Alonso: "Neanche un uragano avrebbe spostato una macchina a quella velocità"

di 26 marzo 2015, 09:00
Alonso: "Neanche un uragano avrebbe spostato una macchina a quella velocità"

Conferenza stampa Alonsocentrica a Sepang. Di fatto, sarebbe stato utile prevedere un piccolo evento solo con lo spagnolo, dato che gli altri cinque piloti in sala (Rosberg, Kvyat, Raikkonen, Nasr e Sainz) praticamente non sono stati interpellati. Solo Kimi ha ricevuto qualche domanda sulla Ferrari, con la conferma di un miglioramento sostanziale di tutto il pacchetto della SF15-T.

Ma tornando ad Alonso, è stato lui l'uomo della conferenza. I giornalisti in sala non si sono risparmiati nel cercare di capire qualcosa di più riguardo l'incidente. La prima bordata che Fernando lancia alla sua nuova squadra è questa: "Neanche un uragano avrebbe spostato una macchina a quella velocità". La scusa del vento, quindi, viene...spazzata via proprio dal protagonista dell'incidente di Barcellona.

Fernando ribadisce il problema avuto allo sterzo, bloccato sulla destra (e dalle foto frontali della Mclaren questo dettaglio è confermato col volante girato verso il muretto) ma non ci sarebbero dati telemetrici indicativi sulla motivazione del guasto. Pertanto, completamente sbugiardato il primo comunicato Mclaren che tentava di sollevarsi da responsabilità riguardanti l'incidente, scaricando il tutto su Fernando. Il quale dice di essere rimasto assolutamente cosciente, scalando dalla quinta alla terza marcia nel tentativo di fermare la Mp4/30 prima dell'impatto col muro.

In considerazione del fatto che non si hanno dati a sufficienza per motivare il guasto sulla vettura, sono stati aggiunti dei sensori di rilevazione sullo sterzo, per acquisire nuovi dati. Fernando si dice fiducioso riguardo la squadra e sicuro di tornare in macchina. In questo frangente difende la Mclaren sostenendo che sono state prese tutte le precauzioni del caso affinchè il problema (ancora non certo) non si ripresenti.

Sollecitato sul bel podio Ferrari di Melbourne e le difficoltà Mclaren, Fernando si dice felicissimo della sua scelta e del rischio corso, aggiungendo che il terzo/quarto posto non gli basta più. E qui è la Ferrari chiamata in causa..

Insomma, Fernando è tornato. In formissima anche a parole, come sempre. E ci va bene così.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

Nessun commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.