la Force India?

di 29 gennaio 2015, 07:55
Ancora guai finanziari per la Force India?

È di ieri la notizia che la Force India non prenderà parte alla prima sessione di prove pre-stagionali sul circuito di Jerez della Frontera; i piani originali comunicati dalla squadra indiana la scorsa settimana prevedevano la partecipazione ai test con la vecchia VJM07, in attesa che la nuova vettura fosse completata, ma i ridotti margini d'apprendimento in ottica 2015 avrebbero portato alla decisione di concentrarsi direttamente sulle prove in programma a Barcellona a partire dal 19 febbraio.

Dietro a tale decisione, tuttavia, potrebbero esserci dei problemi ben più seri: stando a quanto riporta sul suo blog Ralf Bach, giornalista della tedesca Sport Bild per la Formula 1, i guai finanziari della Force India, che da tempo non naviga in buone acque, si sarebbero ulteriormente aggravati; a questi si devono aggiungere le grane giudiziarie di Vijay Mallya e di Subrata Roy, coproprietario della squadra, che si trova in carcere da quasi un anno.

Secondo Bach martedì scorso, durante un incontro dello Strategy Group della Formula 1, sarebbe emerso che la Force India sia sull'orlo del baratro finanziario e che l'assenza della VJM08 dai test di Jerez non sia legata a ritardi nella progettazione, ma al fatto che diversi fornitori non sono ancora stati pagati. Secondo Bach potrebbe addirittura essere a rischio la presenza della squadra di Mallya alle prime due gare della stagione, in Australia e in Malesia, qualora non dovessero entrare nuovi liquidi nelle casse del team.

"La squadra è in vendita e la Renault è interessata ad acquistarla, perchè c'è la volontà di recidere il legame con la Red Bull per tornare ad essere presente in prima persona in Formula 1" ha scritto lo stesso Bach sul suo blog.

La Force India non sarebbe però l'unica squadra in difficoltà finanziarie: oltre a Caterham e Marussia, di cui si sono perse le tracce da ormai parecchi mesi, anche la Lotus potrebbe essere a rischio. La compagnia petrolifera statale venezuelana che sponsorizza Pastor Maldonado sta attraversando un brutto momento a causa del crollo del prezzo del petrolio avvenuto negli ultimi tempi e il posto del campione 2010 della GP2 potrebbe non essere più al sicuro.

Per risolvere la situazione si sarebbe mosso lo stesso Bernie Ecclestone, alla ricerca di qualcuno che, comprando la squadra di Enstone, possa liberarlo dalla presenza, ritenuta scomoda, di Gerard Lopez.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.