Adrian Newey preoccupato circa la sicurezza delle nuove monoposto

di 28 gennaio 2014, 20:22 299 visualizzazioni
Adrian Newey preoccupato circa la sicurezza delle nuove monoposto

Adrian Newey riconosce che i musetti delle monoposto 2014 sono non solo brutti, ma che possano anche causare nuovi pericoli.

“Il regolamento è stato introdotto a seguito di alcune ricerche della FIA, secondo le quali l’altezza del musetto riduce le possibilità delle monoposto di essere catapultate in aria - come nell’incidente tra Mark Webber e Heikki Kovalainen a Valencia, qualche anno fa” ha spiegato Adrian Newey a Jerez. “Devo ammettere che sono preoccupato che possa accadere l’opposto. Per esempio, colpire il retro di una macchina ora come ora potrebbe farti andare sotto la monoposto colpita, facendo arrivare il posteriore di quella monoposto nella “crash zone” di quella che ha tamponato, che credo sia uno scenario molto peggiore”.

“È una vergogna che i regolamenti creino queste situazioni orrende, come abbiamo visto in alcune macchine che sono state presentate” ha aggiunto. “Non è una questione puramente tecnica, me ne rendo conto, dato che dobbiamo creare monoposto che pensiamo diano la miglior performance, a dispetto del design. Ma credo che la forma delle monoposto, il loro suono, faccia parte della F1 ed è una vergogna che le monoposto siano poco attraenti”.

Ma i musetti non sono solo l’unico timore di Newey, per quanto riguarda la sicurezza: il battery pack dell’ERS deve essere posto sotto il serbatoio, al centro della monoposto. Fino adesso, la Red Bull ha messo il battery pack sotto il cambio, per motivi di spazio e distribuzione di pesi.

“È stato fatto con tutte le sicurezze del caso, ma non sono sicuro del perché mettere il battery pack sotto il serbatoio sia più sicuro che metterlo dietro il motore” ha dichiarato il progettista. “È un terreno troppo sconosciuto. La Boeing ha avuto gli incubi con le batterie dei propri Dreamliner e ha dovuto tenere fermi i propri aerei a lungo, mentre risolvevano il problema. Questi battery pack possono soffrire di surriscaldamento nell’impatto, e le cause sono difficili da rintracciare, e una volta surriscaldati, le fiamme causate sono ben difficili da controllare”. “Non è un problema del pilota, ma nostro, anche se lo sappiamo con anticipo, ma è pur sempre un pericolo. E penso anche che il voltaggio ora sia veramente alto, molto più pericoloso di prima - adesso per tutti il problema della sicurezza è una grossa sfida, con queste monoposto”.


COMMENTA

LASCIA LA TUA OPINIONE

1 commento

Prendi parte alla discussione

Solo gli utenti registrati possono commentare.